Il Commento
Quarta giornata del campionato di serie B. Al Picchi di Livorno arriva il Cosenza
lunedý 4 febbraio 2019 - 14:49
 


Quattordicesimo in classifica con 24 punti in 21 gare il Cosenza è guidato da Piero Braglia. Il ruolino di marcia in trasferta parla di due vittorie, tre pareggi e cinque sconfitte. I rossoblu silani hanno messo a segno 7 reti sebendono 15. Cannoniere della squadra è l'ala sinistra Tutino con sei centri. Braglia dovrebbe puntare nuovamente sul 3-5-2. Tra i pali ci sarà il 26enne Pietro Perina, presente finora in campionato 9 volte. Difesa a tre con l'esperto Matteo Legittimo (29 anni ex Lecce) a destra, Idda a sinistra e al centro Demarku. In mezzo al campo i centrali Palmiero, Bruccini, Sciaudone e gli esterni Mungo e Bittante. L'attacco è composto dal campano Riccardo Maniero e dal portoghese Embalo. Della rosa non sono disponibili il difensore Capela, il centrocampista Trovato e gli attacanti Garritano, Litteri per infortunio. Jaime Baez e Andres Schetino sono gli unici ex della partita di domenica. L'attaccante uruguaiano classe 1995, a soli 20 anni arriva la chiamata dall'Europa. A tesserare il giovane attaccante è la Fiorentina. Quindi la società viola decide di mandarlo in prestito, nella stagione 2015/16, al Livorno in serie B. Scende in campo in 13 occasioni (689' minuti giocati) e un assist. Al termine del campionato gli amaranto retrocedono in Lega Pro e l'uruguagio ritorna alla Fiorentina. Andres Schetino, classe 1994, uruguaiano, arriva in Toscana il 28 gennaio 2016 dalla Fiorentina in prestito. Non è mai sceso in campo. A stagione conclusa, il centrocampista rientra alla Fiorentina.




commenta
Ufficiale Dumitru al Livorno: lascia la Spagna e torna in Italia
sabato 2 febbraio 2019 - 17:08
 


L'attaccante Nicolao Dumitru, ex Latina, classe 1991, ha firmato un contratto con il Livorno per sei mesi con opzione per altri due anni. In questa stagione era in Spagna nelle file del Tarragona. In Toscana ha giocato nelle fila dell'Empoli. Nicolao Dumitru, italiano di Svezia con papà rumeno e mamma brasiliana, inizia la carriera nel 2005, quando viene acquistato a 12 anni dall’Empoli. Con i toscani Dumitru segna 50 reti tra Giovanissimi e Allievi. Con la Primavera nella stagione 2009/10, Dumitru segna 18 gol e arriva in finale, perdendo contro il Genoa di El Shaarawy. Anche nel Torneo di Viareggio Dumitru arriva in finale contro la Juventus ma a spuntarla saranno i bianconeri. Considerato astro nascente del calcio italiano, all'età di 16 anni, il 13 settembre 2008, esordisce in serie B (Empoli-Albinioleffe 0-0). Dopo 5 anni di crescita all’Empoli, nella stagione 2010/11 passa al Napoli in prestito con diritto di riscatto della comproprietà. L’esperienza con la maglia del Napoli, dura appena un anno. Giocherà in campionato 9 volte e mai da titolare. Così il Napoli decide di ridarlo in prestito proprio all’Empoli, in serie B. Con il club azzurro Dumitru segna 4 gol in 25 presenze. L'anno successivo il Napoli lo manda in prestito alla Ternana: 15 presenze e una rete. Poi arrivano ancora altre due esperienze in prestito prima con il Cittadella (18 presenze e un gol) e poi con la Reggina (13 presenze e 2 reti). Nel 2014 il Napoli lo acquista definitivamente e il ragazzo passa al Veria, squadra greca, ancora in prestito: 27 presenze, 6 reti e quattro assist. Nella stagione 2015/16 passa al Latina, in serie B, dove trova l'attuale direttore sportivo del Livorno Mauro Facci. Dumitru segna 7 reti in 34 presenze. Nonostante la buona stagione finisce in Championship (seconda serie inglese) al Nottingham Forest in prestito. L’esperienza inglese si conclude con 10 presenze e una rete. Dopo sette anni termina il contratto con il Napoli e viene acquistato dall’Alcorcon, squadra della Seconda Divisione spagnola. Dopo appena 12 presenze e due reti segnate si svincola dall'Alcorcon e si lega al Gimnastic, club di Seconda Divisione spagnola. In campionato in un anno mette insieme 13 presenze e una rete. E' un centravanti con grande fisicità abbinata ad eleganza e velocità. Diventa letale negli ultimi metri. Ha un passo da esterno ma può giocare sia da centravanti che da attaccante. Una carriera strana quella di un ragazzo che non ha mai preso il volo come avrebbe dovuto. Sempre alla ricerca di un talento mai più ritrovato. Tantissime aspettative, pochi risultati, a parte la parentesi nelle giovanili dell'Empoli. Sulla sua strada incrociò anche l'ex allenatore del Livorno, Walter Mazzarri, alla guida del Napoli, che lo considerò troppo acerbo. Insomma l'ex attaccante del Napoli, è ancora alla ricerca di un club dove poter dimostrare il suo valore.




commenta
Livorno: calciomercato chiuso, ecco il riepilogo degli acquisti e cessioni
sabato 2 febbraio 2019 - 15:18
 


La sessione invernale del calciomercato si è conclusa ieri alle ore 20 ma i club potranno continuare ad acquistare tra i calciatori svincolati. Il Livorno ha chiuso sei operazioni in entrata, cinque in prestito e uno definitivo (Crosta), di cui due con diritto di riscatto (Boben e Kupisz). In uscita sono stati ceduti otto calciatori, di cui quattro ancora sotto contratto (Maiorino, Parisi, Gemmi e Romboli). Solo un calciatore amaranto, il 1997 Gemmi, è passato all'Olbia in prestito ma con diritto di riscatto da parte della società sarda. Ecco il riepilogo dei movimenti di mercato della sessione invernale del Livorno: arrivi: Kupisz 1990 centrocampista dall'Ascoli (prestito), Boben 1994 difensore dal Rostov-Russia (prestito), Gori 1999 attaccante al Livorno (prestito/Fiorentina), Salzano 1991 centrocampista dalla Ternana (prestito), Eguelfi 1995 difensore dall'Hellas Verona (prestito/Atalanta), Crosta 1998 portiere dall'Olbia (definitivo); partenze: Maiorino 1989 attaccante alla Feralpisalò (prestito), Parisi 1995 difensore al Siracusa (prestito), Kozak 1989 attaccante allo Slovan Liberec-Repubblica Ceca (definitivo), Bruno 1983 centrocampista al Pescara (definitivo), Pedrelli 1986 difensore al Siena (definitivo), Iachipino 1990 difensore al Servette-Svizzera (prestito), Gemmi 1997 centrocampista all'Olbia (prestito), Romboli 1999 portiere all'Olbia (prestito).




commenta
Livorno, il prossimo avversario in campionato sarÓ il Crotone
mercoledý 30 gennaio 2019 - 17:57
 


Domenica pomeriggio lo stadio Ezio Scida ospiterà Crotone-Livorno, gara valevole per la 22esima giornata del campionato di serie B. Il Crotone è sedicesimo con 17 punti. Nell'ultimo turno di campionato gli Squali hanno vinto a Foggia per 2-0, arrivando alla seconda vittoria in trasferta in venti giornate. Questi i numeri in casa: 2 vittorie su 4 sono state colte allo Scida (4-1 al Foggia e 2-1 al Padova), 5 i pareggi (2-2 Brescia, 1-1 Salernitana, 1-1 Carpi, 1-1 Venezia, 0-0 Cittadella) e 3 sconfitte (1-2 Verona, 0-1 Cosenza, 0-3 Spezia), con 12 gol fatti e 13 subiti. Con 4 gol il miglior marcatore del Crotone è il trequartista Marco Firenze. I calciatori con più presenze (18) sono i centrocampista Firenze, Rohden e l'attaccante Simy. Durante la lunga sosta, la società pitagorica ha messo a segno importanti colpi. Il Crotone ha senz’altro il suo punto forte nel reparto offensivo: Nalini e Simy insieme agli ultimi due acquisti Pettimari e Raz sono due giocatori di assoluto valore per la categoria. Il recente cambio della guida tecnica, ha riportato Stroppa sulla panchina del calabresi. Dal 4-3-3 si è passati al 3-5-2, anche se nell'ultimo turno la squadra è scesa in campo con il modulo 4-4-1-1. Il portiere Cordaz sarà difeso da Sampirisi, Spolli, Vaisanen e Golemic. Il centrocampo sarà guidato dai centrali Rohden, Barberis e sarà completato da Barberis e Firenze, con sugli esterni Rohden e Zanellato. In attacco il nigeriano Simy. Accanto a lui agirà il nuovo acquisto Machach arrivato dal Carpi. Indisponibili per infortunio Marchizza e Martella. Il centrocampista Benali ritorna tra i disponibili dopo aver scontato un turno di squalifica.




commenta
Livorno-Pescara: 21 i convocati di mister Breda. Niente Pescara per Dainelli e Rocca, prima chiamata per Kupisz
sabato 26 gennaio 2019 - 16:02
 


Stamattina il Livorno si è allenato al Centro Coni di Tirrenia. I giocatori hanno iniziato con schemi e tattica. Infine tiri in porta. Al termine della rifinitura mister Roberto Breda ha diramato la lista dei convocati. Out Dario Dainelli (lesione di primo grado al gemello mediale destro) e Rocca (problemi muscolari). Non ci saranno neanche il brasiliano Maicon, escluso dopo che il giocatore ha deciso di rimanere in Brasile, Albertazzi e Iapichino entrambi sicuri partenti. Nei prossimi giorni si cercherà un accordo per definirne la cessione nel mercato di gennaio. Ecco l'elenco completo diramato dalla società amaranto: portieri Mazzoni, Romboli, Zima; difensori Bogdan, Di Gennaro, Gasbarro, Gonnelli, Marie Sainte, Porcino; centrocampisti Agazzi, Fazzi, Gemmi, Kupisz, Luci, Soumaoro, Valiani; attaccanti Canessa, Diamanti, Giannetti, Murilo, Raicevic.




commenta
Prossimo avversario: il Livorno affronta domenica il Pescara
lunedý 21 gennaio 2019 - 16:15
 


E' il Pescara il prossimo avversario del Livorno nella gara in programma domenica 27 gennaio alle ore 15 allo stadio "Armando Picchi". Gli abruzzesi occupano il terzo posto in classifica con 33 punti, frutto di 9 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte, con 29 gol fatti e 23 subiti. In otto partite in trasferta il Delfino ha conquistato 1 vittoria, 4 pareggi e 3 sconfitte, con 10 reti realizzate e 14 subite. Il miglior marcatore del Pescara è Leonardo Mancuso con 9 centri, seguito da Gaetano Monachello con 3. Sono sempre scesi in campo finora (20 presenze), quattro calciatori biancazzurri: il difensore Andrew Gravillon (1.800' minuti giocati), i centrocampisti Gaston Brugman (1.795'), Ledian Memushaj (1.718') e l'attaccante Leonardo Mancuso (1.714'). A guidare il Pescara dalla scorsa primavera è il 62enne Bepi Pillon, che ha allenato anche il Livorno nella stagione 2010/11. Il Pescara, dopo 20 turni di campionato, è la formazione cadetta che detiene il maggior numero di assist sette con Memushaj, il maggior numero di passaggi 1.026 con Brugman e il maggior numero di occasioni create sette con Memushaj. L'ex tecnico del Livorno continuerà ad affidarsi al 4-3-3. Qualità, solidalità e corsa, sono queste le principali caratteristiche del Pescara. La squadra abruzzese dovrebbe scendere in campo con la seguente formazione. In porta, l'ex amaranto Fiorillo. Davanti a lui Gravillon e Scognamiglio, con ai lati Ciofani e Del Grosso. A centrocampo scaldano i motori per un posto dal primo minuto Brugman, con a fianco Memushaj e Machin. In attacco Marras, Antonucci e il bomber Mancuso.




commenta
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Siamo davvero ad un passo dal dopo Spinelli ?
Si
No
Non so'
Peiani e c. non mi danno sicurezze
Cambiare e' indispensabile
Prima pensiamo a salvare la categoria
Risultati

Classifica aggiornata al 22/2/2019

Brescia 43
Palermo 42
Hellas Verona 39
Benevento 39
Pescara 38
Lecce 38
Spezia 34
Perugia 32
Salernitana 31
Cittadella 30
Cosenza 27
Cremonese 27
Venezia 26
Ascoli 25
Foggia 21
Livorno 20
Crotone 19
Carpi 18
Padova 18

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro