Il Commento
Livorno beffato ma quante palle gol abbiamo sprecato !
martedý 24 settembre 2019 - 23:46
 


Mai sentito parlare del killer instinct? Beh il Livorno quello non ce l'ha, perché sennò stasera al Marulla sarebbe finita in goleada. Per la gioia nostra e del grande Igor, che oggi festeggiava gli anni.Non ricordiamo pero' una trasferta con tante palle gol sprecate anche quando Breda ha deciso nostro malgrado di dare il cambio a Marsura e Rajcevic.Un Livorno bello, pero',autorevole per 60 minuti, che dimostrava di essere in fiducia dopo il successo scacciacrisi di sabato.Il gol di Marsura in avvio di ripresa era il logico epilogo di una supremazia netta con quella palombella pallanuotistica finita alle spalle dell'incolpevole Perina.Un bel modo per farsi perdonare il gol mangiato nel primo tempo, su assist al bacio di Rajcevic.Tolti loro due e magari fisiologicamente, alla luce dell'impegno al Picchi di 48 prima e in vista del prossimo con la Salernitana, il Livorno si e' abbassato troppo e alla fine l'ex spezzino Pierini, che ricorda nella fisionomia l'ormai ex calciatore Calaio', ci ha purgato, come già gli riuscì nella scorsa stagione al Picco. Ti mordi le mani ma e' la cruda realtà, che fa male, nel momento in cui ripensi alle occasioni gettate al vento, anche quando non eravamo più padroni del campo.Certo l'ingresso di Mazzeo non ha giovato granché e nei panni di Breda avremmo puntato su Braken che ha piu'gamba dell'ex foggiano.Ma tant'è.Prendiamoci questo punto sperando far tesoro di questa serata in cui ci siamo buttati via..




commenta
Cosenza-Livorno i precedenti in campionato. Bilancio favorevole ai calabresi
martedý 24 settembre 2019 - 07:42
 


Cosenza e Livorno si ritroveranno martedì 23 settembre allo stadio "San Vito" per la tredicesima volta in campionato. Il bilancio totale è favorevole agli amaranto con 5 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte. Sedici le reti realizzate dal Livorno, contro le otto del Cosenza. In Calabria sono in tutto sei i precedenti in campionato tra il Cosenza e il Livorno che domani si affronteranno al Marulla per la settima volta nella loro storia. Il bilancio è favorevole alla formazione calabrese: tre vittorie per i padroni di casa, due pareggi e un successo per gli amaranto. Quattro le reti realizzate dai rossoblu, tre quelle subite. Il primo precedente risale al 1° marzo 1981. A decidere la gara fu Prima su calcio di rigore. Il secondo match, il 6 febbraio 1983, fu Conte a gonfiare la rete. Nel 1985/86 Cosenza-Livorno terminò con il punteggio di 0-0. Nella stagione succesiva, toccò a Giansanti al 90' ha mettere il timbro sulla partita. Il quinto precedente coincide con l'unica sconfitta dei rossoblu, il 17 maggio 2003, nel torneo di serie B 2002/03. Gli amaranto sbancarono il San Vito grazie alle reti di Bortolazzi ed Igor Protti. Infine nello scorso campionato, il 22 settembre 2018, termina 1-1. Il Cosenza passa in vantaggio al 36' con Tutino. All'83' il Livorno riequilibria lo svantaggio: Luci disegna sulla testa di Giannetti un cross perfetto per il pari. Bottino magro per Piero Braglia contro il Livorno. Il tecnico toscano in dieci precedenti solo una volta è riuscito a battere gli amaranto. Campionato di serie C 2016/17 al Moccagatta di Alessandria, i grigi guidati da Braglia battono per 3-1 il Livorno di Foscarini grazie alla doppietta di Iocolano e la rete di Gonzales, intervallata dal provvisorio 2-1 firmato da Vantaggiato. Tre i pareggi: Frosinone-Livorno 1-1, Livorno-Juve Stabia 2-2 e Cosenza-Livorno 1-1. Sei invece i ko: il primo nel 2008, quando la squadra allenata da Acori rifilò un pesante 5-2 al Frosinone guidato dal tecnico toscano. Seguito da Livorno-Juve Stabia 3-0, Juve Stabia-Livorno 1-2, Juve Stabia-Livorno 1-3 e Livorno-Alessandria 2-1. L'ultimo il 10 febbraio scorso, quando la squadra allenata da Breda battè 2-0 il Cosenza. Saranno due gli ex della partita entrambi sponda rossoblu. Leandro Greco nasce a Roma il 19 luglio 1986. Prima di vestire la maglia amaranto gioca con l'Astrea, Roma, Hellas Verona, Pisa, Piacenza e Olympiacos Pireo. Il 30 luglio 2013 passa a titolo definitivo al Livorno. Esordisce con il Livorno, in serie A, il 25 agosto, nella partita contro la sua ex squadra, la Roma, che vince 2-0 al Picchi. Gioca 32 partite di campionato (2.408' minuti giocati), nelle quali ha segnato 4 reti (più due assist). Jaime Baez attaccante uruguaiano classe 1995. A soli 20 anni arriva la chiamata dall'Europa. A tesserare il giovane attaccante è la Fiorentina. La società viola decide di mandarlo in prestito, nella stagione 2015/16, al Livorno in serie B. Scende in campo in 13 occasioni (689' minuti giocati) e un assist. Al termine del campionato gli amaranto retrocedono in Lega Pro e l'uruguagio ritorna alla Fiorentina.




commenta
Livorno al piccolo trotto si sblocca col Pordenone
sabato 21 settembre 2019 - 17:57
 


La differenza l'ha fatta l'ingresso in campo di Rajcevic. Lui ha dato profondità ad un Livorno, che con Mazzeo, nel primo tempo, si era limitato al minimo sindacale.



Un piccolo trotto, forse, anche legato al timore di partire ad handicap.Se no non si spiega, il solo tiro in porta di Agazzi in 45 minuti, che guarda caso ha dato il vantaggio al Livorno.



Un Livorno frenato dalle preoccupazioni di classifica, che quasi mai accompagnava di squadra le folate dei guastatori Marsura e Marras.



Eppure se l'arbitro avesse concesso il vantaggio su una percussione dell'ala ex Carpi a fil di sirena, il Livorno avrebbe anche potuto raddoppiare. Infatti sull'intervento falloso degli ospiti su Marsura,punito dal direttore di gara, la palla dopo una deviazione era finita sui piedi di Mazzeo, solo davanti al portiere.Inutili le protese amaranto che comunque concludevano in vantaggio la prima frazione.



La musica non cambiava nella ripresa, senonche' il Pordenone e' riuscito a segnare, con un colpo di testa da sottomisura, dopo tre cross consecutivi in aerea amaranto.



Si paventavano sciagure e invece Rajcevic ha preso per il mano e Livorno, che ha aumentato i giri del motore, cercando di infilarsi palla a terra nelle maglie della difesa avversaria.



C'e' riuscito Marras su assist di Marsura,saltando l'uomo e castigando il portiere dal vertice sinistro dell'area piccola. Ci ha provato, il Pordenone a riprendere la partita ma per due volte su palla inattiva e su una conclusione dal limite ma  Zima si è fatto trovare pronto.



Breda ha fatto anche debuttare l'olandese Braken nel finale, al posto di Marsura e in coppia con Rajcevic. E I due si sono cercati con buoni risultati ma soprattutto hanno consentito al Livorno di rimanere alto, rischiando niente nell'extra time.



Una vittoria importante che scaccia polemiche e cattivi pensieri ma che dovrà trovare conferme nel turno infrasettimanale a Cosenza.E' tutt'altro che  il Livorno che sognano i tifosi ( per quello bisognera' attendere la migliore condizione e l'inserimento dei nuovi) ma ci sono i presupposti per guadagnare posizioni di classifica meno impervie.




commenta
Spinelli: servono 12 punti in 12 partite..
giovedý 19 settembre 2019 - 07:55
 


Aldo Spinelli e' sereno ma ha le idee chiare per quello che serve al Livorno per risalire.Intanto la tabella di marcia.."Servono 12 punti in 12 partite"- ha dichiarato al Tirreno.E' perché proprio 12 partite? "Semplice ha replicato-sono quelle che servono per portare l'intera rosa alla condizione ottimale". Ma per vincerne 3 e pareggiarne altrettante servono secondo il massimo dirigente più intensità e cattiveria.E ieri e' andato a dirlo di persona ai ragazzi che si allenavano al Centro Coni. Niente ultimatum, di quelli che riescono solo a lui.Anche perché al momento in rosa, non ci sono i senatori che orientavano una volta gli umori dello spogliatoio.E non e' detto che alla fine questo possa essere un bene.Infatti se e' vero che Breda ha preteso di far fuori Diamanti adesso e' lui che comanda e lui che si prende tutte le responsabilità se le cose non vanno.Cosi' va il mondo e anche se Spinelli dice che non rischia e' bene per tutti che la carrozza amaranto riprenda il cammino. Magari con qualche aggiustamento.Si sa per certo infatti che Il mister in vista del lanciatissimo Pordenone sta lavorando per rinforzare il centrocampo, almeno contro le big.Possibile un cambio di modulo diverso dal 4-2-3-1..Anche se come dice Spinelli "non ci sono favoriti quest'anno in B, tutti possono battere tutti"..




commenta
Breda in confusione, l'Ascoli domina nella ripresa..
domenica 15 settembre 2019 - 09:41
 


Cambiano gli interpreti ma non cambiano i risultati per il Livorno.Ad Ascoli, dopo un buon primo tempo, colleziona la terza sconfitta consecutiva, senza ancora aver segnato un gol.



Mister Breda  costretto ad aggiornare  in negativo le proprie statistiche( non aveva mai perso le prime tre in carriera) e sale sul banco degli imputati per una gestione cervellotica dei cambi. Col Livorno sotto di un gol a 20 minuti dalla fine, sostituisce il debuttante centravanti olandese Braken con un fluidificante(Porcino) lasciando di fatto la squadra priva di un vero terminale offensivo.In realtà aveva pensato a Mazzeo ma all'ultimo momento ha cambiato idea. 



Cosicche' nell'assalto finale il centravanti lo fa Di Gennaro, che da buon difensore si mangia due gol quasi fatti.Ci piace pero' ricordare l'ottimo esordio di Del Prato che non ha fatto assolutamente rimpiangere Morganella,sempre fuori posizione sulla fascia di competenza.E lo stesso potremmo dire di Gasbarro che continua a convincere solo Breda.



Chiaro che se dopo la prima frazione un pari poteva starci, nella ripresa siamo rimasti in corsa soprattutto perché Ardemagni ha sbagliato l'inverosimile, per un bomber di razza come lui. Sappiamo che c'e' molto da lavorare sui meccanismi offensivi, in considerazione delle molte novità di mercato.



Brignola e Braken non hanno demeritato ma l'intesa con Marsura e Murillo e' assolutamente da affinare.Ognuno sembra giocare per conto proprio,come normale che sia.Ma intanto le giornate passano, anche se ci vuole poco per fare meglio di così.



Magari nei panni di Breda, avremmo preferito andare sull'usato sicuro davanti,inserendo l'olandese per un solo spezzone di gara.Chiaro che e' bravo chi ci indovina e se  avesse segnato Di Gennaro saremmo qui a commentare la gara diversamente. Contiamo sulla proverbiale serenità del mister, per uscire dal minitunnel, che ricorda molto l'andazzo della scorsa stagione.Le attenuanti ci sono ma forse s' meglio frenare gli entusiasmi per le ultime operazioni di mercato.Soprattutto se li si confrontano con quelle di un Ascoli che ha molte più certezze e ha potuto permettersi di rinunciare in attacco a due big come Da Cruz e Scamacca.




commenta
Gol da polli ma nel primo tempo abbiamo tenuto botta...
sabato 14 settembre 2019 - 16:03
 


Un gol da polli ci fa andare al riposo in svantaggio ad Ascoli.Da polli perché non era la prima volta che ci facevamo trovare scoperti sul lato sinistra della difesa dove Di Gennaro deve uscire per tamponare l'incursione di Khaja da cui scaturisce la rete di Garbo.Peccato perché in quel momento stavamo controllando il padroni di casa creando qualche opportunità interessante.Magari un po' timidi davanti dove e' chiaro non può esistere ancora un'intesa tra Brignola,Marsura,Braken e Murillo.L'occhio ovviamente e' andato dritto sul centravanti olandese e l'ex fantasista del Sassuolo al debutto.Entrambi non sono andati male,crescendo con il trascorrere dei minuti ma d' ovvio che ci attendiamo ampi margini di miglioramento.In generale contro un Ascoli,solido abbiamo tenuto botta ma e' chiaro che nella ripresa si tratta di evitare in tutte le maniera un'altra sconfitta..




commenta
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Breda va esonerato subito ?
No vanno presi 3 difensori buoni a Gennaio
Si
Zima doveva essere mandato in campo nella ripresa
Diamanti e Valiani non dovevano farli andar via
Breda al momento non ha alternative a centrocampo
Non so'
Squadra senza garra e senza leader
Risultati

Classifica aggiornata al 7/10/2019

Benevento 15
Perugia 14
Salernitana 14
Empoli 14
Crotone 14
Ascoli 12
Cittadella 12
Pordenone 11
Entella 11
Chievo 10
Pescara 10
Cremonese 10
Venezia 9
Pisa 9
Frosinone 6
Juve Stabia 4
Livorno 4
Spezia 4
Cosenza 4
Trapani 4

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro