Il Commento
Roberto Spinelli attacca Protti e salva Lucarelli..
martedý 6 novembre 2018 - 13:14
 


"A Livorno si pensa solo a salvarsi il culo e lo stipendio".Forse lo aveva pensato ma non l'aveva mai detto Aldo Spinelli.Il figlio Roberto invece non ha peli sulla lingua e stamattina al Tirreno ha tuonato contro tutti, come e peggio del padre,travolgendo I due direttori sportivi(ma si dice che la campagna acquisti l'abbia fatta il solo fido Signorelli n.d.r.),il portiere Mazzoni e nientepopodimeno che, udite udite, il sommo Igor Protti.Roberto Spinelli lo accusa di parlare solo per prendere applausi e poi di starsene fondamentalmente zitto.Un appunto se vogliamo discutibile,perché non e' aprendo bocca sempre, che si acquista autorevolezza ma che non ha precedenti, se e' vero che Protti e' sempre stato vezzeggiato da Roberto Spinelli, al contrario del Lucarelli calciatore.Ad oggi a sfangarla sembra proprio Lucarelli che alla fine -sostiene Spinelli- ha meno responsabilità di altri, tanto e' vero che la curva domenica dopo la sconfitta non lo ha contestato. Ma al di la' del j'accuse Roberto ha confermato la volontà della famiglia Spinelli di farsi da parte con la convocazione odierna del Consiglio di amministrazione che potrebbe nominare un commissario.Uno scossone in piena regola che nei fatti non cambia la sostanza tecnica del Livorno attuale a fortissimo rischio di retrocessione anticipata.Ovvero non cambia il manico e nemmeno si ipotizza una manovra di rafforzamento. Come se certe su certe scelte la famiglia non avesse messo bocca.Non conoscessimo Spinelli ! L'importante e' tenersi buona la curva che siamo curiosi di sentire cosa pensa sulle accuse al Principe delle reti..




commenta
Non basta Diamanti se Dainelli e Mazzoni firmano il harakiri..
domenica 4 novembre 2018 - 23:28
 


Diamanti crea e Dainelli distrugge.Inutile girarci intorno, l'ex Chievo non non ne ha indovinata una e andava tolto molto prima, al di la' dell'episodio del rigore.Poi ci ha pensato Mazzoni a scrivere il de profundis con un'espulsione che ci costringerà a giocare con Zima la prossima partita.E non ci sembra un danno da poco.Ovviamente il Perugia non ha rubato nulla,perché ha fatto girare meglio la palla e ha attaccanti rapidi che hanno fatto vedere le streghe alla difesa amaranto.Il Livorno non e' stato ovviamente fortunato, soprattutto per aver perso presto Porcino, per il riacutizzarsi del problema muscolare che lo affligge e togliendo un cambio a Lucarelli.Pero' aveva avuto la forza di reagire al vantaggio degli ospiti, con il solito Diamanti, protagonista di un primo tempo da stella indiscussa e solitaria di questo Livorno.Non sappiamo cosa si siano detti Lucarelli e i giocatori nell'intervallo ma in campo e' tornato un Livorno che forse pensava di riuscire ad contenere e ripartire.Solo che palla dentro dalla trequarti con Melchiorri che scodella al centro per Verre che indisturbato deposita alle spalle di Mazzoni.Da li' il Livorno non riuscira'piu' a ritrovarsi e il cambio di Rajcevic per Murillo ci togliera' anche qualche chanches nel gioco aereo.Ma non e'che colpa di Lucarelli se si rimane in dieci per la sciocchezza di Mazzoni che si era gia'fatto ammonire nel primo tempo.




commenta
Livorno-Perugia: precedenti in campionato e curiositÓ. L'ultima vittoria 51 anni fa!!!
venerdý 2 novembre 2018 - 15:44
 


L'undicesima giornata del campionato di serie B, vede il Livorno impegnato al Picchi dove affronterà il Perugia. La sfida all'Ardenza, in campionato, manca da oltre due anni. L'ultimo incrocio tra labronici ed umbri si disputò il 7 maggio 2016, in serie B, terminato 1-1: vantaggio iniziale al 30' siglato dall'amaranto Vantaggiato, replicò Zapata al 69' per gli umbri. Proprio in quell'anno, il Livorno, dopo due stagioni consecutive in serie B, scese in serie C. Sul terreno di casa i labronici affronteranno, in campionato, per la 13.a volta gli umbri. Nei precedenti 12 incontri casalinghi, il Livorno si è imposto per 5 volte sul Perugia, altrettante 5 partite sono finite in parità mentre il Grifone è passato al Picchi 2 volte. Le reti segnate dal Livorno ammontano a 14 contro le 8 al passivo. Le sfide tra le due formazioni si sono disputate tra serie C e B. La vittoria più larga del Livorno si è registrata nel lontano 10 dicembre 1961, campionato di serie C, con Livorno e Perugia che terminarono la gara con il risultato di 3-0 in favore degli amaranto (2' Teneggi, 54' Lodi, 79' Lodi). L'ultima vittoria del Livorno, nel campionato di serie B 1967/68 il 24 settembre 1967, 2-1 in favore dei labronici (25' Gualtieri L, 35' Balestrieri P, 71' Santon rig. L). L'ultima volta che gli amaranto hanno conosciuto l'amaro sapore della sconfitta risale al 1° novembre 1970: Livorno-Perugia 0-1, rete di Urban al 10'.




commenta
Livorno,colabrodo in difesa,Salernitana sul velluto..
mercoledý 31 ottobre 2018 - 21:10
 


Si poteva perdere in tanti modi con la Salernitana che ci e' superiore tecnicamente.Ma non e' accettabile che il colpo di grazia sia avvenuto da palla inattiva sulla falsariga delle precedenti segnature dei padroni di casa,tutte frutto di distrazionali plateali dei nostri. Fa male soprattutto perché il Livorno a trazione anteriore aveva dato l'impressione dopo il gol di Di Gennaro di voler cercare almeno il pari anche se Micai il loro portiere non e' stato mai impensierito.Protagonista invece Mazzoni nel finale di almeno tre parate decisive che hanno preceduto il colpo di grazia di Bocalon. Nessun dramma ovviamente la sconfitta poteva essere messa in preventivo ma rimane la sensazione negativa sulla prestazione di coloro che sono subentrati per ragioni di turn over a chi aveva giocato sabato con l'Ascoli.Insomma per Lucareli poche indicazioni per allestire una formazione competitiva nel match di domenica prossima col Perugia,altro scontro diretto per la salvezza.Chi insisteva nel vedere in campo Maiorino e c. sarà rimasto deluso visto che il fantasista ha giocato girando al largo, con poco coraggio e senza mai saltare l'uomo.




commenta
Salernitana-Livorno, arbitra il 33enne Rapuano. Precedenti favorevoli ai granata
lunedý 29 ottobre 2018 - 17:25
 


Salernitana-Livorno è stata affidata ad Antonio Rapuano di Rimini. L'arbitro romagnolo sarà coadiuvato dai collaboratori Scarpa e Rossi. Quarto uomo Marini. Antonio Rapuano è nato a Rimini il 10 aprile del 1985. Risiede a Riccione, professione vigile urbano. La famiglia è originaria di San Salvatore Telesino in provincia di Beneveto. Suo papà è stato assistente della Can B. Il fischietto romagnolo è al quarto anno in serie B e ha esordito nel campionato cadetto il 6 settembre scorso arbitrando Pro Vercelli-Virtus Lanciano 2-1. Rapuano ha diretto 50 gare di campionato con uno score di 24 vittorie per le squadre di casa, 12 pareggi, 13 vittorie per le squadre impegnate in trasferta, 10 espulsioni e 12 rigori assegnati. L'arbitro romagnolo ha incrociato due volte gli amaranto. Il 18 settembre 2015 Livorno-Brescia finita 3-1: ospiti avanti al 15' pt con Geijo, al 32' pareggio degli amaranto con Fedato. Nella ripresa al 67' il Livorno raddoppia con Calabresi e al 73' Vantaggiato porta a tre le reti dei padroni di casa. Il secondo incrocio il 27 febbraio 2016: Avellino-Livorno 2-1. In totale sono sei i precedenti con la Salernitana. Per i granata si contano ben 5 vittorie ed un pareggio.



Precedenti in campionato con Rapuano di Rimini



2014-15 serie B 18/09/2015 Livorno-Brescia 3-1 (16' Geijo B, 32' Fedato L, 68' Calabresi L, 73' Vantaggiato)



2015-16 serie B 27/02/2016 Avellino-Livorno 2-1 (44' Tavano A, 54' Vergara L, 59' Mokulu A)



Partite giocate 2: vittorie 1, pareggi 0, sconfitte 1. Reti fatte Livorno 4, subite 3.




commenta
Livorno-Ascoli 1-0: basta un lampo di Raicevic, il serbo stende i bianconeri
sabato 27 ottobre 2018 - 20:06
 


Il Livorno vince lo scontro diretto contro l'Ascoli. Viene deciso al 41' del primo tempo l’attesissima gara tra Livorno ed Ascoli con un gol di Raicevic. Partita equilibrata nella prima frazione di gioco. Nella ripresa la squadra amaranto ha creato diverse azioni pericolose. Il gol vittoria arriva con un tocco dentro l'area su assist di Fazzi. Il Livorno conquista la prima vittoria in campionato contro l'Ascoli. Gli amaranto sono autori di una buona gara e grazie ad una prova cinica e di sofferenza conquistano tre punti fondamentali. Lucarelli punta su un 3-5-1-1 con Mazzoni in porta e la retroguardia composta da Gonnelli, Dainelli e Gasbarro. Sugli esterni ci sono Maicon e Fazzi, in mezzo Valiani, Bruno e Rocca. In attacco spazio a Diamanti a supporto della punta Raicevic. La squadra di Cristiano Lucarelli trova il gol al 41' con una conclusione al volo con il mancino, nell'area piccola, di Raicevic che supera Perucchini, dopo un cross di Fazzi da sinistra. I labronici smuovono la classifica e salgono a 5 punti e raggiungono Carpi e Foggia.



Il tabellino di Livorno-Ascoli 1-0 (1-0)



Livorno: Mazzoni, Gonnelli, Dainelli, Gasbarro, Maicon (50′ Pedrelli), Valiani (89′ Agazzi), Bruno, Rocca, Fazzi, Diamanti, Raicevic (75′ Kozak). A disp: Zima, Di Gennaro, Iapichino, Soumaoro, Parisi, Albertazzi, Maiorino, Giannetti, Canessa. All. Lucarelli



Ascoli: Perrucchini, Laverone, Valentini, Padella, D’Elia, Casarini (62′ Frattesi), Troiano, Cavion (78′ Baldini), Ninkovic, Ganz (55′ Rosseti), Beretta. A disp: Lanni, Bacci, Brosco, Quaranta, Addae, De Santis, Zebli, Kupisz, Ngombo. All. Vivarini



Arbitro: Dionisi di L’Aquila



Rete: 41′ Raicevic



Note: angoli 10-6 per il l’Ascoli, ammoniti Dainelli, Casarini, Diamanti, spettatori 5.452, recupero 0′ + 4′




commenta
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Breda uomo giusto ?
Si
No
Non so'
Se viene vuol dire che ci rinforziamo
Purtroppo vuol dire che Spinelli resta
Pensiamo a sostenere la squadra e basta
Se viene ci salviamo di sicuro..
Risultati

Classifica aggiornata al 13/11/2018

Palermo 24
Pescara 22
Salernitana 20
Cittadella 19
Lecce 19
Hellas Verona 18
Brescia 18
Perugia 17
Benevento 17
Cremonese 15
Ascoli 15
Spezia 13
Venezia 12
Crotone 12
Padova 11
Cosenza 8
Foggia 7
Carpi 7
Livorno 5

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro