Speciale Amaranto
Di tutto...di pių..il Lecce
martedė 12 febbraio 2019 - 20:44
 


LECCE UNIONE SPORTIVA s.p.a. (1908)



Fondato il 15 marzo 1908, lo Sporting Club Lecce nel 1927 abbandona le sezioni di atletica leggera e ciclismo concentrandosi esclusivamente sul calcio e acquisendo la denominazione di Unione Sportiva Lecce. La strana maglia bianconera viene sostituita un anno dopo da una divisa giallorossa. Il club in cui si identifica l'intero Salento, ha alle spalle 15 campionati di serie A e 27 di serie B. Nel convulso periodo pre-bellico la squadra disputa campionati di serie B e C. Nel 1966 viene inaugurato il nuovo stadio "Via del Mare" che prende il posto del vecchio "Carlo Pranzo".



Presidente: Saverio Sticchi Damiani nasce a Galatina l'11 maggio del 1975, svolge la professione di avvocato amministrativista specializzato nel settore degli appalti pubblici, docente presso l'Università del Salento. Saverio Sticchi Damiani è diventato il nuovo presidente dell'Unione Sportiva Lecce il 14 dicembre 2017 succedendo a Enrico Tundo, che si era dimesso nell'agosto 2017.



Vice-presidente: Corrado Liguori



Amministratore delegato: Alessandro Adamo



Consiglieri d'amministrazione: Silvia Carofalo, Salvtore De Vitis, Paolo Del Brocco, Alessandro Onorato



Direttore generale: Giuseppe Mercadante



Responsabile area legale: avv. Domenico Zinnari



Direttore sportivo: Mauro Meluso



Team manager: Claudio Vino



Responsabile biglietteria: Angelica De Mitri



Delegato sicurezza: Donato Provenzano



Addetto stampa: Andrea Ferrante



S.L.O.: Giovanni Apollonio



Responsabile marketing: Andrea Micati



Amministrazione: Alessandro Tondi



Fotografo ufficiale: Marco Lezzi



Allenatore: Fabio Liverani è nato a Roma il 29 aprile 1976. Centrocampista dotato di una ottima visione di gioco, entra a far parte delle giovanili della Lodigiani, poi in quelle di Palermo, Napoli e Cagliari. La sua carriera professionistica inizia con la Nocerina nel 1996. Durante il mercato invernale passa alla Viterbese. Dopo quattro campionati approda al Perugia, dove fa il suo esordio in serie A. Nel campionato 2001-02 viene acquistato dalla Lazio. Durante la sua permanenza (cinque anni) vince la Coppa Italia nella stagione 2003-04. Nel 2006 passa alla Fiorentina e nella stagione 2008-09 si trasferisce al Palermo. Nel 2011 passa al Lugano ma la sua esperienza in Svizzera dura poco senza aver collezionato presenze. Nel 2001 Liverani ha esordito con la Nazionale italiana sotto la guida del ct Giovanni Trapattoni. Appesi gli scarpini al chiodo nel novembre del 2011 diventa allenatore degli Allievi Regionali B del Genoa. Ha allenato anche la prima squadra ma è stato esonerato il 29 settembre 2013 e sostituito da Giampiero Gasperini. Nel 2014 viene chiamato alla guida del Leyton Orient, squadra inglese. Dopo la retrocessione della squadra, lascia il club inglese. Il 6 marzo 2017 subentra sulla panchina della Ternana, al posto dell'esonerato Carmine Gautieri. Conduce la squadra alla salvezza ma non viene confermato. Il 17 settembre dell'anno scorso subentra sulla panchina del Lecce, al posto del dimissionario Roberto Rizzo. Il 29 aprile 2018 porta i pugliesi, dopo sei anni in serie B



Allenatore in seconda: Manuel Coppola



Collaboratore tecnico: Federico Fabellini



Preparatore dei portieri: Luigi Sassanelli



Preparatori atletici: Maurizio Cantarelli, Alessandro Bulfoni



Responsabile sanitario: dott. Giuseppe Palaia



Medici sociali: dott. Antonio Marti, dott. Giuseppe Congedo, dott. Francesco Marti



Massofisioterapista e osteopata: Graziano Fiorita



Osteopata: Danilo Franco



Massaggiatore: Francesco Soda



Responsabile magazziniere: Giovanni Fasano



Magazziniere: Francesco Marchello



Coordinatore settore giovanile: Gennaro Delvecchio



Consigliere delegato: Stefano Adamo



Direttore: Roberto Alberti



Segretario: Donato Provenzano



Responsabile medico/sanitario: dott. Ciro Del Coco



Responsabile area fisico/atletica: Paolo Traficante



Responsabile area riabilitativa: Alberto Panna



Sociologo: Danilo Coronese



Tutor scolastico: Giovanni Apollonio



Magazziniere: Paolo Micelli



Allenatore "Primavera": Sebastiano Siviglia



Campo: lo stadio "Via del Mare" viene inaugurato l'11 settembre 1966. Nel 1976 viene costruita una nuova gradinata. Nel 1985 i salentini raggiungono la serie A e lo stadio viene rifatto. L'attuale capienza e di 20.373 posti a sedere



Colori: 1^ divisa maglia giallo-rossa, calzoncini e calzettoni rossi; 2^ divisa maglia bianco-grigia con inserti giallo-rossi, calzoncini e calzettoni bianchi



Sponsor: Moby, Villa Iris, Maffei



Sponsor tecnico: M908



Precedenti a Livorno in campionato: partite giocate 7 (2 in serie A, 2 in B, 3 in C); vittorie Livorno 4 (ultima stagione 2005-06, 2-1), vittorie Lecce 2 (stagione 2002-03, 1-2)



Precedenti a Lecce in campionato: partite giocate 7 (2 in serie A, 2 in B, 3 in C); vittorie Lecce 4 (stagione 2004-05, 3-2), pareggi 2 (stagione 2005-06, 0-0); vittorie Livorno 1 (stagione 1931-32, 0-2)



Classifica: 4° posto con 35 punti a pari merito con il Pescara



Cannonieri: Simone Palombi, classe 1996, ruolo attaccante con 8 reti



Lecce in casa: 4 vittorie (2-1 Venezia, 1-0 Crotone, 2-0 Cremonese, 3-2 Padova), 3 pareggi (2-2 Salernitana, 1-1 Cittadella, 0-0 Perugia, 1-1 Benevento), 1 sconfitta (1-2 Palermo). Reti fatte Lecce 13, subite 9



Diffidati: Palombi, Petriccione, Scavone



Indisponibili: Bovo, Scavone



Squalificati: Lucioni



Probabile formazione Lecce (4-3-1-2): Vigorito, Venuti, Meccariello, Marino, Calderoni, Tabanelli, Tachtsidis, Petriccione, Mancosu, Tumminello (Falco), Palombi.



Prima squadra



Portieri: Bleve 1995, Chironi 1997, Vigorito 1990.



Difensori: Bovo 1983, Calderoni 1989, Cosenza 1986, Di Matteo 1988, Fiamozzi 1993, Lucioni 1987, Marino 1988, Meccariello 1991, Riccardi 1996, Venuti 1995.



Centrocampisti: Arrigoni 1988, Haye 1995, Petriccione 1995, Mancosu 1988, Scavone 1987, Tabanelli 1990, Tachtsidis 1991.



Attaccanti: Falco 1992, La Mantia 1991, Palombi 1996, Tumminello 1998.



Movimenti di mercato



Arrivi: Tachtsidis 1991 centrocampista dal Nottingham Forest-Inghilterra (prestito), Tumminello 1998 attaccante dall'Atalanta (prestito).



Partenze: Chiricò 1991 attaccante al Monza (definitivo), Tsonev 1995 centrocampista alla Viterbese (prestito), Torromino 1988 attaccante alla Juve Stabia (definitivo), Armellino 1989 centrocampista al Monza (definitivo), Pettinari 1992 attaccante al Crotone (prestito), Dubickas 1998 attaccante alla Sicula Leonzio (prestito), Lepore 1985 centrocampista al Monza (definitivo).



Precedenti in campionato dalla stagione 1931-32



1931-32 serie B 22/11/1931 Lec.-Liv. 0-2 (10' Vignozzi, 11' Corsetti) Sassi di Roma / 17/04/1932 Liv.-Lec. 4-0 (1' Miniati, 20' Corsetti, 31' Miniati, 80' Miniati) Brunelli di Bologna



1952-53 serie C 12/10/1952 Liv.-Lec. 1-0 (87' Rinaldi) Gambarotta di Genova / 22/02/1953 Lec.-Liv. 0-0 Marchese di Napoli



1953-54 serie C 11/10/1953 Liv.-Lec. 1-2 (1' Bozzato LE, 9' Bislenghi LE, 26' Tacolla III L) Fornari di Bologna / 28/02/1954 Lec.-Liv. 3-0 (14' Stabellini, 36' Frigo, 47' Bislengi) Perucci di Verona



1954-55 serie C 09/01/1955 Liv.-Lec. 3-1 (2' Bronzoni L, 61' Frigo LE, 66' Bodini L, 74' Bodini L) Raule di Roma / 22/05/1955 Lec.-Liv. 4-1 (1' Asta LE, 6' Bartolaccini rig. LE, 12' Taccola III L, 55' Fonda LE, 64' Fonda LE) Fornari di Bologna



2002-03 serie B 24/11/2002 Lec.-Liv. 1-0 (51' Vugriner) Rizzoli di Bologna / 26/04/2003 Liv.-Lec. 1-2 (48' Chevanton LE, 52' Giacomazzi LE, 73' Enyinnaia L) Rodomonti di Roma



2004-05 serie A 05/12/2004 Lec.-Liv. 3-2 (30' Vigiani L, 38' Rullo LE, 40' Danilevicius L, 56' Dalla Bona rig. LE, 59' Giacomazzi LE) Morganti di Ascoli Piceno / 24/04/2005 Liv.-Lec. 1-0 (93' C. Lucarelli) Tombolini di Ancona



2005-06 serie A 27/08/2005 Liv.-Lec. 2-1 (12' C. Lucarelli L, 39' Pinardi rig. LE, 48' Palladino L) Rocchi di Firenze / 18/01/2006 Lec.-Liv. 0-0 Rodomonti di Teramo



2018-19 serie B 25/09/2018 Liv.-Lec. 0-3 (15' La Mantia, 47' Palombi, 58' Palombi) Guccini di Albano Laziale



Partite disputate: 15. Vittorie Livorno 6, pareggi 2, vittorie Lecce 7. Reti fatte Livorno 18, subite 20.



A Livorno: 8. Vittorie Livorno 5, pareggi 0, vittorie Lecce 3. Reti fatte Livorno 13, subite 9.



A Lecce: 7. Vittorie Lecce 4, pareggi 2, vittorie Livorno 1. Reti fatte Lecce 11, subite 5.



Marcatori del Livorno: 3 reti Miniati; 2 reti Corsetti, Bodini, Taccola III, C. Lucarelli; 1 rete Vignozzi, Rinaldi, Bronzoni, Enyinnaia, Vigiani, Danilevicius, Palladino.



Supercoppa serie C



2017-18 19/05/2018 Livorno-Lecce 3-1 (3' Morelli L, 17' Murilo L, 21' Di Piazza L, 56' Vantaggiato rig. L) D'Ascanio di Ancona



Coppa Italia



2004-05 Secondo turno eliminatorio andata 15/09/2004 Livorno-Lecce 2-1 (21' Colombo L, 29' Danilevicius aut. LE, 90' Vigiani L) Preschern di Mestre / ritorno 29/09/2004 Lecce-Livorno 3-1 (27' Ledesma LE, 30' Bojinov LE, 49' Vucinic LE, 51' Danilevicius L) Brighi di Cesena (Livorno eliminato)




commenta
Conosciamoli meglio: il Cosenza di mister Braglia
lunedė 4 febbraio 2019 - 12:39
 


COSENZA CALCIO s.r.l. (2011)



Le origini del Cosenza Calcio risalgono al 1914. Nella stagione 1988/89 il Cosenza partecipa al primo campionato di serie B. In tutto vanta 20 partecipazioni al campionato cadetto. L'AS Cosenza Football Club nasce nell'estate del 2003, a seguito delle decisioni di COVISOC e FIGC sparisce il Cosenza Calcio 1914. Nel 2015 vince la Coppa Italia di serie C.



Presidente: Eugenio Guarascio



Direttore sportivo: Stefano Trinchera



Segreterio generale: Andrea De Poli



Dirigente responsabile della gestione: Roberta Anania



Responsabile amministrativo: Daniel Inderst



Collaboratrice amministrativa: Grazia Costantino



Collaboratore ufficio stampa: Daniele Cianflone



Responsabile marketing e commerciale: Simona Di Carlo



Responsabili comunicazione creativa: Ilenia Caputo, Davide Imbrogno



Responsabile accessi: Enzo Sirangelo



Responsabile delle relazioni istituzionali: Carlo Federico



Team manager: Kevin Marulla



Responsabile ufficio stampa: Gianluca Pasqua



Fotografo ufficiale: Michele De Marco



Delegato sicurezza: Luca Giordano



S.L.O. (Supporter Liason Officer): Andrea Montanini



Responsabile accessi: Enzo Sirangelo



Responsabile biglietteria: Teodoro Gioia



Responsabile store: Maria Saverino



Allenatore: Piero Braglia, nativo di Grosseto 63 anni, ex Alessandria è il confermato allenatore del Cosenza. Nel suo passato da calciatore come centrocampista di rottura ha vestito le maglie di Montevarchi, Cremonese, Fiorentina, Catanzaro, Triestina, Catania. Chiude la carriera di calciatore in Toscana con la Rondinella. Ha esordito in serie A, con la maglia viola, il 20 marzo 1977 a Catanzaro, in Catanzaro-Fiorentina (0-1). La sua carriera di allenatore è cominciata, nel 1989, in Eccellenza con la Bibbianese. L'anno dopo passa alla Colligiana in serie D dove vince il campionato perdendo poi lo spareggio con l'Avezzano per l'ammissione alla serie C2. Resta ancora una stagione in biancorosso per poi andare ad allenare prima la Rondinella e poi la Sangiovannese. Nel 1994 l'arrivo a Motevarchi in serie C2, portando i valdarnesi in serie C1. Poi ha guidato Pontedera, Carrarese, Sangiovannese, Foggia e Montevarchi. Nel 2001 l'approdo al Chieti dove rimane due anni. Nel 2003 torna a Catanzaro, questa volta nelle vesti di tecnico e vince subito il campionato, ottenendo la sua prima promozione in serie B. Dopo una stagione alla Sangiovannese arriva a Pisa, riportando i neroazzurri in serie B dopo 13 anni di astinenza. Nel 2007 è alla Lucchese poi Frosinone, Taranto e Juve Stabia. Nel primo anno a Castellammare porta subito la squadra in serie B. In gialloblu resta quattro anni incrociando sulla sua strada l'attaccante della Nazionale Simone Zaza. Nel 2014 Braglia ritorna al Pisa ma questa volta l'esperienza si chiude con un esonero. Il 12 ottobre 2015 comincia l'avventura con il Lecce. In Salento è arrivato a stagione in corso (al posto di Asta) portando i giallorossi al 3° posto finale, perdendo la semifinale play off contro il Foggia. L'anno dopo firma un contratto con l'Alessandria in serie C. Dopo un lungo dominio della squadra piemontese, soprattutto nel girone di andata, nel girone di ritorno crollano i risultati e a tre giornate dal termine viene esonerato. Il 27 settembre 2017 passa a guidare il Cosenza al posto dell'esonerato Gaetano Fontana. Dopo un avvio difficile, Braglia conduce la squadra al 5° posto. Ai playoff supera Sicula Leonzio, Casertana, Trapani, Sambenedettese e Sudtirol, approdando alla finalissima contro il Siena che sconfigge 3-1, riportando i silani in serie B dopo 15 anni. Braglia ha basato i suoi successi calcistici con il modulo 3-5-2 anche se il suo modulo preferito è il 3-4-3. Preferisce far giocare le sue squadre con tre difensori e due esterni alti



Allenatore in seconda: Roberto Occhiuzzi



Collaboratore 1.a squadra: Antonio Fischetti



Preparatore atletico: Luigi Pincente



Responsabile sanitario: dott. Enrico Costabile



Medico sociale: dott. Ippolito Bonfiglio



Massaggiatori: Francesco Pugliese, Ercole Donato



Massiofisioterapista: Simone Arnone



Magazzinieri: Umberto Vommaro, Destan Mata



Allenatore "Primavera": Stefano De Angelis



Colori sociali: 1^ divisa maglia a strisce verticali rosso-blu, calzoncini e calzettoni blu; 2^ divisa maglia bianca con strisce verticali rosso-blu, calzoncini e calzettoni bianchi



Sponsor: Volkswagen



Sponsor tecnico: Legea



Albo d'oro: 1 Coppa Italia serie C (2014-15)



Campo di gioco: lo stadio Comunale San Vito "Gigi Marulla" di Cosenza sorge nel rione San Vito. L'inaugurazione ufficiale dello stadio è datato 4 ottobre 1964. Tra la fine degli anni ottanta e l'inizio degli anni novanta, lo stadio ha subito numerose modifiche e ampliamenti. La capienza effettiva è di 19.000 posti a sedere



Gli ex amaranto: Jaime Baez attaccante uruguaiano classe 1995. A soli 20 anni arriva la chiamata dall'Europa. A tesserare il giovane attaccante è la Fiorentina. La società viola decide di mandarlo in prestito, nella stagione 2015/16, al Livorno in serie B. Scende in campo in 13 occasioni (689' minuti giocati) e un assist. Al termine del campionato gli amaranto retrocedono in Lega Pro e l'uruguagio ritorna alla Fiorentina. Andres Schetino, classe 1994, uruguaiano, arriva in Toscana il 28 gennaio 2016 dalla Fiorentina in prestito. Non è mai sceso in campo. A stagione conclusa, il centrocampista rientra alla Fiorentina



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 5 (1 in serie B, 4 in C1); vittorie Livorno 3 (ultima stagione 2002-03, 4-2), pareggi 2 (ultimo stagione 1986-87, 0-0), vittorie Cosenza 0



Precedenti a Cosenza in campionato: partite disputate 6 (2 in serie B, 4 in C1); vittorie Cosenza 3 (ultima stagione 1986-87, 1-0), pareggi 2 (stagione 2018-19, 1-1), vittorie Livorno 1 (stagione 2002-03, 0-2)



Classifica: 14° posto con 24 punti Capocannonieri: Gennaro Tutino, classe 1996, ruolo attaccante con 6 reti



Cosenza fuori casa: 2 vittorie (0-1 Crotone, 0-1 Venezia), 3 pareggi (1-1 Ascoli, 1-1 Carpi, 2-2 Hellas Verona), 5 sconfitte (2-0 Cittadella, 2-0 Cremonese, 1-0 Brescia, 2-1 Palermo, 4-0 Spezia). Reti fatte Cosenza 7, subite 15



Diffidati: Garritano, Palmiero



Indisponibili: Capela, Garritano, Litteri, Trovato



Squalificati: Corsi



Probabile formazione (3-5-2): Perina, Legittimo, Dermaku, Idda, Mungo, Palmiero, Bruccini, Sciaudone, Bittante, Maniero, Embalo.



Prima squadra



Portieri: Perina 1992, Saracco 1994.



Difensori: Bittante 1993, Capela 1991, Corsi 1989, Dermaku 1992, D'Orazio 1990, Hristov 1999, Idda 1988, Legittimo 1989.



Centrocampisti: Bruccini 1986, Mungo 1993, Palmiero 1996, Schetino 1994, Sciaudone 1988, Trovato 1998.



Attaccanti: Azzinnari 2001, Baez 1995, Embalo 1994, Garritano 1994, Litteri 1988, Maniero 1987, Tutino 1996.



Movimenti di mercato



Arrivi: Embalo 1994 attaccante dal Palermo (prestito), Sciaudone 1988 centrocampista dal Novara (prestito), Hristov 1999 difensore dallo Slavia Sofia-Bulgaria (prestito), Bittante 1993 difensore dall'Empoli (definitivo), Litteri 1988 attaccante dal Venezia (definitivo).



Partenze: Bearzotti 1996 centrocampista al Monza (prestito/Hellas Verona), Verna 1993 centrocampista al Pisa (fine prestito), Varone 1992 centrocampista alla Carrarese (prestito), Di Piazza 1988 attaccante al Catania (definitivo), Baclet 1986 attaccante alla Reggina (definitivo), Cerofolini 1999 portiere al Bisceglie (prestito), Perez 1989 difensore al Piacenza (prestito), Pascali 1981 difensore alla Casertana (definitivo), Tiritiello 1995 difensore alla Virtus Francavilla (prestito), Anastasio 1996 difensore al Monza (prestito/Napoli).



Precedenti con il Livorno in campionato dalla stagione 1980-81



1980-81 serie C1/B 26/10/1980 Liv.-Cos. 4-0 (3' Scarpa, 70' Scarpa, 74' Toscano, 83' Toscano rig.) Sguizzato di Verona / 01/03/1981 Cos.-Liv. 1-0 (47' Prima rig.) Laricchia di Bari



1982-83 serie C1/B 26/09/1982 Liv.-Cos 2-1 (8' Rossi L, 34' Longobucco C, 89' Rossi L) Giannone di Jesi / 06/02/1983 Cos.-Liv. 1-0 (61' Conte) Da Pozzo di Monza



1985-86 serie C1/B 06/10/1985 Cos.-Liv. 0-0 Mitrugno di Legnano / 09/02/1986 Liv.-Cos. 1-1 (59' Russo C, 61' Gaudenzi L) Manfredini di Modena



1986-87 serie C1/B 30/11/1986 Cos.-Liv. 1-0 (90' Giansanti) Cucchiara di Bari / 18/04/1987 Liv.-Cos. 0-0 Vasselli di Roma



2002-03 serie B 15/12/2002 Liv.-Cos. 4-2 (25' Negri L, 42' Alteri C, 43' Negri L, 70' Doga L, 72' Perrone C, 90' Negri L) Cruciani di Pesaro / 17/05/2003 Cos.-Liv. 0-2 (40' Bortolazzi, 59' I. Protti) Cruciani di Pesaro



2018-19 serie B 22/09/2018 Cos.-Liv. 1-1 (36' Tutino C, 83' Giannetti L) Ros di Pordenone



Totale gare disputate in campionato: 11. Vittorie Livorno 4, pareggi 4, vittorie Cosenza 3. Reti fatte Livorno 14, subite 8.



A Livorno: 5. Vittorie Livorno 3, pareggi 2, vittorie Cosenza 0. Reti fatte Livorno 11, subite 4.



A Cosenza: 6. Vittorie Cosenza 3, pareggi 2, vittorie Livorno 1. Reti fatte Cosenza 4, subite 3.



Marcatori del Livorno: 3 reti Negri; 2 reti Scarpa, Toscano, Rossi; 1 rete Gaudenzi, Doga, Bortolazzi I. Protti, Giannetti.




commenta
Di tutto...di pių..il Crotone
venerdė 1 febbraio 2019 - 14:33
 


Crotone Football Club s.r.l. (1956)



Il Football Club Crotone è stato fondato nel 1923. Il Crotone può vantare nel corso della sua storia 12 partecipazioni alla serie B. I colori sociali sono il rosso e il blu. I giocatori crotonesi vengono soprannominati Squali o Pitagorici. Nel 1923 nacque la Società Sportiva Crotona e dopo alcuni anni cambiò denominazione in Società Sportiva Milone. Solo nel 1945 cominciò la vera attività sportiva della squadra crotonese, iscrivendosi al campionato di serie C. Negli anni Sessanta e Settanta la squadra si assesta in serie C. Nel 1979 la società fallisce e riparte dalla Prima Categoria Calabrese. Quindi iniziò una scalata che portò i rossoblu nel 1982 in serie D. Nel giro di pochi anni riuscì a centrare diverse promozioni che portarono la squadra, nel 1998, in serie C1. Nel 2000, la società calabrese, raggiunse per la prima volta la storica promozione in serie B. Dopo due anni retrocesse nuovamente in serie C1. Poi nel 2004, i rossoblu, riuscirono con la guida tecnica di Gasperini a conquistare la serie B dopo aver vinto la finale playoff contro la Viterbese. Dopo una nuova retrocessione, nel 2007, il Crotone riconquistò la serie B nel 2009. Nella stagione 2015/16 il sogno si realizza con la promozione in serie A.



Presidente: Raffaele Vrenna nasce il 20 dicembre del 1958 a Crotone. Nel 1977 fonda una radio e, nel '78, la sua prima tv privata: Quarto Canale. Negli anni 80, Raffaele Vrenna si avvicina al settore turistico con la discoteta Club '83. Nel 1986 si affaccia sul mercato della distribuzione farmaceutica. Dal 1992 ricopre il ruolo di presidente del Crotone Calcio. Dal 2000 al 2002 assume il ruolo di Consigliere Federale della Lega Calcio di serie A e B.



Consiglio d'amministrazione: Gianni Vrenna, Antonio Vrenna, Raffaele Marino



Direttore generale: Raffaele Vrenna jr



Dirigenza: Raffaele Vrenna jr, Beppe Ursino, Emanuele Roberto



Club manager: Antonio Galardo



Responsabile marketing: Luigi Pignolo



Responsabile comunicazione: Rocco Meo



Responsabile creativo: Giuseppe Sansalone



Responsabile ufficio stampa e Fctv: Luciano Ieradi



Ufficio stampa e area web: Idemedia



Commerciale: Giovanna Romeo



Operatore di ripresa: Luigi Le Rose



Fotografo: Antonino D'Urso



Sistemi It: Francesco Arabia



Segretario generale: Emanuele Roberto



Responsabile finanza e controllo: Antonio Vrenna



Area amministrazione, responsabile biglietteria e delegato alla sicurezza: Rosario Panebianco



Direttore sportivo: Beppe Ursino



Vice-delegato alla sicurezza e segretario sportivo: Anselmo Iovine



Responsabile scouting: Graziano Ursino



Delegato alla sicurezza: Guerino Scida



Vice-delegato alla sicurezza: Rosario Panebianco



Slo: Sandro Oliverio



Addetto manutenzione manto erboso: Giuseppe Falbo



Responsabile magazzino: Franco Alessi



Magazzinieri: Ruslan Zgashchak, Bruno Figliuzzi, Rodolfo Scalise



Segretario sportivo: Anselmo Iovine



Team manager: Gianluca Macri



Addetto agli arbitri: Valentino Pedullà



Allenatore: Giovanni Stroppa nasce il 24 gennaio 1968 a Mulazzano, in provincia di Lodi. Cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Milan. Con i rossoneri vince la Coppa Italia Primavera nella stagione 1984-85. Nel 1987 viene ceduto in prestito al Monza, dove disputa due stagioni e nel campionato 1987-88 conquista la Coppa Italia serie C. Quindi torna al Milan e in due anni conquista una Coppa dei Campioni (1989-90), due Coppe Intercontinentali (1989, 1990) e due Supercoppe (1989, 1990). Nel 1991 passa alla Lazio dove giocherà per due stagioni. Nel 1993 viene acquistato dal Foggia di Zeman. In Puglia realizza il record di marcature stagionali (8). Inoltre viene convocato anche in Nazionale, dove dal 1993 al 1994 prende parte a quattro gare. Colleziona anche sette presenze e 3 reti con la Nazionale Under 21. Nel 1994 passa nuovamente al Milan, alzando altri due trofei: una Supercoppa e una Supercoppa italiana. Nel 1995 si trasferisce all'Udinese. L'avventura friulana dura due stagioni ma il campionato 1996-97 viene condizionato prima da un grave incidente d'auto, poi da un infortunio sul campo. Dal 1997 al 2000 passa al Piacenza in serie A. Nel gennaio del 2000 passa Brescia. Quindi si trasferisce al Genoa in serie B, dove rimarrà per due anni. L'anno dopo approda all'Alzano Virescit. Nella stagione 2003-04 passa all'Avellino dove ritroverà Zeman. Nella stagione seguente tornerà a Foggia. Infine nella stagione 2005-06 concluderà la carriera calcistica nel Chiari in serie D. Stroppa come allenatore inizia la sua carriera con la Primavera del Milan nel 2010, con cui vince la Coppa Italia Primavera. Il 13 luglio 2011 diventa l'allenatore del Sudtirol in Lega Pro. Termina la stagione al 7° posto. Nel 2012 firma un contratto con il Pescara neopromosso in serie A ma dopop appena quattro mesi viene esonerato. Il 20 giugno 2013 passa alla guida dello Spezia in serie B. Il 14 dicembre viene rimosso dopo la sconfitta per 4-0 contro il Varese. Il 20 aprile 2015 torna sulla panchina del Sudtirol, dove conclude il campionato all'11° posto. L'anno successivo viene confermato e termina la stagione al 10° posto. Infine il 14 agosto del 2016 viene ingaggiato dal Foggia. Stroppa riporta il club pugliese in serie B dopo 19 anni e il 27 maggio 2017 conquista la Supercoppa di Lega Pro battendo 4-2 il Venezia. Nella stagione 2017-18 viene confermato alla guida dei satanelli, dove sfiora l'approdo ai playoff piazzandosi al 9° posto. Il 20 giugno 2018 diventa il nuovo tecnico del Crotone, appena retrocesso in serie B. Dopo nove partite viene esonerato. Viene richiamato dopo due mesi al posto del dimissionario Oddo



Allenatore in 2.a: Vincenzo Guerra



Collaboratore tecnico: Giuseppe Brescia



Preparatori atletici: Sergio Mascheroni, Fabio Allevi



Preparatore atletico e recupero infortuni: Elmiro Trombino



Preparatore portieri: Antonio Macrì



Responsabile sanitario: dott. Massimo Iera



Medici sociali: dott. Massimo Terra, dott. Loris Broccolo



Nutrizionista: Vincenzo Pace



Fisioterapisti: Armando Cistaro, Vincenzo Petrocca, Ivo Barillari



Osteopata: Rocco Massara



Responsabile magazzino: Franco Alessi



Magazzinieri: Ruslan Zgashchak, Bruno Figliuzzi, Rodolfo Scalise



Responsabile Settore Giovanile: Francesco Farina



Direttore tecnico: Antonio Galardo



Segretrario sportivo: Carlo Taschetti



Team manager: Piergiuseppe Ceraso



Allenatore "Primavera": Ivan Moschella



Campo di gioco: stadio "Ezio Scida". Quest'ultimo era un giocatore crotonese morto il 19 gennaio 1946 durante una trasferta con la squadra. Nel 1999 viene ristrutturato. Viene edificata la curva Nord e vengono ingrandite la Tribuna scoperta, la Tribuna coperta e il settore ospite. L'anno successivo, con la promozione in serie B, viene riedificata la curva Sud. La capienza è di 16.108 spettatori



Colori sociali: 1^ divisa maglia rosso-blu, calzoncini e calzettoni blu; 2^ divisa maglia, calzoncini e calzettoni bianchi



Sponsor: Envi Group



Sponsor tecnico: Zeus Sport



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 6 (6 in serie B); vittorie Livorno 2 (stagione 2014-15, 1-0), pareggi 1 (stagione 2015/16, 0-0), vittorie Crotone 3 (stagione 2018-19, 0-1)



Precedenti a Crotone in campionato: partite disputate 5 (5 in serie B); vittorie Crotone 3 (stagione 2015-16, 3-0), pareggi 0, vittorie Livorno 2 (stagione 2012-13, 1-2)



Classifica: 16° posto con 17 punti a pari merito con il Carpi



Cannonieri: Marco Firenze, classe 1993, ruolo trequartista con quattro reti



Crotone in casa: 2 vittorie (4-1 Foggia, 2-1 Padova), 5 pareggi (2-2 Brescia, 1-1 Salernitana, 1-1 Carpi, 1-1 Venezia, 0-0 Cittadella), 3 sconfitte (1-2 Verona, 0-1 Cosenza, 0-3 Spezia). Reti fatte 12, subite 13



Diffidati: Molina



Indisponibili: Marchizza, Martella



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (4-4-1-1): Cordaz, Sampirisi, Spolli, Vaisanen, Golemic, Firenze, Rohden, Barberis, Zanellato, Machach, Simy.



Prima squadra



Portieri: Cordaz 1983, Festa 1992, Figliuzzi 2000.



Difensori: Cuomo 1998, Curado 1995, Golemic 1991, Marchizza 1998, Sampirisi 1992, Spolli 1983, Tripaldelli 1999, Vaisanen 1994, Valietti 1999.



Centrocampisti: Barberis 1993, Benali 1992, Crociata 1997, Gomelt 1995, Firenze 1993, Machach 1996, Molina 1992, Rohden 1991, Romero 1995, Zanellato 1998.



Attaccanti: Mraz 1997, Nalini 1990, Nanni 2000, Pettinari 1992, Simy 1992, Spinelli 1997, Tripicchio 1996.



Movimenti di mercato



Arrivi: Tripaldelli 1999 difensore dallo Zwolle-Olanda (prestito/Sassuolo), Spolli 1983 difensore dal Genoa (prestito), Gomelt 1995 centrocampista dalla Dinamo Bucarest-Romania (definitivo), Crociata 1997 centrocampista al Carpi (prestito), Machach 1996 centrocampista dal Carpi (prestito/Napoli), Pettinari 1992 attaccante dal Lecce (prestito), Mraz 1997 attaccante dall'Empoli (prestito).

Partenze: Faraoni 1991 difensore Hellas Verona (prestito), Budimir 1991 attaccante al Maiorca-Spagna (prestito), Stoian 1991 attaccante alla Steaua Bucarest-Romania (definitivo), Crociata 1997 centrocampista al Carpi (prestito), Martella 1992 difensore dal Crotone (prestito).



Precedenti in campionato dalla stagione 2010-11



2010-11 serie B 13/11/2010 Cro.-Liv. 2-1 (18' Russotto C, 48' Surraco L, 80' Curiale C) Tozzi di Ostia Lido / 16-04-2011 Liv.-Cro. 1-2 (33' Djuric C, 44' Cutolo C, 94' Tavano L) Ostinelli di Como



2011-12 serie B 27/08/2011 Cro.-Liv. 1-2 (13' Florenzi C, 18' Dionisi rig. L, 85' Dionisi rig. L) Palazzino di Ciampino / 14/01/2012 Liv.-Cro. 2-1 (4' Sansone C, 24' Paulinho L, 49' Dionisi rig. L) Baratta di Salerno



2012-13 serie B 29/09/2012 Cro.-Liv. 1-2 (21' Luci L, 39' Gabionetta C, 87' Siligardi L) Pasqua di Tivoli / 26/02/2013 Liv.-Cro. 1-2 (27' Paulinho L, 43' Gabionetta rig. C, 64' Ciano C) Pairetto di Nichelino



2014-15 serie B 03/10/2014 Liv.-Cro. 1-0 (62' Bernardini) Pezzuto di Lecce / 28/02/2015 Cro.-Liv. 1-0 (20' Ciano) Abbattista di Molfetta



2015-16 serie B 17/10/2015 Cro.-Liv. 3-0 (36' Balasa, 65' Torromino, 84' Capezzi) Manganiello di Pinerolo / serie B 01/03/2016 Liv.-Cro. 0-0 Saia di Palermo



2018-19 serie B 13/09/2018 Liv.-Cro. 0-1 (85' Simy) Piccinini di Forlì



Partite disputate: 11. Vittorie Livorno 4, pareggi 1, vittorie Crotone 6. Reti fatte Livorno 10, subite 14.



A Livorno: 6. Vittorie Livorno 2, pareggi 1, vittorie Crotone 3. Reti fatte Livorno 5, subite 6.



A Crotone: 5. Vittorie Crotone 3, pareggi 0, vittorie Livorno 2. Reti fatte Crotone 8, subite 5.



Marcatori del Livorno: 3 reti Dionisi; 2 reti Paulinho; 1 rete Surraco, Tavano, Luci, Siligardi, Bernardini.



Coppa Italia



2008-09 Terzo Turno Eliminatorio 23/08/2008 Crotone-Livorno 0-3 (27' Filippini, 48' Diamanti, 58' Tavano) Ciampi di Roma (Livorno passa al 4° turno)



2018-19 Terzo Turno Eliminatorio 12/08/2018 Livorno-Crotone 0-1 (61' Rohden) Rocchi di Firenze (Livorno eliminato)




commenta
Conosciamoli meglio: il Pescara dell'ex tecnico amaranto Pillon
martedė 22 gennaio 2019 - 22:34
 


DELFINO PESCARA 1936 s.r.l. (1936)



Il 4 luglio 1936 nasceva il Pescara Calcio, approdato in serie A ben sei volte nella sua storia. Ha partecipato a trentasette campionati di serie B. Nel 1936 la squadra assunse il nome di Associazione Sportiva Pescara. Il nuovo club adottò come colori sociali: il bianco e l'azzurro. Al termine della stagione 1940/41 arrivò per il Pescara la prima promozione in serie B. Nella stagione 1976/77, dopo gli spareggi, ottenne la prima promozione in serie A per il club adriatico.



Presidente: Daniele Sebastiani è un imprenditore pescarese, attivo nel business della finanza (leasing) e delle costruzioni. Il 28 novembre 2011 viene nominato presidente del club abruzzese. Il numero uno del sodalizio biancazzurro è riuscito a portare il Pescara per due volte in serie A (2011/12 e 2015/16)



Presidente onorario: Vincenzo Marinelli



Vice-presidente: Gabriele Bankowski



Consigliere: Roberto Druda



Direttore sportivo: Luca Leone



Direttore tecnico: Giorgio Repetto



Segretario generale: Luigi Gramenzi



Segretario sportivo: Tonino Falcone



Responsabile area marketing: Vincenzo De Prisco



Area marketing: Pietro Falconio



Amministrazione: Elena Di Stefano



Responsabile biglietteria: Francesco Troiano



Team manager: Andrea Gessa



Responsabile area comunicazione: Massimo Mucciante



Supporter Liaison Officer: Giovanni Potenza



Web media manager: Alceo Tontodonati



Segreteria: Catia Crocetta



Direttore generale: Giuseppe Geria



Coordinatore tecnico: Tonino Di Battista



Allenatore: Giuseppe Pillon è nato nel 1957 a Preganziol in provincia di Treviso. La carriera da calciatore inizia alla metà degli anni '70 (Alessandria) e finisce negli anni '90 con il Treviso. Inoltre ha indossato anche le maglie di Seregno, Padova, Pordenone, Prato, Asti, Spezia e Giorgione. Da allenatore il suo cammino è iniziato nella stagione 1992/93 nel Salvarosa (Promozione veneta). Nel 1994 l'esperienza al Bassano nel Campionato Nazionale Dilettanti (3° posto). Quindi il miracolo Treviso portato in tre anni dalla serie D alla serie B. Dopo le sfortunate esperienze con Padova (esonerato dopo 18 giornate e sostituito da Colautti), Genoa (esonerato e sostituito da Cagni), Lumezzane (dove subentra a Scanziani) e Pistoiese (esonerato dopo 17 giornate e sostituito da Caso). Nel 2001 passa all'Ascoli. Il primo anno ottiene una promozione in serie B, vincendo anche la Supercoppa di Lega di serie C proprio contro il Livorno (andata Ascoli-Livorno 1-0 e ritorno Livorno-Ascoli 2-1) mentre il secondo anno ottiene una tranquilla salvezza (12° posto). Nel 2003 a novembre sostituisce Marco Tardelli al Bari, dove perde lo spareggio salvezza contro il Venezia. Ma in estate i pugliesi conserveranno la categoria a seguito del fallimento dell'Ancona e il Napoli. Nel 2004 ritorna al Treviso sostituendo D'Astoli, con la squadra all'ultimo posto in classifica. A fino anno il Treviso si piazza al 5° posto. Disputa i playoff ma in semifinale viene eliminato dal Perugia. Comunque in estate arriverà la prima storica promozione in serie A a seguito della condanna sportiva del Genoa e le mancate iscrizioni del Torino e del Perugia. Nel 2005 viene ingaggiato dal ChievoVerona, dove ottiene il 7° posto e la qualificazione alla Coppa Uefa. In seguito alla scandalo del calcio italiano nel 2006, ottiene il 4° posto e la qualificazione alla Champions League. Nel campionato successivo dopo appena sei giornate e un punto conquistato, viene sostituito da Luigi Del Neri. Il 13 giugno 2007 torna per la terza volta sulla panchina del Treviso in serie B. La squadra fu allestita per vincere il campionato ma la compagine biancazzurra non darà i frutti sperati, chiudendo il campionato al 18° posto. Nel 2008 una breve esperienza alla Reggina durata tre gare e sfociata nell'esonero del tecnico veneto. Quindi il ritorno all'Ascoli al posto di Alessandro Pane. Pillon conduce i bianconeri alla salvezza (9° posto). Nel 2010/11 l'esperienza al Livorno in serie B. Dopo 26 giornate di campionato (8 vittorie, 9 pareggi ed altrettane sconfitte) viene esonerato il 12 febbraio 2011 (Portogruaro-Livorno 2-0) e sostituito da Walter Novellino. Il 2 ottobre 2011, dopo l'esonero di Alfredo Aglietti, firma un contratto che lo lega all'Empoli. Ma dopo nove giornate viene esonerato e sostituito da Carboni. Il 16 marzo 2013 torna ad allenare la Reggina. Termina la sua seconda avventura sulla panchina degli amaranto, con la salvezza della squadra calabrese (17° posto). Il 17 marzo 2014 il Carpi lo ingaggia in sostituzione dell'esonerato Stefano Vecchi e porta la squadra ad una tranquilla salvezza (12° posto). Il 16 marzo 2015 passa alla guida del Pisa in Lega Pro, in sostituzione dell'esonerato Piero Braglia. Dopo appena una settimana dal suo ingaggio, decide di dimettiersi in seguito alle sconfitte contro Lucchese e San Marino. Il 2 dicembre 2015, dopo 18 anni, diventa il nuovo allenatore del Padova, sostituendo l'esonerato Carmine Parlato. Chiude la stagione al 5° posto ma la società biancoscudata non gli rinnova il contratto. Il 15 aprile 2017 viene ingaggiato dall'Alessandria in sostituzione di Piero Braglia. Porta il club piemontese fino alla finale playoff, dove viene sconfitta dal Parma che approda in serie B. Nonostante l'accesso a una storica finale il club decide di non rinnovargli il contratto. Il 4 aprile 2018 sostituisce Massimo Epifani sulla panchina del Pescara. Termina il campionato al 17° posto e la società adriatica lo conferma



Allenatore in 2.a: Emanuele Pesoli



Preparatore dei portieri: Gabriele Aldegani



Preparatore atletico: Giacomo Tafuro



Match analyst: Diego Labricciosa



Responsabile area medica: dott. Vincenzo Salini



Medici sociali: dott. Michele Abate, dott. Ernesto Sabatini



Recupero infortunati: Jacopo Pillon



Responsabile staff fisioterapia: Claudio D'Arcangelo



Fisioterapisti: Marco Rossi, Rocco Trivarelli



Chiropratico: Tonino Salvi



Capo magazziniere: Luciano Palombi



Magazziniere: Gabriele Colantonio



Direttore generale settore giovanile: Giuseppe Geria



Coordinatore tecnico: Antonio Di Battista



Responsabile scuola calcio: Angelo Londrillo



Ufficio stampa giovanili: Andrea Mazzetti



Allenatore "Primavera": Luciano Zauri



Campo di gioco: lo stadio Adriatico "G. Cornacchia" venne inaugurato il 29 dicembre 1955. Nel 1977 lo stadio subisce delle modifiche: ampliamento delle curve e delle tribune con l'innesto di un secondo anello. L'impianto segue la linea dello stadio Olimpico di Roma. Lo stadio è stato ristrutturato nel 2008 e nel 2009. A ottobre, sempre del 2009, lo stadio è stato intitolato all'atleta pescarese Giovanni Cornacchia, specialista dei 110 m ostacoli. Oggi lo stadio "Adriatico" di Pescara, ha una capienza di 20.486 posti



Colori sociali: 1^ divisa maglia bianco-azzurra, calzoncini e calzettoni bianchi; 2^ divisa maglia celeste-blu, calzonicini celesti e calzettoni bianchi



Sponsor: Serraiocco Consulting, Liofilchem Diagnostici, Sarni



Sponsor tecnico: Erreà



Gli ex amaranto: Vincenzo Fiorillo, portiere classe 1990, a Livorno ha giocato nel 2012 per un totale di 28 presenze (totale minuti giocati 2.444'). Con gli amaranto ha ottenuto la promozione in serie A dopo la finale playoff con l'Empoli nella stagione 2012/13. Gabriele Aldegani è il preparatore dei portieri del Pescara. Il quarantaduenne nato a Venezia ha difeso anche la porta del Livorno, in tre annate diverse. Per lui solo tre presenze (due nella stagione 2002/03, nessuna nella stagione 2012/13 e una nella stagione 2013/14). Nel primo campionato di serie B fece la riserva di Marco Amelia, giocando due gare per un totale di 180' minuti: Livorno-Ternana 1-2 e Livorno-Catania 2-1. Nel secondo campionato, c'era anche lui, pur non scendendo mai in campo, la stagione 2012/13, terminò con la promozione in serie A. Nel terzo campionato di serie A subentrò all'ultima giornata di campionato a Luca Anania, negli ultimi sette minuti di Parma-Livorno 2-0. In quella stagione fece da chioccia al titolare Francesco Bardi. Infine l'allenatore del Pescara, Giuseppe Pillon. Nato nel 1957 a Preganziol in Veneto, ha svolto una buona carriera di allenatore, iniziata nel 1992 alla guida del Salvarosa. Il 4 giugno 2010 si accorda con il Livorno appena retrocesso dalla serie A. Il rendimento un pò troppo altalenante, spinge il presidente Aldo Spinelli ad esonerarlo dopo 26 giornate, il 12 febbraio 2011 dopo la sconfitta a Portogruaro (2-0)



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 7 (1 in serie A-B, 5 in B, 1 in C1); vittorie Livorno 4 (ultima stagione 2015-16, 4-0), pareggi 1 (stagione 2010-11, 1-1), vittorie Pescara 2 ( stagione 2014-15, 1-2);



Precedenti a Pescara in campionato: partite disputate 8 (1 in serie A-B, 6 in B, 1 in C1); vittorie Pescara 3 (stagione 2018-19, 2-1), pareggi 2 (ultimo stagione 2003-04,0-0), vittorie Livorno 3 (ultima stagione 2011-12, 0-2)



Classifica: 3° posto con 33 punti



Capocannoniere: Leonardo Mancuso, classe 1992, ruolo ala destra con 9 reti



Pescara fuori casa: 1 vittoria (1-3 Spezia), 4 pareggi (1-1 Cremonese, 1-1 Brescia, 2-2 Padova, 1-1 Cosenza), 3 sconfitte (3-0 Palermo, 2-1 Perugia, 3-1 Verona). Reti fatte Pescara 10, subite 14



Diffidati: Balzano, Del Grosso, Machin Dicombo, Memushaj



Indisponibili: Cocco, Elizalde, Fornasier, Forte



Squalificati: nessuno ù



Probabile formazione (4-3-3): Fiorillo, Ciofani, Gravillon, Scognamiglio, Del Grosso, Memushaj, Brugman, Machin, Marras, Antonucci, Mancuso.



Prima squadra



Portieri: Farelli 1983, Fiorillo 1990, Galante 2002, Kastrati 1997, Scuccimarra 2000.



Difensori: Balzano 1986, Bettella 2000, Campagnaro 1980, Ciofani 1988, Crecco 1995, Del Grosso 1983, Elizalde 2000, Gravillon 1998, Perrotta 1994, Sconamiglio 1987.



Centrocampisti: Brugman 1992, Kanoutè 1998, Machin 1996, Melegoni 1999, Memushaj 1986.



Attaccanti: Antonucci 1999, Capone 1999, Cocco 1986, Del Sole 1998, Forte 1994, Mancuso 1992, Marras 1993, Monachello 1994.



Movimenti di mercato



Arrivi: Bettella 2000 difensore dall'Atalanta (prestito).



Partenze: Scalera 1998 difensore alla Sambenedettese (prestito), Palazzi 1996 centrocampista al Monza (prestito), Fornasier 1993 difensore al Venezia (prestito).



Precedenti in campionato dalla stagione 1945-46



1945-46 serie A-B 30/12/1945 P.Liv.-Pes. 1-0 (73' Raccis) Stampacchia di Napoli / 07/04/1946 Pes.-P.Liv. 1-2 (5' Raccis L, 65' Guarnieri P, 82' Picchi I L) Cappucci di Roma



1982-83 serie C1/B 05/12/1982 Liv.-Pes. 1-3 (15' Mazzeo P, 31' Mazzeo P, 52' Tacchi P, 76' Piga L) Ongaro di Rovigo / 24/04/1983 Pes.-Liv. 1-1 (87' Massi P, 90' Nuccio L) Mele di Bergamo



2003-04 serie B 09/11/1993 Pes.-Liv. 0-0 Bergonzi di Genova / 03/04/2004 Liv.-Pes. 5-1 (28' C. Lucarelli rig. L, 47' I. Protti L, 53' C. Lucarelli rig. L, 74' I. Protti L, 76' Gorgone P, 79' Danilevicius L) Nucini di Bergamo



2010-11 serie B 04/12/2010 Liv.-Pes. 1-1 (13' Mengoni P, 54' Schiattarella L) / 06/05/2011 Pes.-Liv. 0-1 (15' Pinna aut.) Tozzi di Ostia Lido



2011-12 serie B 05/11/2011 Liv.-Pes. 3-1 (21' Cascione P, 23' Paulinho L, 37' Paulinho L, 59' Barone L) Cervellera di Taranto / 15/05/2012 Pes.-Liv. 0-2 (4' Dionisi, 12' Belingheri) Baratta di Salerno



2014-15 serie B 28/12/2014 Liv.-Pes. 1-2 (36' Galabinov L, 48' Maniero P, 80' Maniero rig. P) Abisso di Palermo / 22/05/2015 Pes.-Liv. 3-0 (30' Melchiorri, 52' Bjarnason, 92' Bjarnason) Maresca di Napoli



2015/16 serie B 06/09/2015 Liv.-Pes. 4-0 (7' Vantaggiato rig., 33' Vantaggiato, 41' Ceccherini, 53' Fedato) Saia di Palermo / 16/01/2016 Pes.-Liv. 2-1 (56' Moscati L, 66' Cocco rig. P, 92' Caprari rig. P)



2018-19 serie B 02/09/2018 Pes.-Liv. 2-1 (47' Cocco rig. P, 60' Cocco rig. P, 67' Porcino L) Maggioni di Lecco



Partite disputate: 15. Vittorie Livorno 7, pareggi 3, vittorie Pescara 5. Reti fatte Livorno 24, subite 17.



A Livorno: 7. Vittorie Livorno 4, pareggi 1, vittorie Pescara 2. Reti fatte Livorno 16, subite 8.



A Pescara: 8. Vittorie Pescara 3, pareggi 2, vittorie Livorno 3. Reti fatte Pescara 9, subite 8.



Marcatori del Livorno: 2 reti Raccis, C. Lucarelli, I. Protti, Paulinho, Vantaggiato; 1 rete Picchi I, Piga, Nuccio, Danilevicius, Schiattarella, Barone, Dionisi, Belingheri, Galabinov, Ceccherini, Fedato, Moscati, Porcino. Più un'autorete: Pinna.



Coppa Italia



2001-02 serie C (quarti di finale) 16/01/2002 Liv.-Pes. 2-0 and. (8' Saverino rig., 73' Martino) Liberti di Genova / 06/02/2002 Pes.-Liv. 2-1 rit. (69' Tisci rig. P, 79' Scichilone L, 90' Tisci P) Livorno passa in semifinale




commenta
Conosciamoli meglio: il Padova di mister Bisoli
venerdė 28 dicembre 2018 - 15:06
 


CALCIO PADOVA s.p.a. (2014)



Il 29 gennaio 1910 al Bar Borsa, in Piazzetta delle Garzerie, viene fondata l'Associazione Calcio Padova. Centodiciotto anni di storia, di alti e bassi: dal leggendario Nereo Rocco che ha portato il club al vertice della serie A, alle terribili stagioni che lo hanno fatto sprofondare in serie C. Il 24 luglio 2014 per volontà di due imprenditori, Giuseppe Bergamin e Roberto Bonetto, nasce la Biancoscudati Padova, società dilettantistica che dopo le vicessitudini che hanno portato alla retrocessione alla serie B e alla mancata iscrizione al campionato di Lega Pro. Al primo anno i Biancoscudati centrano la promozione in Lega Pro. Il 6 luglio 2015 la Figc certifica il cambio di denominazione: Calcio Padova spa. Nel campionato 2017/18 il Padova dopo tre anni rimette piede nel campionato di serie B. Nella stagione 1979/80 vince la Coppa Italia di serie C e nel 2018 la Supercoppa di serie C mentre a livello giovanile conquista lo scudetto con la Primavera nel 1965/66. Vanta 16 presenze in serie A, l'ultima nel 1995/96 mentre ha partecipato al campionato di serie B 39 volte. I suoi colori sociali sono il bianco con lo scudo rosso.



Presidente: Roberto Bonetto, 65 anni, è il presidente del Padova. Oggi detiene il 70 per cento delle quote societarie. Guida la finanziaria Thaema Italia, che ha interessi nell'energia, nelle calzature sportive e negli immobili



Vice-presidente: Edoardo Bonetto



Consiglieri: Moreno Beccaro, Alessandra Bianchi, Daniele Boscolo Meneguolo, Fabio Pinelli, Luca Destro, Gianpaolo Salot, Robewrto Gumirato



Direttore generale e responsabile area tecnica: Giorgio Zamuner



Collaboratore area tecnica: Rino Lavezzini



Team manager: Marcelo Mateos



Dirigente accompagnatore: Rosario Ferrigno



Segretario sportivo: Fabio Pagliani



Amministrazione: Benedetto Facchinato



Responsabile biglietteria: Riccardo Zanetto



Collaboratore biglietteria: Alessandro Agostini



Collaboratore segreteria e logistica: Francesco Stecca



Responsabile marketing: Enrico Candeloro



Gestione relazioni con gli sponsor: Giulia Berti



Responsabile commerciale: Massimo Minetto



Immagine e direzione house organ: Ferruccio Ruzzante



Responsabile ufficio stampa e SLO: Massimo Candotti



Web editor e social manager: Dante Piotto



Allenatore: Pierpaolo Bisoli è nato a Porretta Terme (Bologna) il 20 novembre 1966. Tra il 1981 ed il 2003 è stato calciatore (ruolo centrocampista). Ha aperto e chiuso la carriera con la maglia della squadra della sua città: Porretta Terme. Ha giocato anche con Pistoiese, Alessandria, Arezzo, Viareggio, Cagliari, Empoli, Perugia e Brescia. Nella stagione 1999/00 ha indossato la maglia del Perugia in serie A con Mazzone in panchina. Intraprende la carriera di allenatore come vice di Zoff alla Fiorentina (2004/05). L'anno dopo diventa il mister del Prato dove ha lanciato l'ex amaranto Alessandro Diamanti. Due anni dopo si trasferisce al Foligno (serie C1), partecipando ai playoff, dove viene eliminato in semifinale dal Cittadella. Il tecnico bolognese lancia i calciatori Parolo (attualmente alla Lazio), Volta (Perugia) e Cacciatore (ChievoVerona). A Foligno Bisoli ha collaborato con l'attuale direttore sportivo del Perugia Calcio Marcello Pizzimenti. Il 6 giugno 2008 diventa il nuovo allenatore del Cesena (Prima Divisione). Chiude il campionato al primo posto e per gli emiliani arriva la promozione in serie B. L'anno successivo viene confermato e conclude la stagione con la promozione in serie A del Cesena. In quella stagione ha allenato anche Michele Tardioli, oggi vice-allenatore del Perugia. Il 22 giugno 2010 è il nuovo allenatore del Cagliari ma dopo cinque mesi viene esonerato. Il 26 maggio 2011 diventa il nuovo allenatore del Bologna al posto di Alberto Malesani. Dopo un pareggio e quattro sconfitte in campionato viene esonerato. Infine ritorna ad allenare il Cesena, subentrando a Nicola Campedelli (fratello del presidente), esonerato dopo appena tre giornate di campionato. Conclude il campionato con la salvezza. In quel Cesena giocava anche il difensore Gianluca Comotto, attualmente nella rosa del Perugia. Nella successiva stagione conclude al 4° posto e nella finale playoff contro il Latina conquista la promozione in serie A. Viene confermato sulla panchina del Cesena ma l'8 dicembre 2014 viene esonerato. Dal 5 giugno 2015 è il nuovo allenatore del Perugia. Alla fine stagione viene esonerato per non aver raggiunto i playoff. Il 3 ottobre passa al Vicenza, dove sostituisce l'esonerato Franco Lerda, ma a sei giornate dalla fine viene allontanato. Il 21 giugno 2017 diventa il nuovo tecnico del Padova e a fine stagione la squadra viene promossa in serie B. Viene confermato ma il 6 novembre 2018 viene esonerato dalla società biancoscudata. Dopo un mese e mezzo viene richiamato alla guida tecnica della squadra al posto dell'ex allenatore del Livorno, Claudio Foscarini



Vice allenatore: Alessandro Turone



Collaboratore tecnico: Marco Dal Moro



Preparatore dei portieri: Adriano Zancopè



Preparatori atletici: Danilo Chiodi, Matrteo Zambello



Dirigente accompagnatore: Rosario Ferrigno



Magazzinieri: Luciano De Franceschi, Stefano Zoia



Responsabile sanitario: dott. Pierantonio Michieli



Consulente ortopedico: dott. Giovanni Munaron



Fisioterapisti: Robert Kindt, Filippo Ranzato



Massofisioterapista: Filippo Norbiato



Fisiatra: Enrico Trevisi



Fisioterapista trattamento riabilitativo: Vito Cocita



Radiologo: dott. Giulio Pasquotti



Responsabile settore giovanile: Fulvio Simonini



Responsabile organizzativo e segretario sportivo: Michele Capovilla



Responsabile attività di base: Alberto Piva



Responsabile scouting: Ottorino Cavinato



Responsabile gemellate-logistica: Federico Nichele



Tutor foresteria: Andrea Bonfanti



Responsabile scuola calcio academy: Luca Romaniello



Responsabile tecnico scuola calcio: Antonio Biancucci



Segretaria: Marianna Bonaldi



Segretario: Alessandro Spinello



Amministrazione academy: Katia Fassina



Addetto stampa: Massimo Candotti



Responsabile web & social network: Dante Piotto



Psicologa: Cinzia Mattiolo



Allenatore "Primavera": Matteo Centurioni



Campo di gioco: lo stadio "Euganeo" dal 1994 ospita le partite casalinghe del Padova. I lavori di costruzione iniziarono il 2 dicembre 1989. La capienza attuale è di 8.000 spettatori



Centro Sportivo Euganeo: è stato costruito per ospitare l'attività di tutte le formazioni biancoscudate. E' stato inaugurato nel 1991, a marzo, e comprende 5 campi, sauna con idro massaggio, palestra, infermeria con attrezzature, magazzino, uffici, bar, biglietterie ed ampio parcheggio esterno



Colori sociali: maglia bianca, calzoncini e calzettoni bianchi



Sponsor: Italiana Assicurazioni Real Group



Sponsor tecnico: Kappa



Palmares: 1 Coppa Italia di serie C (1979/80), 1 Supercoppa di serie C (2018)



Palmares in competizioni giovanili: 1 Campionato Nazionale Juniores (1960), 1 Campionato Primavera (1965/66), 1 Campionato De Martino (1965/66), 2 Campionati Nazionali "Dante Berretti" (1972/73, 1974/75), 1 Campionato Giovanissimi (1989/90)



Gli ex amaranto: Simone Salviato classe 1987 è nato proprio a Padova. E' cresciuto nelle giovanili di Padova, Dolo e Venezia. Nei grandi ha debuttato nella stagione 2005/06 a Trento in serie D. Nel 2008 il grande salto in serie B al Mantova. Dopo l'esperienza con i virgiliani, nel 2010 lo preleva il Livorno (serie B). Per ben tre stagioni il difensore ha militato con il Livorno. In totale per Salviato sono arrivate 96 presenze e anche 4 reti. Con gli amaranto ha conquistato la promozione in serie A nella stagione 2012-13, dopo aver vinto la finale playoff contro l'Empoli. Dopo un mese lascia la maglia amaranto e passa al Novara in serie B. Luca Belingheri è un trequartista, bergamasco di Lovere classe 1983. Belingheri è cresciuto nell'Alzano Virescit con cui ha debuttato in serie C nella stagione 2001-02. Nel gennaio 2003 si è trasferito al Como debuttando in serie A. Dal 2011 al gennaio 2014 passa al Livorno, dove vince il campionato di serie B 2012-13 insieme a Salviato. Torna in serie B al Cesena, poi nella stagione 2014-15 torna a vestire la maglia amaranto. Con i labronici indossa la maglia per quattro anni con la quale disputa 96 gare di campionato e playoff di serie B. Inoltre colleziona anche 4 presenze in Coppa Italia. Nella successiva stagione passa al Modena. Infine Nico Pulzetti è nato a Rimini il 13 febbraio 1984, ruolo centrocampista, cresce nel vivaio del Cesena e debutta a 20 anni in serie C 1 (2003/04) con i bianconeri. Il 17 luglio 2007 viene ingaggiato dal Livorno ed esordisce in serie A con la maglia amaranto il 25 agosto 2007 in Juventus-Livorno 5-1. Nonostante la retrocessione in serie B degli amaranto, Pulzetti resta al Livorno e l'anno successivo la squadra labronica ritorna in serie A (2008/09). Rimane ancora al Livorno per il terzo anno consecutivo ma la squadra retrocede nuovamente in serie B. Pulzetti con gli amaranto disputa 97 incontri mettendo a segno 5 reti (più 5 presenze in Coppa Italia). Quindi il 1° luglio 2010 si trasferisce in prestito al Bari



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 15 (3 in serie A, 10 in B, 2 in C1), vittorie Livorno 10 (ultima stagione 2012-13, 3-2), pareggi 3 (ultimo stagione 2010-11, 3-3), vittorie Padova 2 ( stagione 2011-12, 1-2)



Precedenti a Padova in campionato: partite disputate 15 (3 in serie A, 10 in B, 2 in C1), vittorie Padova 7 (ultima stagione 2011-12, 1-0), pareggi 6 (ultimo stagione 2012-13, 0-0), vittorie Livorno 2 (ultima stagione 2001-02, 0-2)



Classifica: 19° posto con 11 punti



Padova fuori casa: 1 vittoria (2-3 Ascoli), 1 pareggi (1-1 Verona), 5 sconfitte (3-0 Salernitana, 2-1 Foggia, 4-1 Brescia, 2-1 Crotone, 2-1 Cosenza). Reti fatte Padova 8, subite 16



Capocannoniere: Federico Bonazzoli, ruolo attaccante, classe 1997 con 4 reti



Diffidati: Trevisan



Indisponibili: Broh, Guidone, Madonna, Mandorlini, Ravanelli, Sarno



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (4-3-1-2): Perisan, Cappelletti, Capelli, Trevisan, Contessa, Pulzetti, Mazzocco, Clemenza, Belingheri, Bonazzoli, Capello.



Prima squadra



Portieri: Favaro 1995, Merelli 1996, Perisan 1997.



Difensori: Cappelletti 1991, Capelli 1986, Ceccaroni 1995, Contessa 1990, Ravanelli 1997, Salviato 1987, Trevisan 1983, Vogliacco 1998, Zambataro 1998.



Centrocampisti: Belingheri 1983, Broh 1997, Capello 1995, Della Rocca 1987, Madonna 1986, Mandorlini 1988, Mazzocco 1995, Pinzi 1981, Pulzetti 1984, Scevola 1998, Serena 1996.



Attaccanti: Bonazzoli 1997, Chinellato 1991, Cisco 1998, Clemenza 1997, Guidone 1986, Marcandella 1997, Minesso 1990, Sarno 1988.



Movimenti di mercato Arrivi: Bonazzoli 1997 attaccante dalla Spal (prestito/Sampdoria), Capelli 1986 difensore dallo Spezia (definitivo), Ceccaroni 1995 difensore dallo Spezia (prestito), Della Rocca 1987 centrocampista dalla Salernitana (definitivo), Favaro 1995 portiere dal Mestre (fine prestito), Minesso 1990 attaccante dal Bassano (definitivo), Perisan 1997 portiere dall'Arezzo (prestito/Udinese), Scevola 1998 centrocampista dal Rieti (fine prestito), Vogliacco 1998 difensore dalla Juventus Primavera (prestito), Clemenza 1997 attaccante dall'Ascoli (prestito/Juventus), Broh 1997 centrocampista dal Sudtirol (prestito/Sassuolo). Partenze: Zivkov 1995 difensore alla Reggina (definitivo), Bellemo 1995 centrocampista alla Pro Vercelli (prestito/Spal), Lanini 1994 attaccante all'Imolese (prestito/Juventus), Bindi 1987 portiere al Pordenone (definitivo), Russo 1986 difensore alla Robur Siena (definitivo), Candido 1993 attaccante al Rimini (definitivo), Fabris 1993 centrocampista al Monopoli (definitivo), Piovanello 2000 centrocampista al Bari (prestito), Gliozzi 1995 attaccante alla Robur Siena (prestito/Sassuolo).



Ricorsi dal campionato 1929-30



1929-30 serie A 10/11/1929 Pad.-Liv. 3-1 (14' Gamba P, 19' Alberti L, 35' Gamba P, 84' Gamba P) Galassi di Roma / 13/04/1930 Liv.-Pad. 4-3 (11' Magnozzi L, 16' Vecchina P, 32' Palandri L, 40' Palandri L, 41' Vecchina P, 73' Zini L, 86' Lamon I. P) Grossi di Milano



1931-32 serie B 27/12/1931 Pad.-Liv. 4-1 (34' Corsetti L, 51' Rossi P, 56' Rossi rig. P, 65' Perazzolo P, 70' Frossi P) Lenti di Genova / 22/05/1932 Liv.-Pad. 2-0 (24' Silvestri, 69' Castellani) Ciamberlini di Genova



1933-34 serie A 17/09/1933 Pad.-Liv. 1-1 (15' Spivach P, 47' Busoni L) Caironi di Milano / 21/01/1934 Liv.-Pad. 3-1 (12' Bettini I P, 31' Dossena L, 32' Dossena L, 66' Magnozzi L) Mastellari di Bologna



1939-40 serie B 03/12/1939 Liv.-Pad. 6-2 (9' Zidarich I L, 34' Costanzo L, 36' Viani II rig. L, 42' Viani II L, 48' Zidarich I L, 54' Viani II L, 66' Chinol P, 72' Bettini G. P) Fois di Roma / 21/04/1940 Pad.-Liv. 2-1 (12' Degli Esposti P, 18' Zennaro L, 47' Pavan P) Ciamberlini di Sampierdarena



1948-49 serie A 14/11/1948 Liv.-Pad. 2-2 (37' Stradella L, 70' Stradella L, 83' Adcock P, 86' Degli Esposti P) Savio di Torino / 20/03/1949 Pad.-Liv. 2-1 (5' Checchetti P, 40' Checchetti P, 56' Conti II L) Silvano di Torino



1964-65 serie B 13/09/1964 Liv.-Pad. 1-0 (10' Mascalaito) Gonella di Torino / 07/02/1965 Pad.-Liv. 2-0 (12' Cairoli aut., 76' Mazzanti rig.) Laureti di Rimini



1965-66 serie B 14/11/1965 Liv.-Pad. 5-2 (34' Colautti L, 51' Balleri L, 53' Mazzanti rig. P, 62' Cella L, 72' Console L, 75' Cella L, 85' Mazzanti P) Vacchini di Milano / 24/04/1966 Pad.-Liv. 1-1 (54' Goffi P, 70' Cella L) Palazzo di Palermo



1966-67 serie B 11/09/1966 Pad.-Liv. 0-0 Schinetti di Brescia / 05/02/1967 Liv.-Pad. 1-0 (52' Mascalaito) Picasso di Chiavari



1967-68 serie B 26/11/1967 Pad.-Liv. 1-2 (63' Lombardo L, 88' Nardoni L, 89' Vigni P) Bernardis di Roma / 21/04/1968 Liv.-Pad. 1-0 (9' Santon) Canova di Bologna



1968-69 serie B 24/11/1968 Liv.-Pad. 2-3 (2' Santonico L, 6' Villa P, 34' Bergamo P, Fusi aut. L, 88' Villa P) Vacchini di Milano / 13/04/1969 Pad.-Liv. 0-0 Bravi di Roma



1998-99 serie C1/A 06/12/1998 Liv.-Pad. 2-1 (13' Fantini L, 87' Fiorio P, 90' Fantini L) Saccani di Mantova / 18/04/1999 Pad.-Liv. 0-0 S. Ayroldi di Molfetta



2001-02 serie C1/A 28/10/2001 Liv.-Pad. 1-1 (30' Pietranera P, 56' Saverino L) Cenni di Imola / 10/03/2002 Pad.-Liv. 0-2 (15' Alteri, 74' Ruotolo) Tonolini di Milano



2010-11 serie B 25/01/2011 Liv.-Pad. 3-3 (16' Renzetti aut. L, 30' Tavano L, 48' Vantaggiato P, 64' Tavano L, 72' Ronaldo Pompeu P, 80' Vantaggiato P) Baracani di Firenze / 21/05/2011 Pad.-Liv. 3-2 (58' Danilevicius L, 69' De Paula P, 82' Cuffa P, 85' Danilevicius L, 91' Italiano rig. P) Guida di Torre Annunziata



2011-12 serie B 01/11/2011 Pad.-Liv. 1-0 (17' Tutolo) Giacomelli di Trieste / 06/04/2012 Liv.-Pad. 1-2 (31' Bovo P, 42' Salviato L, 46' Bovo P) Ciampi di Roma



2012-13 serie B 03/09/2012 Liv.-Pad. 3-2 (9' Emerson L, 11' De Vitis P, 29' Siligardi L, 69' Bernardini L, 86' Galli P) Di Bello di Brindisi / Pad.-Liv. 0-0 Cervellera di Taranto



Partite disputate: 30. Vittorie Livorno 12, pareggi 9, vittorie Padova 9. Reti fatte Livorno 48, subite 39.



A Livorno: 15. Vittorie Livorno 10, pareggi 3, vittorie Padova 2. Reti fatte Livorno 37, subite 22.



A Padova: 15. Vittorie Padova 7, pareggi 6, vittorie Livorno 2. Reti fatte Padova 20, subite 12.



Marcatori del Livorno: 3 reti Viani II, Cella, 2 reti Magnozzi, Palandri, Dossena, Zidarich, Stradella, Mascalaito, Fantini, Tavano, Danilevicius 1 rete Silvestri, Alberti, Zini, Corsetti, Castellani, Busoni, Costanzo, Zennaro, Conti II, Colautti, Balleri, Console, Lombardo, Nardoni, Santon, Santonico, Saverino, Alteri, Ruotolo, Surraco, Salviato, Emerson, Siligardi, Bernardini. Più una autorete: Fusi.



Coppa Italia



1986-87 serie C 15/04/1987 Pad.-Liv. 0-0 and. Conforti di Macerata / 29/04/1987 Liv.-Pad. 3-0 rit. (1' D'Este, 58' Favaro aut., 62' I. Protti) Boggi di Salerno semifinali (Livorno passa in finale)



1987-88 girone 5 30/08/1987 Pad.-Liv. 2-2 (7-5 dr) 3.a giornata (18' Cupini P, 24' I. Protti L, 65' Pontis L, 83' Russo P) sequenza rigori Longhi P gol, Pontis gol L, Zanin gol P, Allegri gol L, Fermanelli gol P, Falsettini gol L, Russo L. gol P, Rizzo sbagliato L, Simonini gol P Acri di Novi Ligure (Livorno eliminato)




commenta
Di tutto...di pių..il Carpi dell'ex Enej Jelenic
domenica 23 dicembre 2018 - 23:10
 


CARPI FOOTBALL CLUB 1909 s.r.l. (1909)



Il club è stato fondato nell'estate del 1909, con la denominazione di Società Calcistica Jucunditas Carpi. Nel 1919 assume il nome di Associazione Calcio Carpi. Il club biancorosso viene rifondato nel 2000 con il nome di Carpi Calcio. Dopo due anni cambia il nome con l'attuale denominazione: Carpi Football Club 1909. In 109 anni di storia ha disputato dal 1922 ad oggi 11 campionati di serie B. I colori sociali sono il bianco e il rosso. Al termine della stagione 2012/13 ha conquistato la prima storica promozione in serie B, chiudendo il campionato al 3° posto e qualificandosi per i playoff. In semifinale gli emiliani eliminano il Sudtirol e in finale vincono contro il Lecce.



Presidente: Claudio Caliumi



Amministratore delegato e socio di maggioranza: Stefano Bonacini



Socio di maggioranza: Roberto Marani



Direttore generale: Stefano Stefanelli



Segreteria sportiva: Mauro Bellentani



Direttore sportivo: Nicola Benedetti



Team manager: Giuseppe Valentino



Responsabile amministrazione: Ileana Raviola



Amministrazione: Rosy Russo



Responsabile biglietteria: Stefania Sacchi



Responsabile marketing: Emanuele Barletta



Ufficio marketing: Paolo Ferrari



Ufficio stampa: Enrico Ronchetti



Responsabile sicurezza: Luca Diana



Vice-responsabile sicurezza: Stefano Zoboli



SLO-Rapporti con la tifoseria: Simone Severi



Responsabile tecnico prima squadra: Fabrizio Castori è nato a San Severino Marche, in provincia di Macerata, l'11 luglio 1954. Inizia la carriera di allenatore nel Cerreto (Eccellenza) nel 1989/90. Dopo aver vinto due campionati di Eccellenza con Cerreto e Tolentino, nel 1995, sempre con il Tolentino, la sua prima squadra professionistica che allena in serie C2 fino al 1988. Nella stagione successiva ritorna tra i Dilettanti e con la Virtus Lanciano vince il campionato di serie D. Nel 1999/00 è alla guida del Castel di Sangro (serie C1) ma viene esonerato. Nel 2000/01 ritorna alla Virtus Lanciano dove vince il campionato di serie C2. Viene confermato per altri due anni e nel 2003 viene ingaggiato dal Cesena. Con la squadra romagnola ottiene subito la promozione in serie B, battendo ai playoff il Lumezzane. La furibonda rissa scoppiata al termine della gara gli costa due anni di squalifica. Il Cesena, comunque, gli rinnova il contratto fino al 2009. Nel 2005/06 porta gli emiliani ai playoff ma viene eliminato in semifinale dal Torino. Nel 2007, a dicembre, viene esonerato dal presidente Campedelli ma il 25 febbraio 2008 viene richiamato alla guida dei romagnoli. Alla fine del campionato il Cesena retrocede in serie C1. Nella stagione 2008/09 passa alla guida della Salernitana (serie B). Anche in Campania arriva l'esonero. Dopo appena un mese viene richiamato dai granata ma la società campana lo esonera per la seconda volta. Il 2 luglio 2009 diventa il nuovo allenatore del Piacenza in serie B ma dopo appena 13 giornate viene allontanato. Nella stagione 2010/11 viene chiamato dall'Ascoli (serie B), dopo 12 giornate, per sostituire Gustinetti. Con i marchigiani ottiene la salvezza e viene confermato per la stagione successiva. Il 2 dicembre 2012 viene esonerato. Il 13 giugno 2012 viene ingaggiato dal Varese ma viene esonerato il 17 aprile 2013. Il 21 ottobre 2013 subentra ad Atzori nella Reggina. Dopo appena sei partite sulla panchina del calabresi viene esonerato. Il 30 giugno 2014 viene ingaggiato dal Carpi. Il 28 aprile 2015 conquista la prima promozione in serie A del club emiliano. La società biancorossa gli rinnova il contratto per un altro anno. Alla sesta giornata di andata viene esonerato dopo la sconfitta per 5-1 con la Roma. Il 3 novembre 2015 viene richiamato alla guida del Carpi. Alla fine del campionato retrocede in serie B. Il tecnico Castori viene confermato anche per la stagione successiva. Termina il torneo al settimo posto. Nei playoff elimina Cittadella e Frosinone. Arriva alla doppia finale contro il Benevento. All'andata in Emilia Romagna finisce 0-0. Al ritorno vince 1-0 il Benevento che sale per la prima volta in serie A. A fine stagione la società e Castori decidono di dividersi. Il 1° ottobre 2017 torna ad allenare il Cesena, dopo l'esonero di Camplone. Al termine della stagione conquista la salvezza. Firma un rinnovo contrattuale con i romagnoli ma prima dell'inizio del campionato il Cesena fallisce e il tecnico marchigiano si svincola dal club bianconero. Il 18 settembre scorso, dopo le dimissione del tecnico del Carpi Marcello Chezzi, torna per la seconda volta ad allenare i binacorossi



Allenatore in seconda: Riccardo Bocchini



Preparatore atletico: Simone Lugli



Preparatore portieri: Paolo Foti



Collaboratori tecnici: Andrea Nuti, Enrico Bortolas, Davide Zanasi, Marco Castori



Responsabile sanitario: dott. Giampietro Patrizi



Medici sociali: dott. Vincenzo Tronci, dott. Fabrizio Pinto



FisioterapistI: Paolo Zucchi, Tommaso Passarotti



Responsabile Settore Giovanile: Giuseppe Valentino



Direttore sportivo: Gianluca Vecchi



Direttore tecnico e Capo Scouting: Marco Amaranti



Responsabile pre agonistica: Andrea Cavicchioli



Segreteria: Francesca Meninno



Segreteria pre agonistica: Umberto Ferrari



Scouting: Cristopher Spocchi



Allenatore "Primavera": Luca Diddi



Campo di gioco: il 21 ottobre del 1928 viene inaugurato lo stadio "Sandro Cabassi". Quest'ultimo era un giovane partigiano fucilato a Modena. Negli anni è stato ampliato, in corrispondenza con il salto del Carpi in serie C nel 1936. L'ultimo intervento è quello dell'estate del 2009, provvedendo al riposizionamento delle sedute della tribuna centrale, alla messa a norma degli spogliatoi e della zona tunnel. Lo stadio ha una capienza di 5.500 posti



Colori sociali: prima divisa maglia bianca, calzoncini e calzettoni bianchi; seconda divisa maglia rossa, calzoncini e calzettoni rossi



Sponsor: Gaudi Jeans



Sponsor tecnico: Givova



Gli ex amaranto: Nicola Sambo, classe 1995, l'anno scorso era tra i portieri di riserva. Il club amaranto trovò l'intesa con il portiere, che era svincolato, il 9 marzo scorso. Dopo l'esperienza con il Venezia, la società amaranto trovò l'accordo fino a giugno 2018. Il portiere veneto scese in campo una sola volta nell'ultima giornata del campionato di serie C, il 5 maggio 2018, contro il Piacenza (2-2). Enej Jelenic è nato l'11 dicembre 1992 a Koper in Slovenia. Ha iniziato la sua carriera prorpio nel Koper nel 2010. Titolare inamovibile del club sloveno ed anche della nazionale Under 19, grazie al suo talento viene convocato anche nell'Under 21. Dotato di un buon dribbling, è molto veloce, con una buona visione di gioco. In carriera ha vestito le maglie di Genoa e Padova. Il 22 luglio 2014 si svincola dal Padova e dopo pochi giorni passa al Livorno in serie B. Esordisce in campionato il 30 agosto 2014 proprio contro il Carpi (1-1), in quella stagione segna 4 reti (più 5 assist) in 32 presenze (2.055' minuti giocati). L'anno dopo la società amaranto gli prolunga di un anno il contratto. In quel campionato totalizza 26 presenze (1.923' minuti giocati) e 2 gol ed altrettanti assist. Jelenic vestirà la maglia amaranto anche nella stagione 2016/17 in Prima Divisione. Segna 3 reti (più 4 assist) in 15 presenze. Durante il mercato di gennaio accetta la proposta del Carpi, firmando un contratto biennale



Precedenti a Livorno: partite disputate 4 (1 in serie B, 1 in C, 2 in C1); vittorie Livorno 2 (ultima stagione 1998-99, 1-0), pareggi 2 (stagione 2014-15, 1-1)



Precedenti a Carpi: partite disputate 4 (1 in serie B, 2 in C1, 1 in C); vittorie Carpi 1 ( stagione 1974-75, 2-1), vittorie Livorno 3 (ultima stagione 2014-15, 1-2)



Classifica: 15° posto con 16 punti



Capocannonieri: Enej Jelenic, classe 1992, ruolo centrocampista e Mokulu Tembe, classe 1989, attaccante con 3 reti



Carpi in casa: 1 vittoria (3-2 Salernitana), 3 pareggi (1-1 Brescia, 1-1 Cosenza, 2-2 Benevento), 3 sconfitte (0-1 Cittadella, 0-3 Palermo, 0-1 Lecce). Reti fatte Carpi 7, subiti 11



Diffidati: nessuno



Indisponibili: Concas, Piu



Squalificati: Sabbione



Probabile formazione (4-4-1-1): Colombi, Pachonik, Bongiorno, Poli, Pezzi, Jelenic, Mbaye, Di Noia, Pasciuti, Piscitella, Arrighini (Mokulu).



Prima squadra



Portieri: Colombi 1991, Colombo 2001, Pasotti 1996, Piscitelli 1993, Sambo 1995, Serraiocco 1993.



Difensori: Barnofsky 1995, Buongiorno 1999, Frascatore 1992, Ligi 1989, Pachonik 1995, Pezzi 1989, Poli 1989, Sabbione 1991, Suagher 1992.



Centrocampisti: Concas 1986, Di Noia 1994, Fantacci 1997, Franchini 1994, Giorico 1992, Jelenic 1992, Machach 1996, Mbaye 1995, Pasciuti 1989, Saric 1997, Venturi 1999, Wilmots 1997.



Attaccanti: Arrighini 1990, Mokulu 1989, Piscitella 1993, Piu 1996, Romairone 1999, Van Der Heijden 1997, Vano 1991.



Movimenti di mercato



Arrivi: Piscitelli 1993 portiere dal Benevento (definitivo), Sambo 1995 portiere dal Livorno (definitivo), Colombo 2001 portiere dalla Juventus Under 17, Suagher 1992 difensore dal Cesena (prestito/Atalanta), Pezzi 1989 difensore dal Cittadella (definitivo), Bongiorno 1999 difensore dal Torino (prestito), Machach 1996 centrocampista dal Napoli (prestito), Mbaye 1995 centrocampista dal Chievo Verona (prestito), Di Noia 1994 centrocampista dal Cesena (prestito/Chievo Verona), Fantacci 1997 centrocampista dal Prato (prestito/Empoli), Franchini 1994 centrocampista dalla Juve Stabia (fine prestito), Wilmots 1997 centrocampista dall'Avellino (definitivo), Frascatore 1992 difensore dal Sudtirol (definitivo), Pasotti 1996 portiere, dal Lumezzane (definitivo), Mokulu 1989 attaccante dalla Cremonese (definitivo), Arrighini 1990 attaccante dal Cittadella (definitivo), Piscitella 1993 attaccante dal Prato (definitivo), Piu 1996 attaccante dall'Empoli (prestito), Van Der Heijden 1997 attaccante dal Almere City FC-Olanda (definitivo), Vano 1991 attaccante dall'Arzachena (definitivo), Venturi 1999 centrocampista dalla Sammaurese Calcio (definitivo), Barnofsky 1995 difensore dall'Hallescher FC-Germania (definitivo), Romairone 1999 attaccante dal Genoa Primavera (definitivo).



Partenze: Hraiech 1995 centrocampista all'Imolese (prestito), Nzola 1996 attaccante al Trapani (prestito), Brunelli 1994 portiere al Prato (definitivo), Di Chiara 1993 difensore al Benevento (fine prestito), Bittante 1993 difensore all'Empoli (fine prestito), Brosco 1991 difensore all'Ascoli (definitivo), Capela 1991 difensore al Cosenza (definitivo), Calapai 1993 difensore al Catania (definitivo), Verna 1993 centrocampista al Cosenza (prestito/Pisa), Palumbo 1991 centrocampista all'Albalonga (definitivo), Belloni 1994 centrocampista all'Arezzo (definitivo), Garritano 1994 attaccante al Cosenza (prestito/Chievo Verona), Melchiorri 1987 attaccante al Perugia (definitivo), Malcore 1993 attaccante dal Cittadella (definitivo), Manconi 1994 attaccante al Novara (fine prestito).



Precedenti in campionato dalla stagione 1974/75



1974-75 serie C 24/11/1974 Car.-Liv. 2-1 (37' Gallina C, 70' Ruggeri C, 85' Cracchiolo L) Ambrosio di Napoli / 20/04/1975 Liv.-Car. 1-1 (55' Graziani L, 80' Sintini C) Pieroni di Fabriano



1997-98 serie C1 14/09/1997 Car.-Liv. 1-5 (6' Vincioni rig. L, 13' Cordone L, 45' Scichilone L, 47' Sala rig. C, 56' Bonaldi L, 59' Cordone L) Biasutto di Vicenza / 01/02/1998 Liv.-Car. 1-0 (90' Nardini) Alvino di Salerno



1998-99 serie C1 04/10/1998 Car.-Liv. 0-2 (62' Vanigli, 76' Scalzo) Cruciani di Pesaro / 14/02/1999 Liv.-Car. 1-0 (15' Sturba) Ferrari di Roma



2014-15 serie B 30/08/2014 Liv.-Car. 1-1 (43' Galabinov L, 58' Mbakogu C) Maresca di Napoli / 18/01/2015 Car.-Liv. 1-2 (17' Luci L, 53' Vantaggaito L, 88' Di Gaudio C) Pasqua di Tivoli



Partite disputate: 8. Vittorie Livorno 5, pareggi 2, vittorie Carpi 1. Reti fatte Livorno 14, subite 6.



A Livorno: 4. Vittorie Livorno 2, pareggi 2, vittorie Carpi 0. Reti fatte Livorno 4, subite 2.



A Carpi: 4. Vittorie Carpi 1, pareggi 0, vittorie Livorno 3. Reti fatte Carpi 4, subite 10.



Marcatori del Livorno: 2 reti Cordone; 1 rete Cracchiolo, Vincioni, Scichilone, Bonaldi, Nardini, Vanigli, Scalzo, Sturba, Galabinov, Luci, Vantaggiato.



Coppa Italia



2015-16 Terzo Turno 16 agosto 2015 Carpi-Livorno 2-0 d.t.s. (107' Matos, 116' Matos) Gervasoni di Mantova (Livorno eliminato)



2017-18 Secondo Turno 6 agosto 2017 Carpi-Livorno 4-0 (5' Mbakogu rig., 16' Verna, 24' Jawo, 49' Mabakogu) Ros di Pordenone (Livorno eliminato)




commenta
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Siamo davvero ad un passo dal dopo Spinelli ?
Si
No
Non so'
Peiani e c. non mi danno sicurezze
Cambiare e' indispensabile
Prima pensiamo a salvare la categoria
Risultati

Classifica aggiornata al 22/2/2019

Brescia 43
Palermo 42
Hellas Verona 39
Benevento 39
Pescara 38
Lecce 38
Spezia 34
Perugia 32
Salernitana 31
Cittadella 30
Cosenza 27
Cremonese 27
Venezia 26
Ascoli 25
Foggia 21
Livorno 20
Crotone 19
Carpi 18
Padova 18

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro