Il Commento
Livorno: il prossimo avversario sarÓ l'Arezzo
martedý 20 febbraio 2018 - 22:10
 


Sarà l'Arezzo il prossimo avversario in campionato del Livorno. La storia del pallone ad Arezzo inizia nel lontano 1917. Nella primavera dell'81 l'Arezzo vince il primo trofeo, la Coppa Italia di serie C contro la Ternana. Il 17 aprile 1993 l'Arezzo fallisce. La squadra aretina si iscrive al Campionato Nazionale Dilettanti. In panchina arriva l'ex tecnico del Livorno Serse Cosmi e l'Arezzo vola in serie C2 (1995/96). Nel 2004 l'Arezzo conquista contro il Catanzaro la Supercoppa di Lega di serie C1. Nella stagione 2014/15, dopo quattro tornei in serie D, viene ripescato in Lega Pro. Gli aretini di Marco Matteoni, da poco diventato il nuovo presidente dell'Arezzo. Imprenditore edile, è il presidente di Edilizia Confartigianato Imprese Roma. Guida anche la Matteoni Group (una holding) e altre aziende. Oltre all'edilizia spazia in altri settori: benessere, la comunicazione, lo smaltimento rifiuti, il catering e i ristoranti. E' anche l'editore del Giornale d'Italia, fondato e diretto da Francesco Storace, attuale presidente nazionale del Movimento Nazionale per la Sovranità. E' anche proprietario di Italian Television network che trasmette su 140 canali televisivi. Nel calcio è presidente onorario e sponsor dell'Asd Olimpus Roma, una società di calcio a 5. L'Arezzo è una squadra sostanzialmente giovane ma con tanta esperienza con giocatori esperti come il mediano Giuseppe De Feudis, la punta centrale Davide Moscardelli e l'ex amaranto Aniello Cutolo. Massimo Pavanel è il secondo allenatore a sedere sulla panchina dell'Arezzo dopo l'esonero dell'ex amaranto Claudio Bellucci. Originario di Portogruaro, classe 1967, ha iniziato a muovere i primi passi da tecnico nella Sanvitese nel 2004/05, Itala San Marco, Monfalcone, Pordenone, gli Allievi Nazionali della Triestina e poi la prima squadra alabardata prima di arrivare a Verona. E' arrivato al Verona nel gennaio del 2013, sostituendo Roberto Lorenzini. Il tecnico Pavanel, oltre agli ottimi risultati nel campionato Primavera, sfiorò una storica vittoria alla Coppa Carnevale a Viareggio nel 2015, quando perse la finale contro l'Inter. Inoltre ha portato la Primavera dell'Hellas Verona al traguardo storico dei playoff. Quindi raggiunge un prestitgioso traguardo superando il Master Uefa Pro col punteggio di 105/110 presentando come tesi "la variabilità dei punti di riferimento: le rotazioni". Il modulo preferito da Pavanel è il 4-3-3 che all'occorrenza può tramutarsi in un 4-1-3-2 basato su possesso palla, velocità e verticalizzazioni. Mister Pavanel dovrebbe affidarsi a un 4-3-3 difeso in porta da Lorenzo Ferrari e una difesa a quattro composta da Luciani, Varga, Muscat e Sabatino. I tre candidati a centrocampo dovrebbero essere Corradi, De Feudis e Foglia. In avanti Di Nardo e Cutolo ruotano attorno a Moscardelli. In classifica vantano 27 punti, 8 vittorie, 5 pareggi e 7 sconfitte. Ventitrè sono le reti incassate e ventotto quelle realizzate. Il cannoniere dell'Arezzo è l'attaccante Davide Moscardelli con dieci reti.




commenta
Arezzo, l'AIC proclama lo stato di agitazione
lunedý 19 febbraio 2018 - 16:11
 


In merito alla situazione dei calciatori dell'Arezzo, con una nota ufficiale l'AIC ha proclamato lo stato di agitazione. Ecco il comunicato integrale: "Con la presente l’Associazione Italiana Calciatori e i calciatori professionisti attualmente tesserati per l’U.S. Arezzo s.r.l. nella stagione 2017/2018, facendo seguito alla conferenza stampa di sabato scorso e al mancato pagamento degli stipendi di novembre e dicembre, sono costretti a comunicare l’inizio dello stato di agitazione e il preavviso di sciopero. Nonostante le chiare comunicazioni della scorsa settimana, i calciatori non hanno ancora ricevuto alcuna somma relativa ai mesi di novembre e dicembre, e ciò si aggiunge alla mancata certezza circa l’integrale pagamento delle trattenute e dei contributi dei mesi precedenti e all’assenza di ogni chiara informazione in ordine ai progetti sportivi e alla sopravvivenza stessa della società, nonostante ben due cessioni del pacchetto di maggioranza delle quote in pochi mesi. Anzi, dalle dichiarazioni dell’attuale Presidente, pare che ogni progetto sportivo sia stato abbandonato, nonostante le recenti promesse e i mai conclusi proclami di futura grandezza sportiva. Nonostante questa paradossale situazione, i calciatori stanno continuando, anche questa settimana, ad allenarsi nel rispetto della maglia, della tifoseria e della città. Tuttavia, oggi più che mai l’incertezza che regna sulla società da inizio campionato è divenuta assoluta, e determina l’impossibilità di svolgere l’attività sportiva professionistica in modo dignitoso e consono alla categoria. Adesso basta: non è possibile per i calciatori sostenere ulteriormente tale situazione, l’ennesimo sfregio alla categoria in questa stagione sportiva. Per tali motivi, l’A.I.C. annuncia lo stato di agitazione dei calciatori professionisti tesserati con U.S. Arezzo s.r.l. e indice sin d’ora lo sciopero dei predetti calciatori per il giorno di domenica 25 febbraio 2018, auspicando che il club, posto il preavviso di sciopero, adempia al pagamento delle somme contrattualmente dovute quantomeno per le mensilità di novembre e dicembre 2017 e comunque alle sue obbligazioni contrattuali nel termine di venerdì 23 febbraio 2018, in modo così da evitare l’esercizio del diritto di sciopero, che con la presente si preavvisa". VALERIA DEBBIA




commenta
Livorno Calcio, tre serate di festa in Fortezza Vecchia
lunedý 12 febbraio 2018 - 19:03
 


Aprirà venerdì sera (ore 17.30) la Festa dei "103 anni di passione amaranto", con l'inaugurazione presso la sala Canaviglia. Stamattina nei locali della "Sala Ferretti" in Fortezza Vecchia si è svolta la conferenza stampa di presentazione della Festa. Erano presenti il dott. Paolo Nacarlo (Responsabile Comunicazione del Livorno Calcio), Maurizio Laudicino (Responsabile Marketing del Livorno Calcio), dott.ssa Alessandra Potenti (Responsabile della struttura e rappresentante dell'Autorità Portuale), Ernat Mica (rappresentante della Curva Nord) e Alessandro Banchini (presidente dell'associazione You4Er). Dopo la presentazione dell'addetto stampa del Livorno Calcio Paolo Nacarlo, a sottolineare le finalità dell'iniziativa ci ha pensato il Responsabile Marketing della società amaranto Maurizio Laudicino: "La tre notti amaranto non sarà la festa solamente del Livorno Calcio, ma di tutta la città labronica. Non a caso abbiamo pensato di organizzare tutte le iniziative in diversi punti della Fortezza Vecchia, cuore e riferimento per tutta la comunità livornese. Infine l'evento si dovrebbe trasformare in uno degli appuntamenti più importanti dell'inverno labronico". La dott.ssa Alessandra Potenti ha dichiarato che l'intento della manifestazione è quello di mettere in luce la bellezza della Fortezza Vecchia con l'obiettivo di far conoscere un luogo simbolo di Livorno. Quindi l'intervento del rappresentante della Curva Nord, Ernat Mica: "Lo scopo della festa è triplice. Promuovere l'amore per la maglia amaranto e la città, continuare questo dialogo e collaborazione con la società del Livorno Calcio, anche e soprattutto nei momenti di difficoltà. Insomma l'unione fa la forza, tutti insieme possiamo raggiungere risultati importanti". Infine il presidente dell'associazione You4Er, Alessandro Banchini: "Ci tengo a ringraziare i volontari dell'associazione che ci permettono di realizzare questo importante evento. E' bellissimo vedere la collaborazione di tanti soggetti per fare una squadra vincente. Perchè nell'organizzazione non è impegnata solo l'associazione You4Er: il Livorno Calcio, i ragazzi della Curva Nord, i Club Amaranto e l'Autorità Portuale sono i nostri sostenitori. E questo sarà un momento di sana aggregazione con lo scopo sociale della nostra attività". L'ingresso è gratuito e sarà un appuntamento per tutti i tifosi e non solo del Livorno Calcio organizzato dall'associazione onlus "You4Er" in collaborazione con la società, i ragazzi della Curva Nord ed i club Amaranto. Fino a domenica sera, nell'incantevole area della Fortezza Vecchia, concessa per l'occasione dall'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, si alterneranno festa, musica e cibo. Venerdì alle ore 15 è prevista al Picchi un'amichevole tra il Livorno e i ragazzi della Nord. Poi tutti in Fortezza Vecchia con l'apertura ufficiale e l'inaugurazione della Festa "103 anni di passione amaranto", con la mostra storica "Cimeli amaranto" a cura di Ivano Falchini (presidente del CCL). A seguire ci sarà la squadra del Livorno Calcio e la presentazione del video "Livorno-San Valentino, 103 anni di amore" di Luca Dal Canto. Alle 20 presso la sala Cannoniera, Cabaret con Giovanni Bondi e musica "live" con Emanuele Bernardeschi. La Festa proseguirà sabato, alle ore 15, con la presentazione della nuova App dell'AS Livorno Calcio e la rivista ufficiale Amaranto speciale 103 anni. Alle 17 "Il nostro Futuro" spazio dedicato al Settore Giovanile ed alla Scuola Calcio con la diretta di Granducato Tv. A seguire musica amaranto con "57100", "Malasuerte" e Dj con i "Villa Sound". Inoltre saranno presenti gli stand ufficiali dell'AS Livorno Calcio e si terranno Tornei di Subbuteo con premi ai vincitori. L'ultimo giorno, a partire dalla mattina, sarà la giornata dedicata agli sponsor del Livorno Calcio (2° Sponsor Day A.S. Livorno Calcio). Tra l'altro è prevista la presenza dell'ingegnere romano Marco Arturo Romano, attualmente vice presidente della società amaranto e proprietario del marchio Tecnologia & Sicurezza Spa, il cui logo è sulle maglie da gioco dei calciatori labronici. Nel pomeriggio il Talk Show "il Livorno di ieri", a tu per tu con i campioni amaranto del passato. Condurrà Luca Salvetti in diretta su Granducato Tv. Ci saranno anche dei premi (piatti, libri ecc.) messi a disposizione dall'Autorità Portuale di Livorno. Non solo calcio: la serata del 18 febbraio si concluderà con la prima Selezione di Miss Livorno Calcio.




commenta
Verso Livorno-Pontedera con gli ex di turno: Kabashi, Rossini e Maritato
martedý 6 febbraio 2018 - 19:36
 


L'Unione Sportiva Pontedera ha inizio nel 1912. Nel 1928 viene adottata la maglia granata. Il 1° maggio 1985 a Livorno conquista il Trofeo Anglo-Italiano. La finale fu persa proprio dagli amaranto per 2-1. Nel 2010 l'U.S. Pontedera dopo 98 anni di storia cessa di esistere e ha inizio la nuova società denominata U.S. Città di Pontedera. Il sodalizio della città della Vespa è diventato una realtà della terza serie. La politica della società granata è basata soprattutto sulla linea verde. Tra i nuovi il portiere titolare Contini di proprietà del Napoli. In difesa sono arrivati il difensore centrale Frare dal Tuttocuoio e il classe 1997 Borri ex Poggibonsi. A centrocampo il centrale Gargiulo, nella passata stagione alla Lucchese ma di proprietà del Chievo e il centrale Spinozzi della Primavera della Roma. In avanti interessante la punta centrale Pinzauti ex Tuttocuoio e l'ultimo arrivato l'ex amaranto Maritato. Attualmente la classifica dice quattordicesimo posto con 27 punti, frutto di 7 vittorie, 6 pareggi e 10 sconfitte. Sono 27 i gol segnati e 38 quelli subiti. Fuori casa tre successi e sette sconfitte. Il nuovo allenatore Ivan Maraia ha preso il posto di Paolo Indiani, all'inizio della stagione. Quarantanove anni, di Santa Maria a Monte, allena per la prima volta in serie C. Da calciatore ha iniziato la carriera nel 1989 proprio nel Pontedera in serie C2. L'ex centrocampista ha giocato con i granata dal 1989 al 1994. Fece parte della formazione che il 6 aprile 1994 sconfisse la Nazionale allenata da Arrigo Sacchi nell'amichevole giocata a Coverciano prima dei Mondiali negli Stati Uniti. Inoltre ha vestito le maglie di Poggibonsi e Larcianese, dove nel 2002 ha appeso le scarpette al chiodo. Dal 2012 fino al 2017 ha affiancato nel Pontedera il tecnico di Certaldo, Paolo Indiani. In precedenza ha guidato Larcianese e San Gimignano, in Eccellenza e Promozione. Il modulo di riferimento di mister Maraia è il 3-5-2. In porta il classe 1996 Contini. Al centro della difesa Frare, '96 cresciuto nel Parma ed ex Tuttocuoio. Completano il reparto arretrato gli esterni Rossini ex amaranto e Risaliti scuola Empoli. Nel centrocampo a cinque l'esterno di destra è il confermato Calcagni mentre a sinistra viene impiegato Posocco ex Spal e Santarcangelo. I centrali sono Spinozzi, classe 1998, ex Roma Primavera, Caponi e Gargiulo, cresciuto nel Brescia dove ha esordito in serie B. Davanti la coppia titolare ad inizio stagione era Pinzauti-Pesenti ma quest'ultimo durante il mercato di gennaio è stato ceduto al Piacenza. L'attacco ora è formato da Pinzauti ex Tuttocuoio e dall'ex amaranto Maritato. Domenica dovrebbe mancare per infortunio il capitano Vettori.




commenta
Due gialli pesanti. Il difensore Gasbarro e l'attaccante Murilo salteranno il Pontedera
lunedý 5 febbraio 2018 - 00:13
 


Assenze importanti in casa Livorno in vista della gara di domenica pomeriggio contro il Pontedera. La gara con la Pistoiese ha portato due cartellini gialli molto pesanti, rifilati a Gasbarro prima e Murilo poi. Entrambi diffidati, saranno costretti a saltare la prossima gara di campionato contro il Pontedera, di domenica 11 febbraio. Ma non è tutto. Erano in due nella lista degli infortunati: Pedrelli e Maiorino. Probabilmente si aggiungerà il difensore Franco uscito nel finale della gara contro la Pistoiese, difficilmente recupererà per il match con il Pontedera. Chi giocherà contro il Pontedera? E' la domanda che si stanno facendo i tifosi amaranto, visti i tanti amaranto ai box. Partiamo dai forfait quasi certi per domenica pomeriggio. Ivan Pedrelli sicuramente non sarà della partita, dopo il problema alla schiena dovrà stare ancora fermo. Lo stesso discorso potrebbe valere anche per il difensore Michele Franco che nei prossimi giorni effettuerà i controlli per capire l'entità dell'infortunio. Probabilmente in via di risoluzione la lesione di primo grado al muscolo semitendinoso destro per Pasquale Maiorino. Il centrocampista amaranto potrebbe tornare a disposizione nel prossimo turno casalingo. Il Livorno dunque per la sfida contro la compagine granata probabilmente dovrà fare a meno di quattro pedine importanti tra squalificati ed infortunati.




commenta
Livorno, conosciamo il prossimo avversario: la Pistoiese
lunedý 29 gennaio 2018 - 22:21
 


Pistoiese e Livorno domenica daranno vita al 15° incontro in campionato allo stadio "Marcello Melani". Il bilancio è in perfetto equilibrio con 3 vittorie per parte e 8 pareggi. La Pistoiese ha segnato 9 gol contro i 12 del Livorno. Il primo incontro disputato al Melani risale al campionato di serie B ed è datato 4 ottobre 1931 al 3° turno, gli amaranto allenati dall'ungherese Wilhelm Rady chiusero la gara in parità, 2-2: le reti di Innocenti, Corsetti, Miniati e Barni. L'ultima vittoria arancione a Pistoia contro il Livorno, il 24 gennaio 1999, quando la partita terminò 1-0 grazie al gol di Castiglione. L'ultimo pareggio risale al 23 gennaio 1977, gli arancioni di Bolchi non vanno oltre lo 0-0 contro il Livorno di Guido Mazzetti (poi sostituito da Ugo Conti) che chiuse il campionato con un deludente 15° posto con 35 punti. L'ultima gara degli amaranto al Melani, risale alla scorsa stagione: terminò 2-0 per il Livorno, grazie alle reti di Luci e Calil. La Pistoiese con 29 punti in classifica si trova al nono posto insieme al Piacenza e la Carrarese, al momento gli arancioni sono in piena zona playoff. In questa stagione la Pistoiese tra le mura amiche ha vinto sei gare, tre sono i pareggi e una solo sconfitta (con il Siena 1-2), con 14 gol all'attivo e 9 gol subiti. Tra i calciatori della Pistoiese non figurano gli indisponibili Cauterecci, Costa, Ludovisi, Priola, Rafati, Sadotti, Sanna e Viti, inoltre anche il centrocampista Luperini non sarà in campo perchè è stato fermato per un turno dal Giudice Sportivo. La formazione di mister Indiani, probabilmente giocherà con Zaccagno in porta e con la difesa a tre con Zullo, Nossa e Quaranta. Centrocampo a cinque con i centrali Hamlili, Minardi, Regoli, mentre sulle fascie agiranno Mulas e Zappa. Il duo d'attacco sarà composto da Surraco e Ferrari. Pistoiese-Livorno sarà la partita dei ritorni e degli ex. Saranno ben cinque i calciatori che hanno vestito la maglia di entrambe le squadre. Tra gli amaranto l'ex sarà Valiani, tra gli arancioni invece gli ex saranno: Rossini, Regoli, Rafati e Surraco. Nelle file dei labronici l'ex Francesco Valiani pistoiese di nascita, ha totalizzato 92 presenze e 12 reti con la maglia della Pistoiese dal 2002 al 2005. Nella Pistoiese invece giocheranno l'ex Sassuolo Jonathan Rossini. Cresciuto nelle giovanili del Bellinzona e della Sampdoria. Il 27 agosto 2016 il Sassuolo lo presta al Livorno in Lega Pro. Il 30 gennaio 2017 durante la gara con il Como subisce un brutto infortunio al ginocchio. Termina la stagione con all'attivo 16 presenze in campionato, una rete (Livorno-Pistoiese 3-0) e una presenza in Coppa Italia. Quindi passa in prestito alla Pistoiese. L'altro ex è Paolo Regoli. Ha giocato in serie B con il Livorno nella stagione 2015/16 dove ha totalizzato solo due presenze. Il terzo ex è Jami Rafati che per il momento non è mai stato convocato. Fra l'altro in questo momento è anche infortunato. Il 7 luglio 2014 il Livorno lo acquista dal Grifone a titolo definitivo per un anno con opzione per il secondo. In due anni con gli amaranto gioca una sola gara di campionato (Perugia-Livorno 4-1) ed appena 4' minuti giocati. L'ultimo ex è Juan Ignacio Surraco. Il 28 luglio 2010 si trasferisce in prestito al Livorno. Prima dell'infortunio con gli amaranto gioca 25 partite in campionato, segnando cinque reti e due gare in Coppa Italia. Il 31 agosto 2011 viene ingaggiato dal Torino. Il 30 luglio 2014 ritorna al Livorno. Colleziona solo 4 presenze in campionato ed una in Coppa Italia (Livorno-Bassano 2-4) e dopo appena quattro mesi risolve il contratto con il Livorno.




commenta
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Diamanti a gennaio in amaranto ?
Si
No
Non so'
Risultati

Classifica aggiornata al 18/2/2018

Livorno 51
Robur Siena 49
Pisa 47
Viterbese 45
Carrarese 36
Olbia 35
Monza 35
Alessandria 35
Giana Erminio 34
Piacenza 32
Arzachena 31
Pistoiese 31
Pontedera 31
Arezzo 28
Pro Piacenza 28
Lucchese 27
Cuneo 23
Gavorrano 18
Prato 16

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro