Il Commento
Il bastone di Spinelli piace alla piazza .Guai fallire a Olbia..
venerdý 6 aprile 2018 - 13:55
 


Spinelli ha fatto sorridere il mondo (si fa per dire,perché la serie C, e' un limbo per lo piu' sconosciuto ai media nazionali)con la storia della bilancia al Centro Coni.Ma al di la' del colpo di teatro, e' chiaro a tutti, l'intento di voler prendersela con pochi, perché tutti capiscano l'antifona. Su una cosa Aldo ha ragione:questi sono professionisti pagati puntualmente e profumatamente e non possono lasciarsi andare a sceneggiate in campo e/o a non gestirsi da atleti,con la squadra in piena corsa per la B,finanche contro un avversario motivato ma con un fallimento alle porte(rischiano ad oggi sei punti di penalizzazione ndr).Poi il Pres  lasci perdere l'affaire Diamanti.Se non e' venuto,sempre che fosse una panacea,lui c'entra eccome.



Pero'c'e' un fattore nuovo da considerare.Su molte piazze virtuali e non, i tifosi si stanno schierando compatti dalla sua parte.Lui, infatti e non la curva si e' ribellato alla deriva della nostra squadra, chiedendo conto di un rendimento inaccettabile, al di la' di qualsiasi contingenza.Insomma dal cataclisma di Tirrenia, sembra rinascere un certo feeling con l'ambiente,che magari non porterà frutti adesso ma chissà mai nel futuro prossimo.A cominciare dal fronte dello stadio, laddove si registrano importanti passi avanti in casa Pisana. Di sicuro,nessuno si scandalizzera' se qualche senatore ad Olbia dovesse finire in tribuna. Scommettiamo allora, che se non lasciamo le penne in Sardegna, il derby con il Pisa,ricompattera' l'ambiente, fino a portarci alla vittoria finale.Provarci se non altro,ora che si gioca a carte scoperte,non costa niente..




commenta
Livorno: Spinelli annuncia di mettere fuori rosa Mazzoni e Vantaggiato
mercoledý 4 aprile 2018 - 20:48
 


Il presidente Aldo Spinelli ha messo fuori rosa il portiere Luca Mazzoni e l'attaccante Vantaggiato. In attesa della nota ufficiale della società i due giocatori non vanno più considerati parte della prima squadra. La notizia è indubbiamente clamorosa e del tutto inattesa. E' successo di tutto stamattina al Centro Coni di Tirrenia dopo la visita del presidente della società amaranto, dove è stata sfiorata anche la rissa. Qualcosa comunque non torna perché tenere fuori rosa i due giocatori più importanti dello scacchiere di mister Foschi, i motivi disciplinari devono essere davvero molto pesanti. Ma la società non sembra intenzionata a chiarire cosa ci sia sotto l'allontanamento dei due. Dunque qual è il problema? Perché improvvisamente Mazzoni e Vantaggiato sono fuori rosa? Per il momento non è dato saperlo. Nei prossimi giorni la squadra dovrà affrontare due gare fondamentali: la trasferta di Olbia e il derbyssimo con il Pisa. Con quale spirito? In settimana si spera di arrivare alla scritta la parola fine del caso. Almeno questo è l'auspicio di tutti ma non sarà semplice raggiungere questa situazione.




commenta
Il prossimo avversario, l'Olbia: al Nespoli sarÓ una gara di vitale importanza
mercoledý 4 aprile 2018 - 09:38
 


Dopo la sconfitta con l'Arezzo, trasferta isolana sul campo dell'Olbia per il Livorno di mister Foschi. Per la 34.a giornata, sabato 7 aprile alle 14,40, gli amaranto saranno ospiti della formazione sarda, decima in classifica con 39 punti a pari merito con il Pontedera. Dei 39 punti messi in cascina, 26 sono quelli arrivati in casa, frutto di 7 vittorie e 5 pareggi. Hanno violato lo stadio "Bruno Nespoli" soltanto il Siena (1-2) e l'Alessandria (1-3). Il miglior marcatore al momento è l'attaccante Ragatzu con 14 reti all'attivo. Però la punta cagliaritana non sarà in campo perchè deve scontare un turno di squalifica. Per quanto concerne le reti sono trentadue all'attivo mentre quelle incassato sono trentanove. L'Olbia si ritrova con una squadra sostanzialmente giovane (età media 22,5), con poca esperienza in serie C ma che tutto sommato si sta ben comportando. La formazione è allenata da un tecnico serio e preparato come Bernardo Mereu. Nella scorsa stagione è stato il terzo tecnico sulla panchina sarda dopo Mignani e Tiribocchi. Ha portato la squadra alla salvezza meritandosi la conferma. Nella sessione invernale sono stati ingaggiati Valocchia dalla Sambenedettese, Delvecchio dalla Virtus Francavilla, Silenzi, figlio d'arte, dalla Reggina e il nordcoreano Choe dal Perugia. Il tecnico sardo dovrebbe affrontare la gara con il modulo 4-3-1-2. La porta dei bianchi sarà difesa da Aresti portiere trentaduenne di sicura affidabilità. Davanti all'estremo difensore sardo al centro della difesa ci sarà Dametto affiancato da Iotti. I ruoli di terzini verranno occupati da Pisano e Cotali. A centrocampo gli esterni saranno Vallocchia e Feola mentre in mediana spazio a Muroni. Nel ruolo di trequartista agirà la piacevole sorpresa Murgia ex Cagliari, dietro alle due punte Silenzi e Senesi. Da segnalare che saranno indisponibili Ogunseye, Piredda e Leverbe per infortunio (oltre allo squalificato Ragatzu). Inoltre Pennington e Pisano proseguono il lavoro in differenziato.




commenta
Per vincere il campionato serve un allenatore a settimana ?
venerdý 30 marzo 2018 - 13:50
 


Probabilmente per essere sicuri di vincere questo campionato,bisognerebbe cambiare un allenatore a settimana.Perche' questo Livorno, con Sottil prima e con Foschi, non si sa fino a quando, (come volevasi dimostrare n.d.r.)viaggia a scariche di adrenalina.



Di sicuro, semmai dovesse succedere,dopo la prestazione monocorde di ieri sera,ricordiamoci di ringraziare Siena,Pisa e compagnia cantante.Che come si sa giocano a vinciperdi da settembre. Certo Sottil e Foschi, non sono due predestinati a far carriera,né due maghi della panchina, malgrado le 5 sostituzioni a disposizione.Perche' alla luce delle ultime prestazioni,caro Foschi,non mi privo sotto di un gol all'intervallo, di un Murillo,che a volte si assenta dallo spartito ma puo' sempre inventarti la giocata in gare cosi bloccate.E poi a favore di chi ?! Di un Montini, che non ce ne voglia, non ha mai inciso in tutta la stagione, che sia stato impiegato dall'inizio o a partita in corso.Oltretutto a fianco di un Vantaggiato pachidermico, con cui si e' pestato i piedi per tutta la ripresa.



Ma anche questo,se vogliamo, e' il minore dei mali.Quello grave,come molti osservatori sostengono,e' il solito mercato di gennaio spinelliano(e non date la colpa a Pecini e c.)in cui non e' arrivato nessuno, capace di cambiare il cambio di passo a questa squadra.Che ora vive di scosse e cosi' ci toccherà tenercela e comunque sostenerla,fino alla fine del torneo.Ma non dalla tv o dal computer, perché significa farsi del male e rovinarsi il Week end.Al Livorno che bene o male, ha due punti di vantaggio e una partita da giocare in piu'del Siena, serve l'appoggio della propria gente, in quantita'industriale.Allora,lo SOSTENIAMO o no,questo Livorno come on ?




commenta
Il prossimo avversario del Livorno: il Monza
lunedý 26 marzo 2018 - 11:41
 


Il Livorno affronta il Monza al Picchi nella 33.a giornata di serie C. Scopriamo le caratteristiche e le curiosità del Monza. All'andata finì 1-1. Era il 12 novembre 2017: Cogliati portò in vantaggio i brianzoli, poi a dodici minuti dal termine il gol di Vantaggiato fissò il punteggio sull'1-1. Quarantadue punti conquistati in 29 gare, Livorno distante diciotto lunghezze, trenta gol realizzati, ventitre subiti. Sono 11 le vittorie conquistate, 9 i pareggi ed altrettante sconfitte. Qualche cambiamento nella rosa del Monza durante la sessione invernale del mercato c'è stato: via l'attaccante Palazzo, destinazione Latina, fuori anche Barzotti e Gasparri. In entrata gli attaccanti Padula dal Chiasso e Mendicino dal Cosenza. A completare i movimenti di riparazione anche l'attaccante Forte ex Carpi. Il Monza di Zaffaroni si dispone sul campo di gioco con il 4-4-2. La difesa a quattro permette maggiore solidità difensiva con la linea composta da Riva, Trainotti, Tentardini e Caverzasi. Il centrocampo a quattro con D'Errico, Galli, Guidetti e Tentardini permette un buon equilibrio tra palle recuperate e fase offensiva. Davanti i due attaccanti Cori e Ponsat. La difesa è forse il reparto migliore della squadra avendo subito 23 gol (seconda difesa del campionato). Il capocannoniere della squadra è l'ex Caronnese Giudici con 10 reti. Il Monza torna ad affrontare il Livorno al Picchi a sedici anni di distanza, era il 2 dicembre 2001. Il Monza troverà ad attenderli una vecchia conoscenza il difensore classe '84 Gabriele Perico che vanta una stagione e mezzo a Monza. L'esperto difensore bergamasco giunse in Lombardia nell'inverno del 2006, quando fu prelevato dall'Albinoleffe. Il primo anno colleziona 10 presenze tra campionato e playoff e nella seconda stagione con i biancorossi raccoglie 30 presenze tra campionato e playoff. In entrambe le stagioni sfiora la serie B con i brianzoli: prima perde la finale con il Genoa poi con il Pisa sempre in finale. Parola al campo.




commenta
Viterbese-Livorno 1-3: il Livorno espugna il Rocchi e batte la Viterbese
sabato 24 marzo 2018 - 23:49
 


L'uragano Murilo si abbatte sulla Viterbese. Il Livorno con questi tre punti mantiene il primo posto con due punti di vantaggio sul Siena. Partita a senso unico soprattutto nella prima frazione quella che si è giocata al Rocchi di Viterbo fra Viterbese e Livorno per la 33.a giornata di serie C. Gli amaranto, dopo alcune prestazioni sottotono, sembrano aver ritrovato la condizione mentale e fisica. I gol del Livorno tutti nel primo tempo, con la doppietta di Murilo e il rigore di Vantaggiato. Inoltre al 42' un cross di Valiani colpisce la traversa. La Viterbese subisce il gioco del Livorno, soprattutto nel primo tempo. Nel secondo tempo i laziali con l'ingresso di Mendez e Ngissah, provano a rientrare in partita. Al 51' la Viterbese trova il gol con il ghanese Nggisah, ma il Livorno riesce a mantenere il controllo della gara senza subire altre reti.



Il tabellino di Viterbese-Livorno 3-1



Viterbese: Iannarilli, Celiento (73′ Pandolfi), Sini, Rinaldi, Sanè, Di Paolantonio, Baldassin, Cenciarelli (45′ Mendez), Vandeputte (45′ Ngissah), Mosti (69′ Bizzottto), Calderini. A disp: Micheli, Pini, Peverelli, Mbaye, Zenuni, Atasanov, Benedetti. All. Sottili



Livorno: Mazzoni, Morelli (72′ Borghese), Pirrello, Gonnelli, Franco, Valiani, Luci, Giandonato (72′ Bruno), Maiorino (58′ Bresciani), Vantaggiato (72′ Montini), Murilo (64′ Manconi). A disp: Pulidori, Sambo, Gemmi, Bresciani, Perez. All. Foschi



Arbitro: Dionisi di L’Aquila



Reti: 12′ Murilo, 23′ Murilo, 36′ Vantaggiato (r), 50′ Ngissah



Note: angoli 5-2 per la Viterbese, ammoniti Giandonato, Mosti, Mendez, Mazzoni




commenta
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Su chi scommetteresti per la vittoria finale ?
Siena
Pisa
Livorno
Alessandria
Viterbese
Non so'
Lo puo' perdere solo il Livorno..
Risultati

Classifica aggiornata al 20/4/2018

Livorno 63
Robur Siena 61
Pisa 61
Carrarese 53
Viterbese 52
Monza 51
Alessandria 50
Piacenza 45
Olbia 43
Pontedera 43
Pistoiese 42
Lucchese 41
Giana Erminio 41
Arzachena 38
Pro Piacenza 35
Gavorrano 33
Cuneo 32
Arezzo 30
Prato 25

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro