Speciale Amaranto
Conosciamoli meglio: l'Hellas Verona
martedė 18 dicembre 2018 - 22:20
 


HELLAS VERONA FOOTBALL CLUB s.p.a. (1903)



L'Hellas Verona è una tra le società del calcio più antiche, essendo stata fondata nel 1903. La società veneta ha vinto il campionato di serie A, nella stagione 1984/85. Dal 1983 al 1988 ha partecipato alla Coppa dei Campioni e due volte alla Coppa Uefa. Il Verona ha partecipato a 54 campionati di serie B. Inoltre ha vinto per tre volte il campionato cadetto (1956/57, 1981/82, 1998/99). I colori della squadra sono il giallo e il blu ed è soprannominata "i mastini" e "gli scaligeri", in riferimento al Mastino della Scala e Signoria della Scala (XIII° e XIV° sec.). In pratica il termine "scaligero" è sinonimo di Veronese.



Presidente onorario: Osvaldo Bagnoli



Presidente: Maurizio Setti nasce a Carpi 55 anni fa e dopo aver militato nei dilettanti dell'Athletic Carpi, molla la passione per la fotografia e si butta nel mondo della moda. Nel 1989 crea il gruppo di moda Antress e qualche anno dopo acquisisce il brand Manila Grace. Nel 2012 diventa amministartore unico della holding Moulin Rouge Spa che controlla la Antress Industry Spa. E' stato socio per tre anni del Carpi. Nel 2011 prima di arrivare a Verona diventa compropietario e vicepresidente del Bologna, insieme a Guaraldi. L'anno dopo rileva l'Hellas Verona del proprietario Givanni Martinelli. Entra come socio di maggioranza con l'80% delle quote e nel marzo del 2013 diventa il proprietario unico della società scaligera. Pochi mesi fa acquista alcune quote di maggioranza del Mantova, militante in serie D.



Direttore operativo: Francesco Barresi



Segretario sportivo: Somine Marconato



Segreteria: Martina De Angelis, Elene Fraccaroli



Direttore sportivo: Tony D'Amico



Team manager: Sandro Mazzola



Responsabili amministrativi: Pierluigi Marzola, Simona Gioè



Amministrazione: Luca Darra, Eugenio Spiazzi di Corte Regia



Responsabile comunicazione: Matteo Viscione



Ufficio stampa: Federico Montresor



Vendite e sponsor: Manuel Ferretto



Produzioni: Francesco Bovolenta



Responsabile marketing: Carlotti Robotti



Graphic design: Sabrina Gnisci



Ufficio marketing: Cristian Girardi, Federico Setti



Responsabile biglietteria e informatico: Moris Rigodanze



Biglietteria: Nicola Bertaiola, Stefano Meruzzi



Area legale: avv. Stefano Fanini, avv. Antonella Benedetti, avv. Paolo Pasetto, avv. Enrico Zanardi



Facilities e SLO: Stefano Cacciatori



Delegato sicurezza: Andrea Poncato



Vice sicurezza: Laura Campeotto



Assistant stadium manager: Lorenzo Miceli



Allenatore: Fabio Grosso è nato a Roma il 28 novembre 1977. Fino a 21 anni la sua carriera di calciatore naviga nel dilettantismo: quattro stagioni in forza alla Renato Curi, squadra di Eccellenza abruzzese dove mette a segno 47 reti in 108 presenze, nel ruolo di trequartista. Infatti Grosso all'inizio della carriera ricopriva un ruolo più offensivo. Il debutto tra i professionisti avviene nel 1998, con il Chieti in serie C2 (12 presenze in campionato). L'anno dopo attira le attenzioni del Teramo ma l'allenatore della squadra Roberto Pruzzo, non vedeva il calciatore romano. Finì l'esperienza addirittura prima dell'inizio del campionato. Quindi il ritorno al Chieti, dove rimane altre due stagioni stagioni. Nell'ultimo campionato con i neroverdi fu tra i trascinatori della squadra verso la promozione in serie C1. Finchè un giorno gli osservatori del Perugia si accorgono di lui e decidono nel 2001, di portarlo al Perugia in serie A. In Umbria l'ex allenatore del Livorno, Serse Cosmi, ne apprezza la corsa e i cross e decide di impiegarlo come terzino sinistro. Dopo tre stagioni a Perugia, passa al Palermo (2004). Con i rosanero conquista subito la promozione in serie A e la storica qualificazione in Coppa Uefa. Nel 2006 entra nella lista dei 23 convocati della Nazionale al Mondiale di Germania. La prestigiosa competizione per Grosso inizia agli ottavi di finale, contro l'Australia. Sullo 0-0, nel finale di gara, Grosso si procura un rigore fondamentale che Totti non sbaglia. In semifinale contro la Germania padrona di casa fu proprio Grosso a segnare la prima rete nei tempi supplementari. Poi al 120' arrivò il 2-0 di Del Piero, consentendo all'Italia di accedere alla finale contro la Francia. La finale di Berlino finì 1-1 ma ai calci di rigore vinsero gli Azzurri per 5-3. Fu Grosso a realizzare il quinto e decisvo rigore per la Nazionale. Nella stagione 2006/07 passa all'Inter con cui vince lo Scudetto e la Supercoppa italiana. Dal 2007 al 2009 gioca nell'Olympique Lione vincendo un campionato, una Supercoppa Francese e una Coppa di Francia. Nell'estate del 2009 passa alla Juventus. Chiuse la prima stagione con i bianconeri con 26 presenze e 2 gol in campionato. L'anno successivo, in seguito alla mancata cessione nel calciomercato, Grosso fu messo fuori rosa. Ma a settembre ritorna alla Juventus, chiudendo la stagione con 19 presenze in campionato. La stagione successiva rimane ai margini della squadra, non rientrando nei piani del tecnico Antonio Conte. In bianconero gioca poco (solo due presenze) e così nel dicembre del 2012 decide di smettere con il calcio giocato anche a causa di problemi fisici. Appese le scarpe al chiodo, ha frequentato il corso di Coverciano per diventare allenatore: nel 2013 ottiene la qualifica. Nella stagione 2013/14 inizia la sua avventura di tecnico nella Juventus Primavera come vice. Dopo l'esonero di Zanchetta diventa il primo allenatore. Sulla panchina della Primavera bianconera rimane fino al 2017 vincendo il Torneo di Viareggio nel 2016. Il 13 luglio 2017 si accorda con il Bari, in serie B. Chiude la stagione al 6° posto e si qualifica ai playoff. Nel turno preliminare viene eliminato dal Cittadella. Quindi rescinde il suo contratto con i pugliesi e passa alla guida del Verona. Con la maglia della Nazionale Italiana, Grosso ha disputato il Mondiale del 2006 in Germania e l’Europeo in Svizzera e Austria del 2008, giocando da protagonista il mondiale tedesco infatti sarà proprio lui a segnare il gol del vantaggio degli azzurri in semifinale contro la Germania nei tempi supplementari e il rigore decisivo nella finale contro la Francia che regala agli azzurri il 4° titolo mondiale della loro storia, a 24 anni di distanza da Spagna ’82. In totale Grosso con la nazionale ha disputato 48 partite segnando 4 gol



Allenatore in seconda: Mauro Carretta



Collaboratori tecnici: Stefano Raponi, Stefano Petrini



Preparatore atletico: Stefano Cellio



Preparatore atletico e recupero infortunati: Riccardo Ragnacci



Preparatore dei portieri: Massimo Cataldi



Match analyst: Guido Didona



Responsabile sanitario: dott. Dario Donato



Medico addetto alla prima squadra: dott. Emanuele Brotto



Consulente medico: dott. Paolo Righi



Consulenti ortopedici: dott. Claudio Zorzi, dott. Venanzio Iacono



Fisioterapisti: Umberto Improta, Marius Udrescu



Massofisioterapista: Mattia Todeschini



Osteopata: Gianpaolo Cau



Magazzinieri: Tomas Bodini, Zeno Sabaini



Responsabile settore giovanile: Massimo Margiotta



Coordinatore attività di base: Alberto Saccuman



Segretario: Mirco Zardini



Responsabile Scuola Calcio e progetto scuola: Zaccaria Tommasi



Coordinatore Hellas camp: Alessandro Salvoro



Progetto affiliazioni: Daniele Cristofoli, Federico Setti



Tutor scolastica: Silvia Castelli



Responsabile medico: dott. Eugenio Vecchini



Medici sociali: dott. Carlo Damioli, dott. Stefano Mazzi



Magazziniere: Giorgio Rossi



Allenatore Primavera: Antonio Porta



Campo di gioco: lo stadio "Marcantonio Bentegodi", storico benefattore dello sport veronese del XIX secolo, è sede degli incontri interni dell'Hellas Verona e il Chievo Verona. E' stato inaugurato il 15 dicembre 1963. Lo stadio è stato ristrutturato in occasione dei campionati mondiali di Italia '90. Attualmente la sua capienza è di 39.211 posti



Colori sociali: 1^ divisa maglia blu, calzoncini bianchi e calzettoni blu, 2^ divisa maglia gialla, calzoncini blu e calzettoni gialli



Sponsor: Gruppo Sinergy



Sponsor tecnico: Macron



Palmares: 1 Campionato d'Italia (1984-85)



L'ex amaranto: Alan Empereur nasce il 10 marzo 1994 a Ipatinga (Brasile). Nel febbraio 2008 viene portato in Italia dalla Fiorentina, proseguendo il proprio percorso nel settore giovanile viola. Nel gennaio 2015, la Fiorentina, lo cede in prestito al Livorno in serie B. Gioca un solo incontro, il 7 febbraio 2015, contro il Bari, dove entra all'83' al posto di Giuseppe Gemiti



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 18 (1 in serie A, 17 in B); vittorie Livorno 7 (ultima stagione 2003-04, 3-0), pareggi 7 (ultimo stagione 2002-03, 1-1), vittorie Verona 4 (stagione 2013-14, 2-3)



Precedenti a Verona in campionato: partite disputate 18 (1 in serie A, 17 in B); vittorie Verona 11 (ultima stagione 2013-14, 2-1), pareggi 4 (ultimo stagione 2012-13, 1-1), vittorie Livorno 3 (ultima stagione 2002-03, 0-1)



Classifica: 7° posto con 19 punti a pari merito con l'Ascoli



Capocannoniere: Giampaolo Pazzini, classe 1984, ruolo attaccante con 4 reti



Verona fuori casa: 3 vittorie (0-3 Cosenza, 1-2 Crotone, 0-1 Benevento), 1 pareggi (1-1 Venezia), 3 sconfitte (1-0 Salernitana, 1-0 Ascoli, 4-2 Brescia). Reti fatte Verona 9, subite 8



Diffidati: nessuno



Indisponibili: Bianchetti, Colombatto



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (4-3-3): Silvestri, Almici (Empereur), Marrone, Caracciolo, Crescenzi, Dawidowicz, Gustafson, Zaccagni, Matos, Di Carmine (Pazzini), Laribi (Lee).



Prima squadra



Portieri: Ferrari 1996, Silvestri 1991, Tozzo 1992.



Difensori: Almici 1993, Balkovec 1994, Bianchetti 1993, Caracciolo 1990, Cherubin 1986, Crescenzi 1991, Eguelfi 1995, Empereur 1994, Kumbulla 2000, Felicioli 1997, Gonzalez 1988, Kumbulla 2000.



Centrocampisti: Calvano 1993, Colombatto 1997, Danzi 1999, Dawidowicz 1995, Fossati 1992, Gustafson 1995, Henderson 1997, Laribi 1991, Marrone 1990, Zaccagni 1995.



Attaccanti: Cappelluzzo 1996, Cissè 1988, Di Carmine 1988, Lee 1998, Matos 1993, Pazzini 1984, Ragusa 1990, Tupta 1998.



Movimenti di mercato



Arrivi: Tozzo 1992 portiere dalla Sampdoria (prestito), Ferrari 1996 portiere dall'Arezzo (fine prestito), Marrone 1990 centrocampista dal Bari (ptrestito/Juventus), Eguelfi 1995 difensore dal Cesena (prestito/Atalanta), Balkovec 1994 difensore dal Bari (definitivo), Crescenzi 1991 difensore dal Pescara (definitivo), Almici 1993 difensore dalla Cremonese (prestito/Atalanta), Empereur 1994 difensore dal Bari (definitivo), Henderson 1997 centrocampista dal Bari (definitivo), Dawidowicz 1995 centrocampista dal Palermo (prestito/Benfica-Portogallo (prestito), Colombatto 1997 centrocampista dal Perugia (prestito/Cagliari), Gustafson 1995 centrocampista dal Perugia (prestito/Torino), Di Carmine 1988 attaccante dal Perugia (prestito), Ragusa 1990 attaccante dal Sassuolo (prestito), Laribi 1991 centrocampista dal Cesena (definitivo), Cissè 1988 attaccante dal Bari (definitivo), Cappelluzzo 1996 attaccante dal Pescara (fine prestito).



Partenze: Souprayen 1989 difensore all'Auxerre-Francia (definitivo), Boldor 1995 difensore al Foggia (prestito), Nicolas 1988 portiere all'Udinese (prestito), Vukovic 1988 difensore all'Olympiacos-Grecia (fine prestito), Ferrari 1994 difensore alla Sampdoria (prestito/Bologna), Heurtaux 1988 difensore all'Ankaragucu-Turchia (definitivo), Felicioli 1997 difensore al Perugia (prestito/Milan), Fares 1996 attaccante alla Spal (prestito), Romulo 1987 centrocampista al Genoa (definitivo), Valoti 1993 centrocampista alla Spal (prestito), Buchel 1991 centrocampista all'Empoli (fine prestito), Zucolini 1990 centrocampista al Colon-Argentina (definitivo), Laner 1984 centrocampista all'Adrense (definitivo), Kean 2000 attaccante alla Juventus (fine prestito), Verde 1996 attaccante al Real Valladolid-Spagna (prestito-Roma), Cerci 1987 attaccante al all'Ankaragucu-Turchia (definitivo), Petkovic 1994 attaccante alla Dinamo Zagabria-Croazia (prestito/Bologna), Aarons 1995 attaccante allo Slovan Liberec-Repubblica Ceca (prestito/Newcastle United-Inghilterra), Bearzotti 1996 attaccante al Cosenza (prestito).



Ricorsi dal campionato 1931-32



1931-32 serie B 06/12/1931 Ver.-Liv. 6-1 (16' Busini V, 17' Ricci V, 4' Marini rig. V, 38' Ricci V, 70' Patuzzi V, 75' Patuzzi V, 76' Corsetti rig. L) Guarnieri di Milano / 01/05/1932 Liv.-Ver. 0-1 (59' Righetti) Melandri di Genova



1932-33 serie B 23/10/1932 Ver.-Liv. 0-2 (25' Nekadoma, 76' Miniati) Ciamberlini di Genova / 26/03/1933 Liv.-Ver. 1-0 (26' Nekadoma rig.) Mastellari di Bologna



1935-36 serie B 17/11/1935 Liv.-Ver. 5-1 (1' Arcari IV L, 30' Begnini V, 40' Montanari L, 53' Garraffa rig. L, 59' Faccenda L, 70' Faccenda L) Carminati di Milano / 29/03/1936 Ver.-Liv. 1-0 (16' Antonini) Mastellari di Bologna



1936-37 serie B 06/12/1936 Liv.-Ver. 6-0 (1', 16', 36', 54' Arcari IV, 55' Montanari, 76' Costanzo rig.) Gamba di Napoli / 04/04/1937 Ver.-Liv. 0-0 Caironi di Milano



1939-40 serie B 28/01/1940 Ver.-Liv. 1-4 (1' Stua L, 26' Stua L, 52' A. Cattaneo L, 72' Andreis V, 85' Stua L) Mattea di Torino / 16/06/1940 Liv.-Ver. 5-0 (2', 4' Stua, 24' Venturini, 32' Costanzo, 85' Angelini) Marsciani di Modena



1949-50 serie B 13/11/1949 Liv.-Ver. 2-2 (41' Tavellin V, 43' Conti V, 64' Bartolini L, 75' Buzzegoli rig. L) Tibaldi di Savona / 09/04/1950 Ver.-Liv. 5-1 (27' Buzzegoli L, 30' Pozzan V, 47' Massari V, 52' Massari V, 62' De Lazzari V, 68' Pozzan V) Liverani di Torino



1950-51 serie B 07/01/1951 Ver.-Liv. 4-1 (5' Sega V, 17' Frasi V, 23' Sega V, 68' Fommei L, 74' Zamperlini V) Savio di Torino / 03/06/1951 Liv.-Ver. 2-1 (27' Rizzato L, 32' Pernigo V, 79' Balestra L) Poggopollini di Ferrara



1951-52 serie B 13/01/1951 Liv.-Ver. 2-2 (37' Balestra L, 38' Catalano L, 44' Zamperlini V, 47' Zamperlini V) Marchese di Napoli / 08/06/1952 Ver.-Liv. 3-0 (42' Fanin, 77' Pozzan, 86' Pozzan) Bernardi di Bologna



1955-56 serie B 25/09/1955 Ver.-Liv. 2-0 (36' Galassini, 69' Lonardi) De Gregorio di Legnano / 19/02/1956 Liv.-Ver. 2-2 (23' Bronzoni L, 30' Puccinelli L, 63' Buzzin V, 67' Stefanini I V) Perego di Milano



1964-65 serie B 25/10/1964 Ver.-Liv. 2-0 (12' Radaelli, 23' Zeno) Camozzi di Porto D'Ascoli / 21/03/1965 Liv.-Ver. 2-1 (47' Savoia aut. L, 57' Mascalaito L, 75' Golin V) Sebastio di Taranto



1965-66 serie B 19/12/1965 Ver.-Liv. 0-0 D'Auria di Salerno / 22/05/1966 Liv.-Ver. 1-1 (48' Mascalaito L, 77' Mancin V) Motta di Monza



1966-67 serie B 22/01/1967 Liv.-Ver. 0-0 Orlando di Bergamo / 18/06/1967 Ver.-Liv. 3-0 (2' Savoia, 57' Sega, 89' Scaratti) Sbardella di Roma



1967-68 serie B 31/12/1967 Ver.-Liv. 1-0 (35' Bui) Torelli di Milano / 26/05/1968 Liv.-Ver. 0-0 Monti di Ancona



2002-03 serie B 14/09/2002 Ver.-Liv. 0-1 (37' I. Protti) Gabriele di Frosinone / 09/02/2003 Liv.-Ver. 1-1 (7' Vieri V, 16' Negri L) Brighi di Cesena



2003-04 serie B 20/11/2003 Ver.-Liv. 1-1 (32' Mazzola V, 84' Ruotolo L) Cassarà di Palermo / 17/04/2004 Liv.-Ver. 3-0 (8' I. Protti, 24' I. Protti, 48' C. Lucarelli) Nucini di Bergamo



2011-12 serie B 03/12/2011 Livorno-Verona 0-2 (47' Maietta, 58' Jorginho) Velotto di Grosseto / 05/05/2012 Ver.-Liv. 1-0 (79' Lepiller) Calvarese di Teramo



2012-13 serie B 20/10/2012 Liv.-Ver. 0-2 (71' Cacia, 90' Martinho) Nasca di Bari / 15/03/2013 Ver.-Liv. 1-1 (10' Paulinho L, 34' Martinho V) Tommasi di Bassano del Grappa



2013-14 serie A 29/09/2013 Ver.-Liv. 2-1 (40' Iturbe V, 46' Rinaudo L, 74' Jorginho rig. V) Tommasi di Bassano del Grappa / 23/02/2014 Liv.-Ver. 2-3 (33' Jankovic V, 43' Romulo V, 46' Toni V, 72' Paulinho L, 73' Greco L)



Partite disputate: 36. Vittorie Livorno 10, pareggi 11, vittorie Verona 15. Reti fatte Livorno 47, subite 52.



A Livorno: 18. Vittorie Livorno 7, pareggi 7, vittorie Verona 4. Reti fatte Livorno 34, subite 19.



A Verona: 18. Vittorie Verona 11, pareggi 4, vittorie Livorno 3. Reti fatte Verona 32, subite 13.



Marcatori del Livorno: 5 reti Arcari IV, Stua; 3 reti I. Protti; 2 reti Nekadoma, Faccenda, Montanari, Costanzo, Buzzegoli, Balestra, Mascalaito, Paulinho; 1 rete Corsetti, Miniati, Garraffa, A. Cattaneo, Venturini, Angelini, Bartolini, Fommei, Rizzato, Catalano, Bronzoni, Puccinelli, I. Protti, Negri, Ruotolo, C. Lucarelli, Rinaudo, Greco. Più un'autorete: Savoia.




commenta
Di tutto...di pių..il Palermo
lunedė 10 dicembre 2018 - 23:35
 


UNIONE SPORTIVA CITTA' DI PALERMO s.p.a. (1987)



Il Palermo è stato fondato il 1° novembre 1900. Ha in bacheca una Coppa Italia di serie C vinta nella stagione 1992/93. I rosanero hanno vinto cinque campionati di serie B: 1931/32, 1947/48, 1967/68, 2003/04 e 2013/14. I primi colori sociali furono il rosso ed il blu, sostituiti dal rosa e dal nero a partire dal 27 febbraio 1907.



Direttore amministrativo: Daniela De Angeli



Segretario generale: Gianni Francavilla



Direttore area tecnica: Rino Foschi



Responsabile area scouting: Giuseppe Corti



Collaboratore area tecnica: Maurizio Marin



Consulente commerciale: Toni Sichera



Team manager: Vincenzo Todaro



Marketing manager: Federico Fornaris



Responsabile ufficio stampa: Andrea Siracusa



Ufficio stampa: Giorgio Elia



Ticketing manager: Mauro Bellante



Delegato alla sicurezza: Antonino Lentini



Allenatore: Roberto Stellone è nato a Roma il 19 luglio 1977. Cresciuto nella Lodigiani, è stato un attaccante di razza, gran colpitore di testa. Il suo esordio in prima squadra risale alla stagione 1993/94. Nel 1997 passa alla Lucchese, in serie B. A gennaio del 1999 approda al Lecce, dove con 19 presenze e 6 reti contribuisce alla promozione in serie A dei salentini. L'anno dopo rimane nel campionato cadetto nelle file del Napoli, dove realizza 10 gol in 36 partite conquistando un'altra promozione in serie A. L'esordio in serie A contro la Juventus. La sua avventura in Campania, termina dopo quattro anni. Dopo una parentesi nella Reggina, nel 2004 passa al Genoa. Con i rossoblu conquista una nuova promozione in serie A (poi annullata, con la retrocessione del Genoa in serie C1). Stellone passa al Torino, dove ottiene una nuova promozione in serie A (2005/06). Nel 2009 passa al Frosinone e il 28 giugno 2011 si ritira dal calcio giocato. Diventa l'allenatore della formazione Berretti del Frosinone Calcio vince il titolo di campione d'Italia nella stagione 2011/12. L'anno successivo diventa l'allenatore della prima squadra in Lega Pro (Prima Divisione). La stagione si conclude al 7° posto. L'anno dopo viene confermato e il 7 giugno 2014 raggiunge la serie B battendo il Lecce nella finale di ritorno dei playoff. Si arrivà così alla stagione 2014/15, dove il Frosinone centra la sua prima storica promozione in serie A. Stellone resta sulla panchina dei gialloazzurri ma non riesce ad evitare la retrocessione in serie B. Il 4 luglio 2016 diventa il nuovo allenatore del Bari in serie B. Il 7 novembre dopo 13 partite viene esonerato. Nell'ultimo campionato di serie B, a quattro gare dalla fine, il presidente del Palermo Zamparini esonera Bruno Tedino e al suo posto viene chiamato Stellone. Dopo aver fallito la promozione diretta in serie A, conquista i playoff. In semifinale elimina il Venezia ma nella doppia finale con il Frosinone viene battuto dai ciociari. Nonostante la mancata promozione in serie A viene confermato. Roberto Stellone è conosciuto per lo schieramento della difesa a quattro e normalmente il Palermo scende in campo con il modulo 4-3-1-2



Allenatore in seconda: Giorgio Gorgone



Preparatore dei portieri: Vincenzo Sicignano



Collaboratori tecnici: Andrea Gennari, Salvatore Rosato



Responsabile preparatori atletici: Paolo Artico



Preparatori atletici: Marco Petrucci, Giuseppe Puleo



Coordinatore staff sanitario: prof. Giuseppe Francavilla



Responsabile sanitario: dott. Cristian Francavilla



Medico sociale: dott. Lorenzo Todaro



Podologo: Sergio Caruso



Nutrizionista: Antonino La Monica



Fisioterapisti: Vincenzo Buzzi, Fabio Cavera, Massimiliano Mereu, Rosario Sciacchitano



Responsabile Settore Giovanile: Sandro Porchia



Segretario: Lorenzo Farris



Segretario sportivo: Salvatore Lipari



Coordinatore dirigenti accompagnatori: Danilo Flaccovio



Tutor: Valerio Grassi, Mario Persico



Allenatore Primavera: Giuseppe Scurto



Campo di gioco: lo stadio fu inaugurato il 24 gennaio 1932. Fu chiamato "Littorio". Cambiò nome nel 1936 per chiamarsi "Michele Marrone". In seguito prese la denominazione di stadio "La Favorita". Nel 1948 l'impianto subisce la prima grande ristrutturazione, passando a 30mila spettatori. Nel 1984 partì la seconda grande ristrutturazione con la capienza che fu elevata a 50mila posti. Alla vigilia dei Mondiali del '90, lo stadio della Favorita si rifece il trucco per la terza volta, con la costruzione del terzo anello. Dal 18 settembre 2002 lo stadio è intitolato a Renzo Barbera, ex presidente del Palermo, dal 1970 al 1980. Attualmente la capienza è di 36.365 spettatori;



Colori sociali: maglia rosa, calzoncini e calzettoni neri



Sponsor: Sicily by car, Bisaten



Sponsor tecnico: Legea



Palmares: 1 Coppa Italia serie C (1992-93)



Palmares giovanili: 2 Campionati Primavera (2008-09, 2017/18), 1 Supercoppa Primavera (2018), 1 Campionato Nazionale Dante Berretti (2000/01)



L'ex amaranto: Roberto Pirrello originario di Alcamo, classe 1996, arrivò per la prima volta a Livorno nella stagione 2016/17 in prestito dal Palermo. Dopo appena due mesi lasciò gli amaranto e la società siciliana lo girò al Siracusa. Quindi dopo l'esperienza in maglia aretusea è ritornato al Livorno. Con la maglia amaranto si è imposto con continuità e sorprendente autorevolezza. Il giocatore ha collezionato in campionato 27 presenze (2.041' minuti giocati), più altri tre gettoni tra Coppa Italia e Supercoppa di serie C. E' stato tra i protagonisti della promozione in serie B



Classifica: 1° posto con 25



Capocannoniere: Ilija Nestorovski, classe 1990, ruolo attaccante con 5 reti



Palermo in casa: 4 vittorie (4-1 Perugia, 1-0 Crotone, 2-1 Cosenza, 3-0 Pescara), 2 pareggi (2-2 Cremonese, 1-1 Venezia). Reti fatte Palermo 13, subite 5



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 21 (9 in serie A, 1 in A-B, 11 in B); vittorie Livorno 7 (ultima stagione 2005-06, 3-1), pareggi 8 (ultimo stagione 2004-05, 2-2), vittorie Palermo 6 (ultima stagione 2009-10, 1-2);



Precedenti a Palermo in campionato: partite disputate 21 (9 in serie A, 1 in A-B, 11 in B); vittorie Palermo 13 (ultima stagione 2009-10, 1-0), pareggi 5 (ultimo stagione 1970-71, 1-1), vittorie Livorno 3 (ultima stagione 2005-06, 0-2);



Diffidati: Jajalo



Indisponibili: Struna



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (4-3-1-2): Brignoli, Rispoli, Bellusci, Rajkovic, Salvi (Aleesami), Falletti, Jajalo, Murawski, Trajkovski (Haas), Nestorovski, Moreo (Puscas).



Prima squadra



Portieri: Alastra 1997, Brignoli 1991, Pomini 1981.



Difensori: Accardi 1995, Aleesami 1991, Bellusci 1989, Ingegneri 1992, Mazzotta 1989, Pirrello 1996, Rajkovic 1989, Rispoli 1988, Salvi 1988, Struna 1990, Szyminski 1994.



Centrocampisti: Chochev 1993, Falletti 1992, Fiordilino 1996, Haas 1996, Jajalo 1988, Murawski 1994.



Attaccanti: Embalo 1994, Lo Faso 1998, Moreo 1993, Nestorovski 1990, Puscas 1996, Trajkovski 1992.



Movimenti di mercato



Arrivi: Brignoli 1991 portiere dal Benevento (definitivo), Alastra 1997 portiere dal Prato (fine prestito), Salvi 1988 difensore dal Cittadella (definitivo), Mazzotta 1989 difensore dal Pescara (definitivo), Pirrello 996 difensore dal Livorno (fine prerstito), Falletti 1992 centrocampista dal Bologna (prestito), Haas 1996 centrocampista dall'Atalanta (prestito), Puscas 1996 attaccante dal Novara (definitivo), Embalo 1994 attaccante dal Brescia (fine prestito), Lo Faso 1998 attaccante dalla Fiorentina (fine prestito).



Partenze: Fiore 1995 difensore all'Imolese (prestito), Balogh 1996 attaccante all'Apoel Nicosia-Cipro (prestito), Posavec 1996 portiere all'Hajduk Spalato-Croazia (prestito), Maniero 1995 portiere al Cittadella (definitivo), Morganella 1989 difensore al Rapperswil Jona-Svizzera (definitivo), Rolando 1995 difensore alla Sampdoria (fine prestito), Gnahorè 1993 centrocampista all'Amiens-Francia (prestito), Coronado 1992 attaccante al Sharjah Cultural Sports Club-Emirati Arabi Uniti (definitivo), Dawidowicz 1995 difensore all'Hellas Verona (prestito/Benfica-Portogallo), La Gumina 1996 attaccante all'Empoli (definitivo).



Ricorsi dal campionato 1931-32



1931-32 serie B 10/01/1932 Liv.-Pal. 1-1 (60' Silvestri L, 70' Radice rig. P) Mazzarini di Roma / 29/05/1932 Pal.-Liv. 1-1 (29' Vignozzi L, 34' Ruffino P) De Sanctis di Roma



1933-34 serie A 24/09/1933 Pal.-Liv. 3-2 (26' Magnozzi L, 33' Chiecchi III P, 46' Chiecchi III P, 55' Bonesini P, 80' Magnozzi L) Dattilo di Roma / 28/01/1934 Liv.-Pal. 3-2 (34' Cappelli L, 66' Busoni L, 76' Borel I P, 80' Bonesini P, Faotto aut. L) Corradini di Bologna



1934-35 serie A 14/10/1934 Pal.-Liv. 2-2 (1' Busoni L, 5' Ferrara II L, 58' De Manzano P, 61' De Manzano P) Sassi di Roma / 03/03/1935 Liv.-Pal. 0-3 (55' Piccaluga, 72' Pepoli, 88' Piccaluga) Gonani di Ravenna



1936-37 serie B 20/09/1936 Liv.-Pal. 3-0 (17' Costanzo, 41' Costanzo, 84' Trebbi) Bertone di Torino / 24/01/1937 Pal.-Liv. 1-1 (1' Pitto rig. L, 87' Icardi P) Salvatori di Roma



1939-40 serie B 17/12/1939 Liv.-Pal. 5-0 (8' Stua, 12' Stua, 29' Stua, 34' Stua, 71' Viani II) Zavattaro di Casale Monferrato / 12/05/1940 Pal.-Liv. 1-3 (5' Viani II L, 9' Viani II L, 42' Stua L, 50' Celant P) Ciamberini di Sampierdarena



1945-46 serie A-B 18/11/1948 Pal.-P.Liv. 1-0 (18' Noseda) Cappucci di Roma / P.Liv.-Pal. 4-2 17/02/1946 (9' Zidarich I L, 12' Tozzi P, 47' Zidarich II L54' Perugini P, 58' Raccis L, 81' Raccis L) Maurelli di Roma



1948-49 serie A 03/10/1948 Pal.-Liv. 4-2 (9' Vycpalek P, 22' Boniforti rig. P, 46' De Santis P, 63' Vycpalek P, 85' Gimona L, 88' Cassani L) Coppolono di Bari / 23/01/1949 Liv.-Pal. 0-2 (15' De Santis, 89' De Santis) Savio di Torino



1955-56 serie B 15/01/1956 Pal.-Liv. 1-0 (70' Testa) Bartolomei di Roma / 27/05/1956 Liv.-Pal. 2-3 (1' Sandri P, 3' Lucchesi P, 9' Taccola III L, 19' Maselli P, 82' Bernardis L) De Gregorio di Legnano



1964-65 serie B 04/10/1964 Liv.-Pal. 0-0 Sebastio di Taranto / 28/0271965 Pal.-Liv. 3-0 (14' Postiglione, 27' Raffin, 84' Fogar) Di Tonno di Lecce



1965-66 serie B 05/09/1965 Liv.-Pal. 1-0 (54' Colautti) Piantoni di Terni / 06/02/1966 Pal.-Liv. 2-0 (56' Troia, 65' Cipollato) Nobilia di Roma



1966-67 serie B 09/10/1966 Pal.-Liv. 0-0 Vitullo di Roma / 05/03/1967 Liv.-Pal. 2-1 (35' Caleffi L, 58' Villa aut. L, 74' Gagliardelli P) Calligaris di Alessandria



1967-68 serie B 08/10/1967 Liv.-Pal. 0-0 Barbaresco di Cormons / 03/03/1968 Pal.-Liv. 1-0 (81' Bercellino) Michelotti di Parma



1970-71 serie B 25/10/1970 Pal.-Liv. 1-1 (8' Troja P, 88' Unere L) Bernardis di Roma / 14/03/1971 Liv.-Pal. 0-0 Canova di Milano



1971-72 serie B 21/11/1971 Liv.-Pal. 0-0 Toselli di Cormons / 09/04/1972 Pal.-Liv. 1-0 (42' Bercellino) Monti di Ancona



2002-03 serie B 05/10/2002 Pal.-Liv. 1-0 (56' Maniero rig.) De Santis di Roma / 09/03/2003 Liv.-Pal. 2-2 (34' La Grotteria rig. P, 35' Morrone P, 63' I. Protti L, 67' Biliotti L) Treossi di Forlì



2003-04 serie B 11/01/2004 Pal.-Liv. 4-1 (21' Zauli P, 47' C. Lucarelli L, 48' Toni P, 70' Zauli P, 84' Toni P) Brighi di Cesena / 05/06/2005 Liv.-Pal. 1-1 (69' Toni P, 71' C. Lucarelli L) Saccani di Mantova



2004-05 serie A 27/10/2004 Pal.-Liv. 1-2 (5' Mutarelli P, 38' Vidigal L, 61' C. Lucarelli L) Morganti di Ascoli Piceno / 06/03/2005 Liv.-Pal. 2-2 (26' Toni P, 60' A. Lucarelli L, 64' Toni P, 74' Passoni L) Tombolini di Ancona



2005-06 serie A 18/12/2005 Pal.-Liv. 0-2 (67' Pfertzel, 92' Morrone) Palanca di Roma / 22/04/2006 Liv.-Pal. 3-1 (4' C. Lucarelli rig. L, 41' C. Lucarelli L, 51' C. Lucarelli L, 92' Giov. Tedesco P) Bertini di Arezzo



2006-07 serie A 10/12/2006 Pal.-Liv. 3-0 (2' Simplicio, 36' Amauri, 79' Simplicio) Rocchi di Firenze / 29/04/2007 Liv.-Pal. 1-2 (58' Corini rig. P, 68' Cesar rig. L, 75' Di Michele P) Giannoccaro di Lecce



2007-08 serie A 02/09/2007 Liv.-Pal. 2-4 (9' Rinaudo P, 22' Miccoli P, 37' Miccoli P, 41' Amauri P, 54' Rossini L, 74' Grandoni L) Rosetti di Torino / 03/02/2008 Pal.-Liv. 1-0 (77' Miccoli) Bergonzi di Genova



2009-10 serie A 18/10/2009 Liv.-Pal. 1-2 (54' Danilevicius L, 56' Miccoli P, 81' Balzaretti P) Tagliavento di Terni / 07/03/2010 Pal.-Liv. 1-0 (81' Miccoli) Russo di Nola



Coppa Italia



2001-02 gruppo 3 1.a giornata 12/08/2001 Palermo-Livorno 3-0 (52' Amerini, 88' Belmonte, 89' Belmonte) Palanca di Roma (classifica finale Siena 7, Palermo 6, Napoli 3, Livorno 1) Livorno eliminato



Partite disputate: 42. Vittorie Livorno 10, pareggi 13, vittorie Palermo 19. Reti fatte Livorno 50, subite 61.



A Livorno: 21. Vittorie Livorno 7, pareggi 8, vittorie Palermo 6. Reti fatte Livorno 33, subite 28.



A Palermo: 21. Vittorie Palermo 13, pareggi 5, vittorie Livorno 3. Reti fatte Palermo 33, subite 17.



Marcatori del Livorno: 6 C. Lucarelli; 5 reti Stua; 3 reti Viani II; 2 reti Magnozzi, Busoni, Costanzo, Raccis; 1 rete Silvestri, Vignozzi, Cappelli, Ferrara II, Trebbi, Pitto, Zidatrich I, Zidarich II, Gimona, Cassani, Taccola III, Bernardis, Colautti, Caleffi, Unere, I. Protti, Biliotti, Vidigal, A. Lucarelli, Passoni, Pfertzel, Morrone, Cesar, Rossini, Grandoni, Danilevicius. Più due autoreti a favore: Faotto, Villa.




commenta
Conosciamoli meglio: il Foggia
lunedė 3 dicembre 2018 - 11:23
 


FOGGIA CALCIO s.r.l. (1920)



Il Foggia Calcio nasce nel maggio del 1920 a seguito della fusione della "Maciste" con l'Unione Sportiva Pro Foggia e l'Unione Sportiva Atleta, nacque lo Sporting Club Foggia. La compagine rossonera visse i periodi migliori della sua storia negli anni Sessanta e Settanta. Nella prima metà degli anni Novanta disputò tre positive stagioni in serie A, guidata dal tecnico Zdenek Zeman. Inoltre la formazione rossonera ha vinto due Coppe Italia (2006/07, 2015/16) e una Supercoppa (2017) di serie C. Il Foggia ha disputato complessivamente 27 campionati di serie B.



Presidente: Adolfo Lucio Fares



Consiglieri: Francesco Giustino Pompeo Arcuri, Michele Varraso



Segretario generale: Giuseppe Severo



Segreteria amministrativa: Dina Romano



Responsabile biglietteria: Giuseppe Zichella



Direttore sportivo: Luca Nember



Team manager: Mario De Vivo



Responsabile area comunicazione: Lino Zingarelli



Addetto stampa prima squadra: Arianna Amodeo



Social media manager: Alessio Grieco



Fotografo ufficiale: Federico Antonellis



Speaker ufficiale Zaccheria: Guido Villani



Area marketing: Enzo Palma, Francesco Ordine



Responsabile store: Nicola Cardone



Area it: Michele Abate



Responsabile stadio Pino Zaccheria: Michele Di Iorio



Delegato per la sicurezza: Claudio Formoso



Videodelegato per la sicurezza: Giacinto Orlando Formoso



Responsabile sicurezza interna: Raffaele Calitri



Supporter Liaison Officer (SLO): Domenico Cataneo



Dirigente addetto all'arbitro: Vittorio Mancini



Allenatore: Gianluca Grassadonia è nato a Salerno il 20 maggio 1972. Inizia la carriera di giocatore negli anni novanta vestendo la maglia della Salernitana. nella stagione 1992/93 approda al Foggia, dove esordisce in serie A il 17 gennaio 1993 (Cagliari-Foggia 1-1). Quindi ritorna alla Salernitana e dopo tre anni passa al Cagliari in serie A (1996/97). L'anno dopo la società rossoblu lo presto al Cosenza e a fine stagione ritorna al Cagliari, dove rimane per sei anni. Ha giocato anche con le maglie di ChievoVerona, Venezia, Fidelis Andria e Juve Stabia. Nel 2006 viene ingaggiato dal Sant'Antonio Abate in serie D. Dopo appena tre mesi ritorna alla Salenrnitana dove chiude la carriera nel giugno 2007. La sua carriera di allenatore comincia proprio nella Primavera della Salernitana. Il 1° novembre 2009 viene chiamato ad allenare la prima squadra in serie B, subentrando all'esonerato Marco Cari. Il 14 marzo 2010 viene esonerato, con la Salernitana all'ultimo posto. L'8 febbraio 2011 subentra al tecnico Renato Cioffi alla guida della Casertana in serie D (3° posto). Il 20 luglio 2011 passa alla guida della Paganese in Seconda Divisione ma il 17 gennaio 2012 si dimette. Dopo tre mesi viene richiamato dalla Paganese con la quale si qualifica ai playoff (6° posto). nella doppia finale batte il Chieti (2-0/0-0) e conquista la Prima Divisione. La società azzurrostellata gli prolunga il contratto. Chiude il campionato al 9° posto. Nel dicembre 2013, subentra all'esonerato Gaetano Catalano sulla panchina del Messina (Seconda Divisione). Alla fine della stagione conquista il 1° posto e la promozione in Prima Divisione. Viene confermato dalla società giallorossa ma dopo 28 giornat viene esonerato. Quindi il 6 agosto 2015 ritorna ad allenare la Paganese. Il primo anno chiude la stagione al 9° posto mentre nel secondo anno si qualifica ai playoff, dove viene eliminato alla prima fase dal Cosenza (2-0). Nella stagione 2017/18 ha allenato la Pro Vercelli in serie B. Il 17 dicembre 2017, con i piemontesi all'ultimo posto viene esonerato ma dopo appena un mese viene richiamato sulla panchina della Paganese. Lo scarso rendimento della squadra e l'ultimo piosto in classifica della Pro Vercelli, il 7 maggio viene esonerato nuovamente. Il 30 giugno 2018, dopo aver risolto il contratto con la squadra piemontese, diventa il nuovo allenatore del Foggia



Collaboratori tecnici: Salvatore Russo, Pier Luca Cincione



Allenatore dei portieri: Vincenzo Di Muro



Preparatori atletici: Sergio Giovani, Daniele Miraglia



Match analyst: Michele Aquilino



Responsabile staff medico-sanitario: dott. Antonio Macchiarola



Collaboratori Medici: dott. Giovanni Cristinziani, dott. Lucio Cinquesanti, dott. Antonio Roca



Fisioterapisti: Giuseppe Rabbaglietti, Francesco Smargiassi, Alessandro Schena



Chiropratico: Agostino Santaniello



Campo di gioco: lo stadio Pino Zaccheria fu inaugurato il 22 novembre 1925. Nel 1946 fu intitolato al sottotenente Pino Zaccheria, valoroso atleta foggiano, giocatore di basket, che il 4 aprile 1941 aveva perso la vita in combattimento a Tirana. Nel 1974 il comune ha edificato la slpendida gradinata a due piani e nel 1980 le due curve gemelle. Nel 1991 venne costruita la tribuna centrale. Il 19 aprile 2012, la curva nord dello stadio è stata intitolata a Francesco Mancini, ex portiere del Foggia di Zeman, scomparso il 30 marzo 2012. La capienza attuale è di 14.530 spettatori



Colori sociali: 1^ divisa maglia a strisce verticali rossonere, calzoncini e calzettoni neri



Sponsor: Tamma, Weber, Valvoline, Metaurobus



Sponsor tecnico: Nike



Palmares: 2 Coppe Italia serie C (2006/07, 2015/16), 1 Supercoppa serie C (2017)



Palmares giovanili: 2 Campionati Allievi Professionisti (2000/01, 2001/02)



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 8 (5 in serie B, 3 in C1); vittorie Livorno 5 (ultima stagione 1986-87, 1-0), pareggi 2 (ultimo stagione 1985-86, 0-0), vittorie Foggia 1 (ultima stagione 1971-72, 0-1)



Precedenti a Foggia in campionato: partite disputate 8 (5 in serie B, 3 in C1); vittorie Foggia 5 (ultima stagione 1985-86, 2-0), pareggi 2 (ultimo stagione 1967-68, 2-2), vittorie Livorno 1 (ultima stagione 1986-87, 0-1)



Classifica: 18° posto con 8 punti



Capocannoniere: Oliver Kragl, classe 1990, ruolo centrocampista con 3 reti



Foggia fuori casa: 1 vittoria (1-3 Benevento), 2 pareggi (1-1 Cittadella, 0-0 Spezia), 3 sconfitte (4-1 Crotone, 1-0 Pescara, 2-0 Cosenza). Reti fatte Foggia 5, subite 9



Diffidati: nessuno



Indisponibili: Deli, Tonucci, Zambelli



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (3-5-2): Bizzarri, Loiacono, Camporese, Martinelli, Busellato, Carraro, Deli, Gerbo (Agnelli), Kragl, Galano, Mazzeo.



Prima squadra



Portieri: Bizzarri 1977, Noppert 1994, Sarri 2000.



Difensori: Boldor 1995, Camporese 1992, Loiacono 1991, Martinelli 1988, Ranieri 1999, Rubin 1987, Tonucci 1988, Zambelli 1985.



Centrocampisti: Agnelli 1985, Busellato 1993, Carraro 1998, Deli 1994, Gerbo 1989, Kragl 1990, Ramè 1997, Rizzo 1992.



Attaccanti: Cicirelli 1994, Chiaretti 1987, Galano 1991, Gori 1999, Iemmello 1992, Mazzeo 1983.



Movimenti di mercato



Arrivi: Bizzarri 1977 portiere dall'Udinese (definitivo), Noppert 1994 portiere dal Breda-Olanda (definitivo), Ranieri 1999 difensore dalla Fiorentina Primavera (prestito), Boldor 1995 difensore dall'Hellas Verona (prestito), Rizzo 1992 centrocampista dalla Spal (prestito/Bologna), Carraro 1998 centrocampista dal Pescara (prestito/Atalanta), Chiaretti 1987 attaccante dal Cittadella (definitivo), Busellato 1993 centrocampista dal Bari (definitivo), Iemmello 1992 attaccante dal Benevento (prestito), Galano 1991 attaccante dal Bari (prestito/Parma), Gori 1999 attaccante dalla Fiorentina Primavera (prestito), Cicirelli 1994 attaccante dal Pordenone (prestito/Salernitana).



Partenze: Nicastro 1991 attaccante alla Ternana (prestito), Guarna 1985 portiere al Monza (definitivo), Tarolli 1997 portiere alla Virtus Francavilla (prestito), Calabresi 1996 difensore al Bologna (definitivo), Scaglia 1986 difensore al Catania (prestito/Parma), Empereur 1994 difensore all'Hellas Verona (definitivo), Figliomeni 1987 difensore al Catanzaro (definitivo), Greco 1986 centrocampista alla Cremonese (definitivo), Agazzi 1993 centrocampista al Livorno (prestito/Atalanta), Beretta 1992 attaccante all'Ascoli (definitivo), Fedato 1992 attaccante al Piacenza (prestito), Floriano 1986 attaccante al Bari (definitivo), Lodesani 1995 attaccante al Darfo Boario (definitivo), Celli 1994 difensore al Teramo (definitivo).



Precedenti in campionato dalla stagione 1935-36



1935-36 serie B 08/12/1935 Liv.-Fog. 3-1 (10' Costanzo L, 20' Costanzo F, 57' Torti II rig. F, 69' Faccenda L) Collina di Vado Ligure / 19/04/1936 Fog.-Liv. 1-1 (37' Montanari L, 65' Di Santo F) Scorzoni di Bolgna



1967-68 serie B 14/01/1968 Liv.-Fog. 0-0 Michelotti di Parma / 09/06/1968 Fog.-Liv. 2-2 (19' De Petrini L, 31' Cella L, 39' Traspedini F, 60' Gambino F) Angonese di Mestre



1968-69 serie B 12/01/1969 Fog.-Liv. 1-0 (57' Pirazzini) Michelotti di Parma / 25/05/1969 Liv.-Fog. 1-0 (34' Zani) Branzoni di Pavia



1969-70 serie B 25/01/1970 serie B Liv.-Fog. 1-0 (48' Santon) Trono di Torino / 14/06/1970 Fog.-Liv. 3-1 (12' Mola F, 28' Maioli rig. F, 53' Bigon F, 65' Santon L)



1971-72 serie B 09/01/1972 Liv.-Fog. 0-1 (71' Saltutti) Bernardis di Milano / 28/05/1972 Fog.-Liv. 3-1 (17' Pavone rig. F, 54' Valente F, 70' Zani L, 89' Mola F) Michelotti di Parma



1979-80 serie C1/B 13/01/1980 Liv.-Fog. 1-0 (73' Bedin) Cherri di Macerata / 25/05/1980 Fog.-Liv. 2-0 (24' Lorenzetti, 58' Sciannimanico) Angelelli di Terni



1985-86 serie C1/B 08/12/1985 Liv.-Fog. 0-0 Squadrito di Catania / 20/04/1986 Fog.-Liv. 2-1 (21' Messina F, 62' Mauro F, 90' Gadda L) Nicoletti di Agropoli



1986-87 serie C1/B 11/01/1987 Fog.-Liv. 0-1 (36' D'Este) Lo Russo di Milano / 31/05/1987 Liv.-Fog. 1-0 (10' D'Este) Bettini di Forlì



Partite giocate: 16. Vittorie Livorno 6, pareggi 4, vittorie Foggia 6. Reti fatte fatte Livorno 14, subite 16.



A Livorno: 8. Vittorie Livorno 5, pareggi 2, vittorie Foggia 1. Reti fatte Livorno 7, subite 2.



A Foggia: 8. Vittorie Foggia 5, pareggi 2, vittorie Livorno 1. Reti fatte Foggia 14, subite 7.



Goleador amaranto: 2 reti Costanzo, Santon, Zani, D'Este; 1 rete Faccenda, Montanari, De Petrini, Cella, Bedin, Gadda.



Coppa Italia



1971-72 Girone 7 5.a giornata 19/09/1971 Livorno-Foggia 2-1 (5' Badiani L, 31' Maioli F, 63' Badiani L) Campanini di Finale Emilia (classifica: Fiorentina 6, Cagliari 6, Arezzo 3, Livorno 3, Foggia 2; Livorno eliminato)




commenta
Di tutto...di pių..il Brescia di mister Corini
domenica 25 novembre 2018 - 23:39
 


BRESCIA CALCIO s.p.a. (1911)



Il Brescia Calcio fu fondato nel 1911. Il Brescia ha disputato 22 campionati di serie A e il miglior piazzamento nella massima serie è il settimo posto della stagione 2000/01. Guidata dal Pallone d'oro Roberto Baggio (1993). Tra i calciatori che hanno vestito la maglia del Brescia oltre a Roberto Baggio, l'allenatore Josep Guardiola, il rumeno Gheorghe Hagi e i campioni del mondo Alessandro Altobelli, Andrea Pirlo e Luca Toni. Il club detiene il record di partecipazioni totali (61) e consecutive (18, dal 1947/48 al 1964/65) nel campionato di serie B. Nella sua bacheca figura una Coppa dell'Amicizia (1967) e un Torneo Anglo-Italiano, conquistato nel 1994 in finale contro il Notts County (1-0). Soprannominati le rondinelle, i bresciani si presentano con una maglia ufficiale con una decorazione a forma di V bianca.



Presidente: Massimo Cellino, 61 anni, è un imprenditore agricolo nato in Sardegna. Per 22 anni, dal 1992 al 2014, è stato presidente del Cagliari, disputando 17 campionati di serie A e 5 di serie B. Nel 2014 è diventato il presidente del Leeds in Inghilterra. L'anno scorso ha comprato il Brescia versando 6,5 milioni nelle casse del patron uscente Marco Bonometti.



Consiglieri di Amministrazione: Edoardo Cellino, Giampiero Rampinelli Rota, Aldo Ghirardi, Nicolò Pio Barattieri di San Pietro, Daniel Arty



Direttore Generale e Sportivo: Francesco Marroccu



Segreteria di Presidenza: Stefania Arca



Segreteria Sportiva: Enrica Bianchi



Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne: Matteo Oxilia



Responsabile Ticketing: Giacomo Zorzi



SLO: Gainluca Brai



Allenatore: Eugenio Corini è nato a Bagnolo Mella (Brescia) il 30 luglio 1970. Da giocatore era soprannominato il Genio, ruolo centrocampista centrale, era un ottimo costruttore di gioco nonchè prolifico realizzatore su tiri di punizione e dal dischetto. A sette anni inizia a giocare nella squadra dell'oratorio della Fionda Bagnolo. Nel 1981 passa alla Voluntas. Dopo tre anni passa alle giovanili del Brescia e con le rondinelle gioca la sua prima stagione da professionista nel 1987/88 in serie B. Nel 1990 si trasferisce alla Juventus ed esordisce in serie A il 21 ottobre 1990 in Juventus-Lazio (0-0). Nel 1992/93 si trasferisce alla Sampdoria. L'anno seguente passa al Napoli e a novembre del 1994 si trasferisce nuovamente al Brescia. Nel 1995/96 passa al Piacenza. Nella stagione 1996/97 approda al Verona. Dopo due anni si trasferisce all'altra squadra della città: il Chievo. Con i clivensi resta 4 campionati, contribuendo alla promozione in serie A della squadra veneta (2000/01). Nella stagione 2003/04 approda al Palermo in serie B e a fine anno con i rosanero festeggia una storica promozione in serie A che mancava da 31 anni. Nella stagione 2007/08 gioca con la maglia del Torino e dopo due anni chiude la carriera con i granata il 5 aprile 2009. Ha giocato anche nell'Under 21 (29 presenze) e con la Nazionale olimpica (7 gare). Il 5 luglio 2010 inizia la carriera di allenatore alla guida del Portogruaro in serie B. Dopo pochi giorni si dimette dall'incarico per divergenze con la società. Il 27 novembre 2010 diventa il nuovo allenatore del Crotone in serie B, subentrando all'esonerato Menichini. Il 20 febbraio 2011 viene esonerato dalla società calabrese dopo solo 8 punti ottenuti su 11 gare. Il 30 novembre 2011 è il nuovo allenatore del Frosinone. Conclude il campionato di Prima Divisione all'8° posto. Il 2 ottobre 2012 diventa l'allenatore del Chievo subentrando all'esonerato Di Carlo. Con la squadra scaligera si salva ma a fine stagione lascia la panchina della società clivense. Il 12 novembre 2013 ritorna sulla panchina del Chievo dopo l'esonero di Sannino. Con i veneti raggiunge una nuova salvezza ed il prolungamento di contratto fino al 2017. Però nella stagione successiva dopo cinque sconfitte in sette giornate viene allontanato dalla panchina clivense. Per due anni non siede su alcuna panchina. Nella stagione 2016/17 allena il Palermo per sette gare, nelle quali raccoglie 4 punti sui 21 disponibili e il 24 gennaio 2017 si dimette da tecnico dei rosanero. Nella stagione successiva riparte da Novara, in serie B. La sua avventura dura otto mesi. A febbraio dopo il ko interno con l'Ascoli arriva l'esonero. Infine il 18 settembre scorso, dopo le prestazioni deludenti delle Rondinelle, il club lombardo decide di esonerare David Suazo e di affidare la panchina a Eugenio Corini. Nella sua carriera di allenatore, Eugenio Corini ha adottato sia un classico 4-4-2, che un 4-3-1-2 o un 4-3-3. Talvolta ha impiegato anche il 3-5-2, che in fase di non possesso si trasforma in 5-3-2. Da quando è arrivato a Brescia continua a prediligere la difesa a quattro



Allenatore in seconda: Salvatore Lanna



Team manager: Edoardo Piovani



Preparatore atletico: Salvatore Sciuto



Preparatore portieri: Alessandro Vitrani



Collaboratore tecnico: Stefano Olivieri



Match analyst: Vincenzo Leonardi



Responsabile sanitario: prof. Maurizio De Gasperi



Medico sociale: dott. Pier Giuseppe Belotti



Responsanile fisioterapistI: Francesco Todde



Fisioterapisti: Gabriele Crescini, Michele Buffoli



Responsabile Settore Giovanile: Christian Botturi



Segreteria: Alessandra Galliani



Allenatore "Primavera": Elia Pavesi



Campo di gioco: lo stadio "Mario Rigamonti" fu inaugurato nel 1959. Venne così chiamato in memoria del giocatore bresciano Mario Rigamonti che militava nel Grande Torino e morì nella tragedia di Superga nel 1949. Nel corso degli anni ha subito numerosi interventi di ristrutturazione. La sua capienza è di 16.743 posti



Colori sociali: maglia azzurra con V bianca, calzoncini bianchi, calzettoni azzurri



Sponsor: UBI-Banca



Sponsor tecnico: Acerbis



Albo d'Oro: 1 Coppa dell'Amicizia (1967), 1 Coppa Anglo-Italiana (1993/94)



Palmares settore giovanile: 2 Campionati De Martino (1960/61, 1968/69), 2 Campionati Primavera (1968/69, 1974/75), 1 Torneo di Viareggio (1996)



Precedenti a Brescia in campionato: partite giocate 25 (8 in A, 14 in B, 1 in C, 2 playoff); vittorie Brescia 9 (ultima stagione 1984-85, 2-1), pareggi 10 (ultimo stagione 2012-13, 1-1), vittorie Livorno 6 (ultimo stagione 2015-16, 1-3)



Precedenti a Livorno in campionato: partite giocate 25 (8 in serie A, 14 in B, 1 in C, 2 playoff); vittorie Livorno 14 (ultima stagione 2015-16, 3-1), pareggi 8 (ultimo stagione 2012-13, 1-1), vittorie 2 (stagione 2011-12, 0-2)



Cassifica: 8° posto con 18 punti



Cannoniere: Alfredo Donnarumma, classe 1990, ruolo attaccante con 10 reti



Brescia in casa: 4 vittorie (2-1 Palermo, 4-1 Padova, 1-0 Cosenza, 4-2 Verona), 2 pareggi (1-1 Perugia, 1-1 Pescara). Reti fatte Brescia 13, subite 6



Diffidati: Romagnoli, Torregrossa



Indisponibili: Ferrari, Miracoli, Ndoj, Tremolada, Viviani



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (4-3-1-2): Alfonso, Mateju (Semprini), Cistana, Romagnoli, Curcio, Bisoli, Tonali, Dall'Oglio, Morosini (Spalek), Torregrossa, Donnarumma.



Prima squadra



Portieri: Andrenacci 1995, Alfonso 1988, Bastianello 1998.



Difensori: Carillo 1996, Cistana 1997, Curcio 1993, Gastaldello 1983, Lancini 1994, Mateju 1996, Romagnoli 1990, Rondanini 1995, Sabelli 1993, Semprini 1998.



Centrocampisti: Bisoli 1994, Dall'Oglio 1992, Martinelli 1993, Morosini 1995, Ndoj 1996, Tonali 2000, Tremolada 1991, Viviani 2000.



Attaccanti: Cortesi 1997, Donnarumma 1990, Ferrari 1995, Miracoli 1992, Spalek 1997, Torregrossa 1992.



Movimenti di mercato



Arrivi: Alfonso 1988 portiere dal Cittadella (definitivo), Mateju 1996 difensore dal Brighton-Inghilterra (prestito), Romagnoli 1990 difensore dal Bologna (prestito/Empoli), Sabelli 1993 difensore dal Bari (definitivo), Carillo 1996 difensore dal Pisa (prestito/Genoa), Rondanini 1995 difensore dalla Robur Siena (definitivo), Semprini 1998 difensore dall'Arezzo (fine prestito), Cistana 1997 difensore dal Prato (fine prestito), Morosini 1995 centrocampista dall'Avellino (definitivo), Miracoli 1992 attaccante dalla Sambenedettese (definitivo), Donnarumma 1990 attaccante dall'Empoli (definitivo), Tremolada 1991 centrocampista dalla Ternana (prestito/Virtus Entella), Ferrari 1995 attaccante dalla Pistoiese (prestito/Genoa).



Partenze: Meccariello 1991 difensore al Lecce (prestito), Pelagotti 1989 portiere all'Arezzo (definitivo), Somma 1995 difensore al Deportivo de La Coruna-Spagna (definitivo), Cancellotti 1992 difensore al Cittadella (definitivo), Baya 1998 difensore all'US Avranches-Francia (definitivo), N'Diaye 1998 centrocampista al Marbella-Spagna (definitivo), Lancini N. 1994 alla Virtus Verona (definitivo), Coppolaro 1997 difensore al Venezia (prestito/Udinese), Bandini 1994 difensore al Rimini (prestito/Inter), Embalo 1994 attaccante al Palermo (fine prestito), Okwonkwo 1998 attaccante al Bologna (fine prestito), Rivas 1998 attaccante alla Ternana (prestito/Inter), Furlan 1994 centrocampista alla Ternana (prestito/Sampdoria), Caracciolo 1981 attaccante alla Feralpisalò (definitivo).



Ricorsi del Livorno in campionato e nei playoff dalla stagione 1929-30



1929-30 serie A 16/02/1930 Bre.-Liv. 2-0 Lenti di Genova (6' Giuliani, 60' Prosperi III) / 06/07/1930 Liv.-Bre. 5-3 (7' Corsetti L, 23' Magnozzi L, 30' Corsetti L, 46' Moretti B, 54' Giraldi L, 63' Corsini aut. B, 72' Gadaldi B, 88' Silvestri L) Gama jr di Genova



1930-31 serie A 19/10/1930 Liv.-Bre. 0-1 (89' Braga) Garbieri di Genova / 08/03/1931 Bre.-Liv. 1-1 (14' Zambianchi L, 85' Pasolini B) Guarnieri di Milano



1932-33 serie B 25/09/1932 Bre.-Liv. 1-0 (79' Patuzzi) Brunelli di Bologna / 26/02/1933 Liv.-Bre. 3-1 (8' Silvestri L, 49' Silvestri L, 60' Frisoni II B, 64' Nekadoma rig. L) Mattea di Torino



1933-34 serie A 17/12/1933 Liv.-Bre. 0-0 Barlassina di Milano / 29/03/1934 Bre.-Liv. 1-1 (28' Uslenghi) Mazza di Genova



1934-35 serie A 13/01/1935 Bre.-Liv. 4-0 Sassi di Roma / 12/05/1935 Liv.-Bre. 3-1 (47' Ferrara I, 57' Busoni, 71' Magnozzi) Corradini di Bologna



1936-37 serie B 11/10/1936 Bre.-Liv. 2-1 (85' Faccenda) Scotto di Savona / 14/02/1937 Liv.-Bre. 2-0 (29' Lombatti, 75' Arcari IV) Mazza di Torre del Greco



1939-40 serie B 21/01/1940 Liv.-Bre. 3-3 (5' Viani II, 54' Viani II rig., 64' Viani II) Neri di Vicenza / 09/06/1940 Bre.-Liv. 2-1 (56' Viani II) Dattilo di Roma



1946-47 serie A 10/11/1946 Bre.-Liv. 0-1 (86' Cecchi) Dellarole di Roma / 06/04/1947 Liv.-Bre. 2-2 (2' Raccis, 46' Stua) Boffardi di Genova



1949-50 serie B 16/10/1949 Liv.-Bre. 5-0 (19' U. Conti, 33' Catalano, 47' U. Conti, 65' U. Conti, 76' U. Conti) Galeati di Bologna / 12/03/1950 Bre.-Liv. 0-1 (12' Bartolini) Boffardi di Genova



1950-51 serie B 19/11/1950 Liv.-Bre. 4-0 (1' Rizzato, 49' Rizzato, 50' Catalano, 89' Bartolini) Corallo di Lecce / 15/04/1951 Bre.-Liv. 1-1 (47' Bartolini) Canavesio di Torino



1951-52 serie B 27/01/1952 Liv.-Bre. 3-2 (11' Rizzato, 40' Rizzato, 80' Catalano) Agnolin di Bassano del Grappa / 22/06/1952 Bre.-Liv. 2-0 Silvano di Torino



1955-56 serie B 11/12/1955 Bre.-Liv. 2-1 (76' Taccola III) Bartolomei di Roma / 29/04/1956 Liv.-Bre. 3-2 (21' Bernardis, 25' Bronzoni, 34' Bronzoni) Annoscia di Bari



1964-65 serie B 11/10/1964 Bre.-Liv. 0-0 Fiducia di Marsala / 07/03/1965 Liv.-Bre. 2-0 (5' Giampaglia, 68' Mascalaito) Gonella di Torino



1968-69 serie B 03/11/1968 Bre.-Liv. 0-0 Possagno di Treviso / 16/03/1969 Liv.-Bre. 0-0 Barbaresco di Cormons 1970-71 serie B 06/12/1970 Bre.-Liv. 2-1 (16' Baiardo) Campanini di Finale Emilia / 25/04/1971 Liv.-Bre. 0-0 Toselli di Cormons



1971-72 serie B 28/11/1971 Bre.-Liv. 1-1 (20' Bruschini) R. Lattanzi di Roma / 16/04/1972 Liv.-Bre. 0-0 Stagnoli di Bologna



1984-85 serie C1/A 13/01/1985 Liv.-Bre. 1-1 (75' Vitale L, Maritozzi B) Conforti di Macerata / 02/06/1985 Bre.-Liv. 2-1 (62' Gritti B, 71' Garbuglia L, 81' Marigliulo B) Isola di Parma



2004-05 serie A 31/10/2004 Liv.-Bre. 2-1 (45' A. Lucarelli, 72' Doga) Ayroldi di Molfetta / 13/03/2005 Bre.-Liv. 2-3 (50' Doga, 71' I. Protti rig., 85' Danilevicius) Ayroldi di Molfetta



2008-09 serie B 01/11/2008 Liv.-Bre. 2-0 (30' Tavano, 67' Loviso) Orsato di Schio / 29/03/2009 Bre.-Liv. 2-2 (1' Caracciolo B, 3' Tavano L, 50' Tavano L, 74' Caracciolo rig. B) Tagliavento di Terni



2008-09 serie B (finali playoff) 14/06/2009 Bre.-Liv. 2-2 (10' Diamanti L, 15' Tavano L, 31' Taddei B, 51' Taddei) Rizzoli di Bologna / 18/06/2009 Liv.-Bre. 3-0 (50' Tavano, 60' Diamanti, 74' Bergvold) Morganti di Ascoli Piceno



2011-12 serie B 16/12/2011 Liv.-Bre. 0-2 (27' Zambelli, 29' Juan Antonio) Tozzi di Ostia Lido / 20/05/2012 Bre.-Liv. 1-3 (5' Belingheri, 71' Paulinho, 79' Bigazzi) Palazzino di Ciampino



2012-13 serie B 23/12/2012 Bre.-Liv. 0-0 Baracani di Firenze / 10/05/2013 Liv.-Bre. 3-0 (11' Belingheri, 25' Belingheri, 58' Dionisi) Candussio di Cervignano del Friuli (Udine)



2012-13 serie B (semifinali playoff) 22/05/2013 Bre.-Liv. 1-1 (35' Caracciolo B, 51' Paulinho L) Ciampi di Roma / 26/05/2013 Liv.-Bre. 1-1 (11' Corvia B, 20' Paulinho L) Di Bello di Brindisi



2014-15 serie B 06/09/2014 Bre.-Liv. 0-1 (79' Minelli aut.) Manganiello di Pinerolo / 24/01/2015 Liv.-Bre. 4-2 (7' Corvia B, 15' Jelenic L, 29' Siligardi L, 55' Gonnelli L, 58' Sestu B, 90' Djokovic L) Maresca di Napoli



2015-16 serie B Liv.-Bre. 3-1 (16' Geijo B, 32' Fedato L, 68' Calabresi L, 73' Vantaggiato) Rapuano di Rimini / 30/01/2016 Brescia-Livorno 1-3 (21' Vantaggiato L, 25' Geijo B, 56' Jelenic L, 61' Borghese L) Maresca di Napoli



Partite giocate in campionato e nei playoff: 50. Vittorie Livorno 21, pareggi 18, vittorie Brescia 11. Reti fatte Livorno 80, subite 55.



A Livorno: 25. Vittorie Livorno 15, pareggi 8, vittorie Brescia 2. Reti fatte Livorno 54, subite 23.



A Brescia: 25. Vittorie Brescia 9, pareggi 10, vittorie Livorno 6. Reti fatte Brescia 32, subite 26.



Goleador amaranto: 5 reti Catalano, Tavano; 4 reti Viani II, Rizzato; 3 reti Silvestri, Bartolini, Belingheri, Paulinho; 2 reti Magnozzi, Corsetti, U. Conti, Bronzoni, Doga, Diamanti, Vantaggiato, Jelenic; 1 rete Giraldi, Zambianchi, Nakadoma, Uslenghi, Ferrara I, Busoni, Faccenda, Lombatti, Arcari IV, Cecchi, Raccis, Stua, Taccola III, Bernardis, Giampaglia, Mascalaito, Baiardo, Bruschini, Vitale, Garbuglia, A. Lucarelli, I. Protti, Danilevicius, Loviso, Bergvold, Bigazzi, Dionisi, Siligardi, Gonnelli, Djokovic, Fedato, Calabresi, Borghese. Più un'autorete: Minelli.




commenta
Conosciamoli meglio: il Cittadella dell'ex Iori
domenica 18 novembre 2018 - 20:25
 


CITTADELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA s.r.l. (1973)



L'Associazione Sportiva Cittadella venne fondata nel 1973, dalla fusione di due squadre cittadine: Cittadellese e l'Olympia Cittadella. Il colore sociale è il granata. Nella stagione 1999/00 in serie C1 entrò nei playoff. In semifinale eliminò il Varese e in finale la spuntò sul Brescello, raggiungendo una storica promozione in serie B.



Presidente: Andrea Gabrielli



Vice-presidente: Giancarlo Pavin



Amministratore delegato: Mauro Michelini



Direttore generale: Stefano Marchetti



Segretario generale: Claudio Cappelletti



Team manager e responsabile marketing: Federico Cerantola



Addetto stampa: Davide De Marchi



Responsabili amministrazione: Maurizio Tonin, Daniele Ceccato



Dirigenti accompagnatori: Lino Pierobon, Giuseppe Silvestri



Segreteria amministrativa: Daniele Ceccato



Responsabile biglietteria: Gianfranco Cavallari



Delegato sicurezza: arch. Alessandro Bressa, ing. Remo Poggiana



Addetto S.L.O.: Silvio Bizzotto



Segretario sportivo: Alberto Toso



Responsabile impianti/strutture: ing. Remo Poggiana



Allenatore: Roberto Venturato è nato in Australia (Atherton) nel 1963, figlio di emigranti veneti. Una discreta carriera di calciatore nella provincia del Nord: Montebelluna, Giorgione, Pergocrema, Calcio Venezia, Treviso e Pizzighettone. Nel 1996 il passaggio in panchina, sempre nel Pizzighettone, allenando le giovanili. Oltre il calcio come secondo lavora fa il promotore finanziario. Nella stagione 2002/03 eredita la panchina di Marino Bracchi e con i biancoazzurri ottiene due promozioni consecutive, prima in serie C2, poi in serie C1. Nel 2007 diventa l'allenatore in seconda di Mondonico alla Cremonese. L'anno successivo resta in Lombardia, prima come vice di Ivo Iaconi poi ancora di Mondonico. Quindi nel marzo 2009 subentra alla guida della squadra grigiorossa dopo l'esonero di Mondonico. Conclude il campionato al 9° posto e viene riconfermato per la stagione successiva. Termina la stagione al 3° posto approdando ai playoff per la promozione in serie B ma perde la doppia finale contro il Varese. Dopo due stagioni senza panchina, nel 2012 riprende ad allenare la Pergolettese in serie D. Con la società lombarda conquista la promozione in Lega Pro Seconda Divisione. Nonostante la promozione non viene confermato e nell'ottobre 2013 subentra a William Viali sulla panchina del Piacenza (serie D). L'8 gennaio a causa dei risultati negativi viene esonerato. Quindi ritorna alla Pergolettese, in serie D, condotta al sesto posto. Poi arriva la chiamata del Cittadella, appena retrocesso in Lega Pro, al posto di Claudio Foscarini. Con i veneti ottiene subito la promozione in serie B. Viene confermato anche per il campionato successivo e termina la stagione al sesto posto approdando ai playoff ma verrà eliminata nel turno preliminare dal Carpi. Il 29 maggio 2017 rinnova il contratto per altri due anni con i granata. Ancora una volta raggiunge i playoff dopo aver chiuso il campionato al 6° posto. Nel turno preliminare elimina il Venezia ma in semifinale viene battuto dal Frosinone



Allenatore in seconda: Lucio Fasolato



Preparatore tecnico: Edoardo Gorini, Roberto Musso



Preparatore dei portieri: Piero Gennari



Preparatore atletico: Andrea Redigolo



Responsabile sanitario: dott. Ilario Candido



Medico sociale ortopedico: dott. Roberto Bordin



Medico sociale radiologo: dott. Carlo Rettore



Massaggiatori: Giovanni Pivato, Nicola De Bardi



Responsabili campo: Angelo Sgarbossa, Mariano Campagnaro



Magazzinieri: Antonio Sgarbossa, Severino Civiero



Responsabile settore giovanile: Lucio Fasolato



Coordinatore: Nicola Maffei



Responsabile attività di base: Claudio Conte



Segretario: Alberto Toso



Allenatore "Primavera": Giulio Giacomin



Campo di gioco: stadio "Pier Cesare Tombolato" è stato inaugurato nella stagione 1981/82. Lo stadio è intitolato alla memoria di Pier Cesare Tombolato promettente portiere originario di Cittadella morto in seguito a uno scontro di gioco nel 1957. L'impianto ha una capienza di 7.623 spettatori



Colori sociali: 1^ divisa maglia granata, calzoncini e calzettoni granata, 2^ divisa maglia gialla, calzoncini e calzettoni gialli



Sponsor: Gabrielli (sponsor ufficiale 1.a maglia), Gavinox (sponsor ufficiale 2.a maglia), Metalservice



Sponsor tecnico: Garman



Palmares: 1 Coppa Italia Dilettanti (1979/80)



L'ex amaranto: Manuel Iori classe 1982, 36 anni, è partito dalla giovanili del Milan nel 1998. Poi tanta gavetta tra serie D, C2 e C1, indossando le divise di Varese, Borgosesia, Legnano, Meda e Carpenedolo. La svolta nella stagione 2006/07, quando approdò al Cittadella (serie C1) agli ordini dell'ex mister del Livorno Claudio Foscarini. Nel 2009 si aprono le porte della serie A con il Chievo che lo acquista in comproprietà. Nel 2010 i clivensi lo girano in prestito con diritto di riscatto al Livorno in serie B. Gioca con continuità il campionato, disputando 39 partite (3.437' minuti giocati), 3 gol e due assist. Termina la stagione al 7° posto, sfiorando i playoff per la serie A. Nella sfida decisiva, a Padova, non basta la doppietta di Danilevicius. Dopo una partita ricca di emozioni, vincono i biancoscudati 3-2 con una rete su rigore messo a segno da Italiano. A fine stagione non viene riscattato dalla società amaranto, quindi ritorna al ChievoVerona



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 8 (5 in serie B, 2 in C1, 1 in C2); vittorie Livorno 2 (ultima stagione 2010-11, 3-0), pareggi 4 (ultimo stagione 2012-13, 2-2), vittorie Cittadella 2 (stagione 2014-15, 0-1);



Precedenti a Cittadella in campionato: partite disputate 8 (5 in serie B, 2 in C1, 1 in C2); vittorie Cittadella 2 (ultima stagione 2010-11, 2-0), pareggi 5 (ultimo stagione 2014-15, 1-1), vittorie Livorno 1 (stagione 2012-13, 0-2);



Classifica: 4° posto con 19 punti a pari merito con il Lecce



Cittadella fuori casa: 2 vittorie (0-1 Carpi, 0-1 Pescara), 2 pareggi (1-1 Lecce, 0-0 Padova), 1 sconfitta (1-0 Spezia). Reti fatte Cittadella 3, subite 2



Capocannonieri: Manuel Iori, classe 1982, ruolo con 3 reti



Diffidati: Ghiringhelli, Siega



Indisponibili: Adorni, Bizzotto, Pasa, Scaglia



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (4-3-1-2): Paleari, Ghiringhelli, Frare, Drudi, Benedetti, Proia, Iori, Branca, Schenetti, Finotto, Scappini.



Prima squadra



Portieri: Maniero 1995, Paleari 1992, Rosteghin 2000.



Difensori: Adorni 1992, Benedetti 1991, Camigliano 1994, Cancellotti 1992, Dalla Bernardina 1999, Drudi 1987, Frare 1996, Ghiringhelli 1992, Rizzo 1997, Scaglia 1992.



Centrocampisti: Branca 1992, Bussaglia 1997, Iori 1982, Maniero 1998, Pasa 1994, Proia 1996, Schenetti 1991, Settembrini 1991, Siega 1991.



Attaccanti: Bizzotto 1996, Finotto 1992, Malcore 1993, Panico 1997, Scappini 1988, Strizzolo 1992.



Movimenti di mercato



Arrivi: Maniero 1995 portiere dal Palermo (definitivo), Camigliano 1994 difensore dal Cosenza (fine prestito), Ghiringhelli 1992 difensore dalla Reggiana (definitivo), Cancellotti 1992 difensore dal Brescia (definitivo), Rizzo 1997 difensore dal Trapani (definitivo), Frare 1996 difensore dal Pontedera (definitivo), Drudi 1987 difensore dal Trapani (definitivo), Branca 1992 centrocampista dal Vejle Boldklum-Danimarca (definitivo), Bussaglia 1997 centrocampista dal Santarcangelo (definitivo), Proia 1996 centrocampista dal Bassano (definitivo), Panico 1997 attaccante dal Teramo (definitivo), Malcore 1993 attaccante dal Carpi (definitivo), Scappini 1988 attaccante dalla Cremonese (definitivo), Finotto 1992 attaccante dalla Ternana (prestito/Spal), Bizzotto 1996 attaccante dalla Juve Stabia (fine prestito).



Partenze: Pezzi 1989 difensore al Carpi (definitivo), Alfonso 1988 portiere al Brescia (definitivo),Varnier 1998 difensore all'Atalanta (prestito), Salvi 1988 difensore al Palermo (definitivo), Pelagatti 1989 difenore all'Arezzo (definitivo), Caccin 1997 centrocampista al Renate (prestito), Chiaretti 1987 attaccante al Foggia (definitivo), Bartolomei 1989 centrocampista allo Spezia (definitivo), Kouame 1997 attaccante al Genoa (definitivo), Vido 1997 attaccante al Perugia (prestito/Atalanta), Arrighini 1990 attaccante al Carpi (definitivo), Fasolo 1998 attaccante al Virtusecomp Verona (prestito).



Precedenti in campionato dalla stagione 1994-95



1994-95 serie C2/B 11/12/1994 Cit.-Liv. 2-0 (16' Milanese, 47' Castellan) Santoruvo di Bari / 07/05/1995 Liv.-Cit. 3-0 (18' Schwoch, 35' Morabito, 52' Calandra) Alvino di Salerno



1998-99 serie C1/A 25/10/1998 Liv.-Cit. 1-1 (17' Bonaldi L, 63' Rimondini C) Battaglia di Messina / 07/03/1999 Cit.-Liv. 2-2 (10' Simeoni C, 11' Fantini L, 23' Tiberi L, 84' Zanon C) Zaltron di Bassano del Grappa



1999-00 serie C1/A 12/09/1999 Cit.-Liv. 1-1 (56' Sturba L, 65' Mazzoleni C) Morganti di Ascoli / 16/01/2000 Liv.-Cit. 1-1 (9' Falco L, 63' Mazzoleni C) Morganti di Ascoli (giocata a La Spezia)



2008-09 serie B 18/10/2008 Cit.-Liv. 0-0 Cavarretta di Trapani (giocata a Treviso) / 14/03/2009 Liv.-Cit. 1-1 (36' Perticone L, 77' Gerardi C) Candussio di Cervignano



2010-11 serie B 10/10/2010 Liv.-Cit. 3-0 (44' Perticone, 55' Tavano, 71' Iori) Ostinelli di Como / 01/03/2011 Cit.-Liv. 2-0 (55' Piovaccari rig., 69' Piovaccari) Calvarese di Teramo



2011-12 serie B 13/11/2011 Cit.-Liv. 2-2 (32' Martinelli C, 54' Schiattarella L, 75' Schiavon C, 90' Paulinho L) Di Bello di Brindisi / 24/04/2012 Liv.-Cit. 1-2 (43' Di Nardo C, 59' Dionisi L, 73' Job C) Giancola di Vasto



2012-13 serie B 25/09/2012 Liv.-Cit. 2-2 (17' Dionisi rig. L, 52 Siligardi L, 78' Di Roberto rig. C, 79' Sosa C) Cervellera di Taranto / 23/02/2013 Cit.-Liv. 0-2 (21' Paulinho, 37' Dionisi rig.) Velotto di Acireale



2014-15 serie B 28/10/2014 Cit.-Liv. 1-1 (68' Ceccherini L, 86' Rigoni C) Ghersini di Genova / 21/03/2015 Liv.-Cit. 0-1 (40' Sgrigna rig.) Sacchi di Macerata



Partite disputate: 16. Vittorie Livorno 3, pareggi 9, vittorie Cittadella 4. Reti fatte Livorno 20, subite 18.



A Livorno: 8. Vittorie Livorno 2, pareggi 4, vittorie Cittadella 2. Reti fatte Livorno 12, subite 8.



A Cittadella: 8. Vittorie Cittadella 2, pareggi 5, vittorie Livorno 1. Reti fatte Cittadella 10, subite 8.



Marcatori del Livorno: 3 reti Dionisi, Paulinho; 2 reti Perticone; 1 rete Schwoch, Morabito, Calandra, Bonaldi, Fantini, Tiberi, Sturba, Falco, Tavano, Iori, Schiattarella, Ceccherini.



Coppa Italia



2005-06 21/08/2005 3° turno preliminare Cit.-Liv. 3-2 (25' C. Lucarelli, 91' Pfertzel) Mazzoleni di Bergamo (Livorno eliminato)




commenta
Di tutto...di pių..la Cremonese
martedė 6 novembre 2018 - 22:29
 


Unione Sportiva Cremonese s.p.a. (1903)



La Cremonese nacquè ufficialmente nel lontano 24 marzo 1903. Il calcio si affermò significativamente a partire dal 1913, quando dopo la fusione con l'Associazione Calcio Cremona, la U.S. Cremonese si affiliò alla Federazione Italiana Giuoco Calcio. Nella stagione 1914/15 la società scelse le divise grigiorosse utilizzate ancora oggi. Nell'immediato dopo guerra nell'annata 1925/26, al termine di quel campionato di serie A la Cremonese si piazzò al secondo posto (miglior risultato di sempre della storia del club lombardo). Nel 1973 dal settore giovanile grigiorosso uscì Antonio Cabrini che esordì in prima squadra. Nella stagione 1980/81 la Cremonese, esordì il 16enne Gianluca Vialli. Il 27 marzo 1993 conquista il Trofeo Anglo-Italiano. La società lombarda ha disputato sette campionati in serie A (l'ultimo nel 1995/96).



Presidente onorario: Giovanni Arvedi



Presidente: Paolo Rossi



Vice-presidente: Maurizio Ferraroni



Consiglio di amministrazione: Giovanni Benedini, Giuseppe Carletti, Bruno Guareschi, Costantino Vaia, Uberto Ventura, Roberto Zanchi, Rossano Grazioli, Marco Ugo Sabetta



Direttore generale: Paolo Armenia



Direttore sportivo: Leandro Rinaudo



Segreterio sportivo: Andrea Barbiani



Responsabile amministrativo: Alberto Losi



Presidente collegio sindacale: Andrea Pedroni



Segreteria amministrativa: Clara Negri



Responsabile comunicazione: Paolo Loda



Responsabile marketing: Stefano Allevi



Ufficio marketing e comunicazione: Daniele Fioni



Responsabile biglietteria: Andrea Barbiani



Responsabile organizzazione stadio: Fausto Tabaglio



Delegato alla sicurezza: Fausto Tabaglio



Vice delegato alla sicurezza: Samuele Noli



Supporter Liaison Officer: Lorenzo Betolli



Allenatore: Massimo Rastelli è nato a Torre del Greco il 27 dicembre 1968. Il nuovo tecnico ha alle spalle una buona carriera da calciatore: 102 presenze e 21 reti in serie A, 368 presenze e 68 reti in serie B. Ha esordito in serie D con il Solofra nel 1987. Dopo le esperienze tra serie C e B con le maglie di Catanzaro, Mantova e Lucchese, l'attaccante esordisce in serie A a Piacenza, dove dal 1997 al 2001 contribuisce alla promozione in serie A (2000/01). Veste poi le maglie di Napoli, Reggina, Como, Avellino e Sorrento. Chiude la carriera a 40 anni con la Juve Stabia. Diventa allenatore dei campani nella stagione 2008/09. Alla guida della Juve Stabia, conquista la promozione dalla Seconda Divisione alla Prima Divisione. Il 29 maggio 2010 lascia la Juve Stabia. Il 13 ottobre 2010 approda sulla panchina del Brindisi (Seconda Divisione), dopo l'esonero di Florimbi. Con i pugliesi termina il campionato al 13° posto. L'anno successivo è alla guida del Portogruaro, retrocesso dalla serie B. La squadra veneta si piazza al 10° posto. Al termine della stagione ritorna all'Avellino, come allenatore. Con gli irpini conquista la promozione in serie B e vince anche la Supercoppa di Lega di Prima Divisione. Il 21 giugno 2013 firma un contratto triennale con l'Avellino. Nelle seconda stagione i Lupi chiudono il campionato all'11° posto. Nell'ultimo campionato i biancoverdi entrano nei playoff ma vengono eliminati in semifinale dal Bologna. Il 12 giugno 2015, firma un contratto per guidare il Cagliari. Con i sardi ottiene subito la promozione in serie A. Al suo primo anno di serie A con 47 punti termina la stagione all'11° posto. All'inizio della stagione 2017/18 dopo quattro sconfitte consecutive viene esonerato. Lunedì scorso Massimo Rastelli è diventato il nuovo allenatore della Cremonese, prendendo il posto di Mandorlini. Rastelli con il suo staff ha firmato un contratto biennale. Il tecnico campano utilizza i moduli 3-5-2 e 4-3-1-2, senza disdegnare altre soluzioni tattiche in base all'avversario. Il modulo preferito resta comunque il 4-3-1-2



Allenatore in seconda: Dario Rossi



Collaboratore tecnico: Enrico Nicolini



Preparatori dei portieri: David Dei



Preparatore atletico: Fabio Esposito



Recupero infortunati: prof. Cristian Freghieri



Responsabile settore sanitario: dott. Diego Giuliani



Fisioterapisti: Sandro Rivetti, Andrea Gualtieri, Carlo Bentivoglio



Team manager: Federico Dall'Asta



Addetto agli arbitri: Massimiliano Grilli



Responsabile settore giovanile: Giovanni Bonavita



Coordinatore organizzativo: Guerrino Ghio



Responsabile tecnico attività di base: Paolo Mondini



Responsabile organizzativo femminile: Angelo camisani



Responsabile tecnico femminile: Gianluca Aleo



Segretaria: Francesca Cremaschi



Allenatore "Primavera": Stefano Lucchini



Campo di gioco: lo stadio Giovanni Zini è stato inaugurato il 2 novembre del 1929. Nel 1924 venne intitolato al portiere dell'U.S. Cremonese Zini deceduto durante la prima guerra mondiale. Nel 2007 è stato oggetto di importanti lavori di ristrutturazione. Attualmente lo Zini dispone di 9.390 posti



Centro sportivo Giovanni Arvedi: è il nuovo Centro Sportivo del settore giovanile dell'U.S. Cremonese. Tanto verde e cinque campi da calcio: due in erba sintetica e tre in erba naturale. Il fabbricato è su due piani all'interno dei quali sono previsti: reception, sala stampa/riunioni, uffici per prima squadra e settore giovanile, appartamento del custode, camere uso foresteria per gli ospiti con annessa cucina. Nel corpo secondario sono previsti sei spogliatoi per il settore giovanile, due spogliatoi per arbitri e allenatori, palestra, sala idromassaggio, sala medica, sala fisioterapica, sala massaggi, spogliatoio per la prima squadra, spogliatoi per lo staff della prima squadra, magazzino e parcheggio auto



Colori sociali: 1^ divisa maglia a strisce verticali grigio-rosse, calzoncini e calzettoni rossi ; 2^ divisa maglia bianca con banda verticale rossa e profilo grigio, calzoncini e calzettoni bianchi



Sponsor: Iltainox, Arinox



Sponsor tecnico: Garman



Albo d'oro: 1 Coppa Anglo-Italiana (1992/93)



Gli ex amaranto: Il difensore nativo di Mazara del Vallo, Emanuele Terranova, si trasferisce al Livorno nella stagione 2008/09 in serie B, in prestito dal Palermo. Con gli amaranto disputa 21 incontri (19 di campionato e 2 di playoff) e con i labronici ottiene la promozione in serie A. Quindi ritorna al Palermo. Leandro Greco nasce a Roma il 19 luglio 1986. Arriva alla Roma all'età di 10 anni, dove inizia tutta la trafila delle giovanili. Prima di vestire la maglia amaranto gioca con l'Astrea, Roma, Hellas Verona, Pisa, Piacenza e Olympiacos Pireo. Il 30 luglio 2013 passa a titolo definitivo al Livorno. Esordisce con il Livorno, in serie A, il 25 agosto, nella partita contro la sua ex squadra, la Roma, che vince 2-0 al Picchi. Gioca 32 partite di campionato (2.408' minuti giocati), nelle quali ha segnato 4 reti (più due assist). Dopo la retrocessione degli amaranto in serie B passa al Genoa. Antonio Piccolo è nato a Napoli il 7 aprile 1988. Cresce nelle giovanili della Salernitana e Piacenza. L'8 aprile 2006 fa il suo debutto tra i professionisti nel Piacenza. Nel 2011 si trasferisce al Livorno. Debutta con i labronici il 10 settembre (Livorno-Varese 2-0). A fine stagione totalizza 18 presenze in campionato, realizzando 2 reti (con l'Albinoleffe e la Nocerina). Nel 2013, a gennaio, dopo 8 presenze in campionato, passa in prestito al Lanciano e il 19 giugno 2013 la società abruzzese acquista il 50% del cartellino del giocatore. La prima stagione al Livorno, lo vede agli ordini di Roberto Donadoni che lo farà esordire in serie A il 17 aprile: Livorno-Fiorentina 2-0. Colleziona 4 presenze (127' minuti giocati) e la stagione seguente metterà piede in campo per 11 volte (257' minuti giocati), chiuso in avanti dall'attuale tecnico del Livorno, Cristiano Lucarelli. Al terzo campionato in maglia amaranto mette insieme 20 presenze (994' minuti giocati)e 2 gol (più un'assist). Il 5 luglio 2007 viene ceduto in prestito al Grosseto in serie B. Quindi ritorna al Livorno. Con gli amaranto appena retrocessi in serie B gioca 14 volte (387' minuti giocati). L'anno seguente viene ceduto in Lega Pro, al Sorrento. E' la svolta della carriera. In Campania in due stagioni colleziona 62 presenze, mettendo a segno 39 reti. Quindi ritorna un'altra volta a Livorno, dove conclude la stagione con 38 presenze (3.165' minuti giocati) e 13 reti (più quattro assist). La svolta in maglia amaranto arriva l'anno dopo: in 45 (3.936' minuti giocati) partite tra campionato e playoff segna 23 reti e addirittura 17 assist. Nella finale di ritorno dei playoff contro l'Empoli segna la rete decisiva che riporta il Livorno in serie A, dopo tre anni. La stagione successiva in serie A mette a segno 15 reti in 35 gare ma il Livorno retrocede in serie B. Il 20 luglio 2014 lascia definitivamente il Livorno perchè viene acquistato dall'Al-Arabi per 8 milioni di euro. L'ex calciatore Leandro Rinaudo ruolo difensore centrale aveva nel fisico da carozziere la sua dote più appariscente. Cresciuto nelle giovanili del Palermo, nella stagione 2002/03 viene mandato a farsi le ossa nel Varese. Il 30 agosto 2013 viene ingaggiato dal Livorno a titolo definitivo dal Napoli, neo-promosso in serie A. In campionato colleziona 21 presenze (1.444' giocati) e 1 rete (il 29 settembre 2013, Hellas Verona-Livorno 2-1). Dopo la retrocessione in serie B del Livorno, la società amaranto non esercita l'opzione per prolungare il rapporto di un'altra stagione e il 31 luglio 2014 firma un contratto biennale con la Virtus Entella. L'ex Direttore Generale del Livorno, Paolo Armenia, ha lasciato la squadra amaranto un anno fa, dopo cinque anni importanti in cui Armenia ha ricoperto diversi incarichi dirigenziali come Responsabile organizzativo generale e Responsabile di gestione. Da questa stagione guida la macchina amministrativa della Cremonese nel ruolo di Direttore Generale



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 14 (1 in serie A, 5 in B, 1 in P.Div., 2 in C1, 5 in C); vittorie Livorno 9 (ultima stagione 2016-17, 1-0), pareggi 3 (ultimo stagione 1973/74 1-1), vittorie Cremonese 2 (ultima stagione 1957-58, 1-2)



Precedenti a Cremona in campionato: partite disputate 14 (1 in serie A, 5 in B, 1 P.Div., 2 in C1, 5 in C); vittorie Cremonese 4 (ultima stagione 1958-59, 2-1), pareggi 4 (ultimo stagione 1999-00, 1-1), vittorie Livorno 5 (ultima stagione 1997-98, 1-2)



Classifica: 12° posto con 12 punti a pari merito con il Venezia e il Crotone



Capocannonieri: Castrovilli, Mogos con 2 reti



Cremonese in casa: 2 vittorie (2-0 Spezia, 2-0 Cosenza), 2 pareggi (1-1 Pescara, 0-0 Salernitana), 1 sconfitta (0-1 Venezia). Reti fatte Cremonese 5, subite 2



Diffidati: nessuno



Indisponibili: Montalto, Paulinho



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (4-3-3): Radunovic, Mogos, Claiton, Kresic, Migliore, Strefezza, Castagnetti, Arini, Castrovilli, Brighenti, Perrulli.



Prima squadra



Portieri: Ravaglia 1988, Radunovic 1996, Volpe 1996.



Difensori: Claiton 1984, Del Fabro 1995, Kresic 1996, Marconi 1989, Migliore 1988, Mogos 1992, Renzetti 1988, Terranova 1987.



Centrocampisti: Arini 1987, Boultam 1998, Castrovilli 1997, Croce 1982, Emmers 1999, Greco 1986, Perrulli 1985, Strefezza 1997.



Attaccanti: Brighenti 1987, Carretta 1990, Montalto 1998, Paulinho 1986, Piccolo 1988.



Movimenti di mercato



Arrivi: Radunovic 1996 portiere dalla Salernitana (prestito/Atalanta), Volpe 1996 portiere dal Gubbio (definitivo), Terranova 1987 difensore dal Frosinone (definitivo), Migliore 1988 difensore dal Genoa (definitivo), Del Fabro 1995 difensore dal Novara (prestito/Juventus), Kresic 1996 difensore dall'Avellino (prestito/Atalanta), Mogos 1992 difensore dall'Ascoli (definitivo), Greco 1986 centrocampista dal Foggia (definitivo), Emmers 1999 centrocampista dall'Inter Primavera (prestito), Strefezza 1997 centrocampista dalla Juve Stabia (prestito/Spal), Boultam 1998 centrocampista dall'Ajax U21-Olanda (definitivo), Montalto 1988 attaccante dalla Ternana (definitivo), Carretta 1990 attaccante dalla Ternana (definitivo).



Partenze: Ujkani 1988 portiere al Caykur Rizespor-Turchia (definitivo), Almici 1993 difensore all'HellasVerona (definitivo), Garcia Tena 1995 difensore al W Sint-Truiden-Belgio (definitivo), Canini 1985 difensore alla Feralpisalà (definitivo), Cinaglia 1994 difensore al Novara (definitivo), Procopio 1996 difensore al Sudtirol (prestito/Torino), Cavion 1994 centrocampista all'Ascoli (definitivo), Sbrissa 1996 centrocampista alla Robur Siena (prestito/Sassuolo), Macek 1997 centrocampista al Lugano-Svizzera (prestito/Juventus), Cinelli 1989 centrocampista al ChievoVerona (fine prestito), Pesce 1982 centrocampista alla Feralpisalò (definitivo), Scamacca 1999 attaccante al PEC Zwolle-Olanda (prestito/Sassuolo), Mokulu 1989 attaccante al Carpi (definitivo), Camarà 1990 attaccante all'Irtysh Pavlodar-Kazalistan (definitivo), Scappini 1988 attaccante al Cittadella (definitivo), Gomez 1985 attaccante alla Sicula Leonzio (definitivo).



Precedenti in campionato dalla stagione 1929-30



1929-30 serie A 05/01/1930 Cre.-Liv. 1-2 (44' Agosti C, 48' Palandri L, 57' Magnozzi L) Ferro di Milano / 29/05/1930 Liv.-Cre. 1-1 (20' Silvestri L, 52' Subinaghi C) Guarnieri di Milano



1931-32 serie B 17/01/1932 Liv.-Cre. 2-3 (3' Castellani L, 26' Corsetti L, 31' Cavicchioli C, 52' Dalle Vedove C, 83' Foglia C) Gonani di Ravenna / 05/06/1932 Cre.-Liv. 1-1 (53' Corsanini C, 55' Silvestri L) Brunelli di Bologna



1932-33 serie B 16/10/1932 Liv.-Cre. 5-0 (6' Miniati, 35' Martini, 68' Silvestri, 69' Miniati, 70' Nekadoma) Rovida di Milano / 19/03/1933 Cre.-Liv. 1-1 (56' Nekadoma L, 85' Staffetta C) Corradini di Bologna



1936-37 serie B 03/01/1937 Cre.-Liv. 0-1 (31' Arcari IV) Gonani di Ravenna / 09/05/1937 Liv.-Cre. 4-0 (72' Arcari IV, 81' Arcari IV, 84' Costanzo, 88' Arcari IV) De Benedictis di Nardò



1949-50 serie B 22/01/1950 Cre.-Liv. 5-0 (11' Paulinich, 27' Masoni, 33' Paulinich, 77' Granata, 85' Masoni) Canavesio di Torino / 25/06/1950 Liv.-Cre. 1-0 (25' Bartolini) Moratelli di Bologna



1950-51 serie B 15/10/1950 Liv.-Cre. 1-1 (23' Lenci rig. C, 37' Benini L) Marchese di Napoli / 11/03/1951 Cre.-Liv. 0-1 (27' Ghezzani) Piemonte di Monfalcone



1954-55 serie C 21/11/1954 Liv.-Cre. 4-1 (40' Bernardis L, 49' Bronzoni L, 55' Bronzoni rig. L, 57' Trevisani C, 62' Bernardis L) Gambarotta di Genoa / 17/04/1955 Cre.-Liv. 1-1 (52' Taccola III L, 53' Loiodice C) Maurelli di Como



1956-57 serie C 25/11/1956 Cre.-Liv. 2-1 (56' Della Frera rig. C, 65' Masoni L, 72' Bicicli C) Clemente di Roma / 31/03/1957 Liv.-Cre. 2-1 (39' Puccinelli rig. L, 70' Masoni L, 78' Bicicli) Ubezio di Novara



1957-58 serie C 15/12/1957 Cre.-Liv. 2-1 (19' Bertolani C, 52' Castoldi C, 65' Gratton L) Morini di Reggio Emilia / 27/04/1958 Liv.-Cre. 1-2 (9' Gratton L, 67' Goi C, 78' Franzini C) Sebastio di Taranto



1958-59 serie C/A 23/11/1958 Liv.-Cre. 5-2 (5' Pisetta L, 16' Garzonio C, Bretti L, 51' Bartolini L, 70' Favalli C, 87' Mungai L, 90' Mungai L) Trezza di Verona / 12/04/1959 Cre.-Liv. 2-1 (22' Gratton L, 42' Favalli C, 71' Bolzoni C) Baldassarre di Udine



1973-74 serie C/B 18/11/1973 Cre.-Liv. 1-2 (27' Cassago C, 32' Scanziani L, 67' Scanziani L) Migliore di Salerno / 14/04/1974 Liv.-Cre. 1-1 (14' Bercellino L, 33' Mondonico C) Agate di Torino



1997-98 serie C1/A 05/10/1997 Cre.-Liv. 1-2 (4' Bonaldi L, 31' Nardini L, 68' Godeas C) Castellani di Verona / 22/02/1998 Liv.-Cre. 2-1 (27' Mirabelli C, 63' Vincioni L, 73' Nardini L) Castellani di Verona



1999-00 serie C1/A 06/01/2000 Liv.-Cre. 2-1 (33' Favi L, 42' Zanetti C, 52' Nincheri L) Mazzoleni di Bergamo / 14/05/2000 Cre.-Liv. 1-1 (27' Capuano C, 82' Domizzi L) Bianchi di Lucca



2016-17 serie C/A 12/12/2016 Cre.-Liv. 2-3 (4' Lambrughi L, 16' Scarsella C, 46' Brighenti C, 66' Gasbarro L, 72' Murilo L) Balice di Termoli / 29/04/2017 Liv.-Cre. 1-0 (54' Maritato) Pillitteri di Palermo



Totale gare disputate in campionato: 28. Vittorie Livorno 15, pareggi 7, vittorie Cremonese 6. Reti fatte Livorno 50, subite 34.



A Livorno: 14. Vittorie Livorno 9, pareggi 3, vittorie Cremonese 2. Reti fatte Livorno 32, subite 14.



A Cremona: 14. Vittorie Cremonese 4, pareggi 4, vittorie Livorno 6. Reti fatte Cremonese 20, subite 18.



Marcatori del Livorno: 4 reti Arcari IV; 3 reti Silvestri, Gratton; 2 reti Miniati, Nekadoma, Bernardis, Bronzoni, Masoni, Bartolini, Mungai, Scanziani, Nardini; 1 rete Palandri, Magnozzi, Castellani, Corsetti, Martini, Costanzo, Benini, Ghezzani, Taccola III, Puccinelli, Pisetta, Bretti, Bercellino, Bonaldi, Vincioni, Favi, Nincheri, Domizzi, Lambrughi, Gasbarro, Murilo, Maritato.



Playoff



1997-98 serie C1/A finale play off 14/06/1998 Cre.-Liv. 1-0 dts (118' Guarnieri) Gabriele di Frosinone



Coppa Italia



2010-11 2.o turno eliminatorio 15/08/2010 Liv.-Cre. 1-0 (87' Pagano) Tozzi di Ostia Lido (Livorno passa al 3.o turno)




commenta
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Breda uomo giusto ?
Si
No
Non so'
Se viene vuol dire che ci rinforziamo
Purtroppo vuol dire che Spinelli resta
Pensiamo a sostenere la squadra e basta
Se viene ci salviamo di sicuro..
Risultati

Classifica aggiornata al 18/12/2018

Palermo 30
Brescia 27
Lecce 26
Pescara 26
Hellas Verona 25
Cittadella 25
Benevento 22
Perugia 22
Spezia 21
Venezia 20
Ascoli 20
Salernitana 20
Cremonese 19
Cosenza 15
Carpi 13
Crotone 13
Foggia 12
Padova 11
Livorno 10

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro