Il Commento
Livorno: il prossimo avversario sarà l'Arezzo
martedì 20 febbraio 2018 - 22:10
 

Sarà l'Arezzo il prossimo avversario in campionato del Livorno. La storia del pallone ad Arezzo inizia nel lontano 1917. Nella primavera dell'81 l'Arezzo vince il primo trofeo, la Coppa Italia di serie C contro la Ternana. Il 17 aprile 1993 l'Arezzo fallisce. La squadra aretina si iscrive al Campionato Nazionale Dilettanti. In panchina arriva l'ex tecnico del Livorno Serse Cosmi e l'Arezzo vola in serie C2 (1995/96). Nel 2004 l'Arezzo conquista contro il Catanzaro la Supercoppa di Lega di serie C1. Nella stagione 2014/15, dopo quattro tornei in serie D, viene ripescato in Lega Pro. Gli aretini di Marco Matteoni, da poco diventato il nuovo presidente dell'Arezzo. Imprenditore edile, è il presidente di Edilizia Confartigianato Imprese Roma. Guida anche la Matteoni Group (una holding) e altre aziende. Oltre all'edilizia spazia in altri settori: benessere, la comunicazione, lo smaltimento rifiuti, il catering e i ristoranti. E' anche l'editore del Giornale d'Italia, fondato e diretto da Francesco Storace, attuale presidente nazionale del Movimento Nazionale per la Sovranità. E' anche proprietario di Italian Television network che trasmette su 140 canali televisivi. Nel calcio è presidente onorario e sponsor dell'Asd Olimpus Roma, una società di calcio a 5. L'Arezzo è una squadra sostanzialmente giovane ma con tanta esperienza con giocatori esperti come il mediano Giuseppe De Feudis, la punta centrale Davide Moscardelli e l'ex amaranto Aniello Cutolo. Massimo Pavanel è il secondo allenatore a sedere sulla panchina dell'Arezzo dopo l'esonero dell'ex amaranto Claudio Bellucci. Originario di Portogruaro, classe 1967, ha iniziato a muovere i primi passi da tecnico nella Sanvitese nel 2004/05, Itala San Marco, Monfalcone, Pordenone, gli Allievi Nazionali della Triestina e poi la prima squadra alabardata prima di arrivare a Verona. E' arrivato al Verona nel gennaio del 2013, sostituendo Roberto Lorenzini. Il tecnico Pavanel, oltre agli ottimi risultati nel campionato Primavera, sfiorò una storica vittoria alla Coppa Carnevale a Viareggio nel 2015, quando perse la finale contro l'Inter. Inoltre ha portato la Primavera dell'Hellas Verona al traguardo storico dei playoff. Quindi raggiunge un prestitgioso traguardo superando il Master Uefa Pro col punteggio di 105/110 presentando come tesi "la variabilità dei punti di riferimento: le rotazioni". Il modulo preferito da Pavanel è il 4-3-3 che all'occorrenza può tramutarsi in un 4-1-3-2 basato su possesso palla, velocità e verticalizzazioni. Mister Pavanel dovrebbe affidarsi a un 4-3-3 difeso in porta da Lorenzo Ferrari e una difesa a quattro composta da Luciani, Varga, Muscat e Sabatino. I tre candidati a centrocampo dovrebbero essere Corradi, De Feudis e Foglia. In avanti Di Nardo e Cutolo ruotano attorno a Moscardelli. In classifica vantano 27 punti, 8 vittorie, 5 pareggi e 7 sconfitte. Ventitrè sono le reti incassate e ventotto quelle realizzate. Il cannoniere dell'Arezzo è l'attaccante Davide Moscardelli con dieci reti.

comments powered by Disqus

< lista completa
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Diamanti sempre dall'inizio?
In casa si,fuori al bisogno
Si
No
Non so'
Siamo troppo Alino-dipendenti
Giochiamo a due punte piu' Murillo
Va rilanciato Maiorino come alter ego
Risultati

Classifica aggiornata al 24/9/2018

Hellas Verona 10
Cittadella 9
Palermo 8
Pescara 8
Benevento 7
Cremonese 6
Crotone 6
Spezia 6
Padova 5
Lecce 5
Salernitana 5
Perugia 4
Ascoli 4
Venezia 3
Brescia 3
Cosenza 2
Carpi 1
Livorno 1
Foggia -5

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro