Il Commento
Nuovo forze nel Livorno Calcio, entra il socio Marco Romano
martedý 28 novembre 2017 - 22:42
 


E' ufficiale l'ingresso del romano ingegnere Marco Arturo Romano della società Tecnologia & Sicurezza Spa che entrerà nell'organigramma del Livorno Calcio. Il marchio Tecnologia & Sicurezza Spa comparirà sulle maglie da gioco degli amaranto. Nei giorni scorsi la trattativa ha avuto un'accellerata. L'imprenditore romano è impegnato nel campo della sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro. Grande appasionato di calcio, ha acquistato il 28 per cento delle quote azionarie. Il nuovo socio di minoranza entra a far parte dell'organigramma affiancando la famiglia Spinelli che da oltre 18 anni è alla guida del club amaranto. Romano assumerà la vicepresidenza del Livorno. Le prime parole del nuovo dirigente labronico: "Sono entusiasta di entrare a far parte di questa Società e sono orgoglioso di poter dare il mio contributo affinchè il Livorno Calcio raggiunga tutti i suoi obiettivi". La sua società nasce nel 1995 come ditta individuale e nel 2003 si trasforma in società di capitali. La società rappresenta un punto di riferimento per le aziende che hanno bisogno di consulenza in materia di sicurezza ed igiene nei luoghi di lavoro. Con il passare degli anni la società ha ampliato i servizi come certificazioni ISO, privacy, progettazioni impiantistiche, editoria specializzata, consulenza, vendita di DPI ed abiti da lavoro. I clienti vanno dalle Piccole e Medie Imprese, fino alle Amministrazioni Pubbliche ed aziende multinazionali. Tecnologia & Sicurezza sviluppa la propria attività nella ricerca e sviluppo, consulenza e formazione.




commenta
Pisa-Livorno, conosciamo meglio i prossimi avversari degli amaranto
mercoledý 22 novembre 2017 - 21:32
 


Il Pisa Calcio è una società storica che prende il via nel 1909 assumendo il nome di Pisa Sporting Club. La storia dei nerazzurri ha come teatro principale la serie B, categoria che registra 34 apparizioni, la prima delle quali nel 1926/27. La prima promozione in serie A arriva al termine della stagione 1967/68 sotto la guida del tecnico Renato Lucchi, spinto dalle reti di Gianpaolo Piaceri. La svolta avviene nel 1978 con l'avvento alla presidenza di Romeo Anconetani. Nella stagione 1981/82, con Aldo Agroppi in panchina, il Pisa riconquista la serie A. Sono sette le stagioni che i nerazzurri disputano in serie A fra il 1982 e il 1991, prima del declino che porterà la società due volte al fallimento: 1994 e 2009. Il 23 luglio 2009 nasce una nuova società, l'AC Pisa 1909, acquistata dal gruppo Battini-Aringhieri-Camilli. La squadra con largo anticipo ritorna nel calcio professionistico e il 4 agosto 2010 viene ripescata in Prima Divisione. Nel 2016 la società centra il ritorno in serie B. A fine anno viene acquistata dalla Ma.Gi.Co. Pisa. La società nerazzurra ha vinto anche due Coppe Mitropa (1985/86 e 1987/88) e una Coppa Italia di serie C (1999/00). Il nuovo presidente del club è Giuseppe Corrado, piemontese di origine, ha creato nel 2016 la società Ma.gi.co. per acquistare il Pisa Calcio. La società è affiancata anche da Viris Spa e Unigasket Spa. Ha lavorato per 17 anni alla Barilla, diventando il direttore generale di Mulino Bianco e ad di Barilla Diversificazioni. Nel 2009 il passaggio a Medusa, dove tra la fusione tra Medusa Multicinema e i cinema Warner, nasce The Space Cinema. I ragazzi di mister Pazienza, dopo un inizio non facile sfociato nell'esonero dell'ex tecnico del Livorno, Carmine Gautieri, con 28 punti, frutto di 7 vittorie, altrettanti pareggi ed una sola sconfitta sono in seconda posizione in classifica a otto lunghezze dal Livorno. In casa, il Pisa ha ottenuto tre vittorie e quattro pari mentre lontano dal suo campo, sono arrivati 4 successi tre pareggi e una sconfitta. Fino a questo momento sono 18 le rete messe a segno dai nerazzurri, 8 quelle subite. I migliori marcatori della squadra sono il difensore Mannini e l'attaccante Eusepi con all'attivo quattro reti. L'allenatore pugliese dovrebbe riproporre il 4-4-2 visto fino ad ora: Petkovic in porta, linea difensiva con Birindelli nel ruolo di terzino destro e Filippini a sinistra, la coppia Lisuzzo-Ingrosso al centro. A centrocampo Gucher e Maltese dovrebbero agire da centrali con Mannini e Di Quinzio estreni. In attacco Eusepi e Masucci.




commenta
Livorno-Olbia 2-1: Valiani e Ponce regalano agli amaranto tre punti d'oro
domenica 19 novembre 2017 - 22:41
 


Il Livorno vince 2-1 e prende il largo in classifica: il Siena che riposava rimane ancorato a 27 punti mentre gli amaranto si portano a +9 dai bianconeri. Gli amaranto vanno sotto di un gol ma reagiscono e portano a casa tre punti fondamentali. Agli ordini dell'arbitro Schirru di Nichelino il Livorno schiera Mazzoni, Gasbarro, Gonnelli, Franco, Morelli, Giandonato, Luci, Doumbia, Valiani, Maiorino, Vantaggiato. Nella ripresa entrano Murilo, Perez, Pedrelli, Ponce e Montini. Al 38° contropiede dell’Olbia che passa grazie alla rete di Leverbe con un colpo di testa che batte l'incolpevole Mazzoni. Ma la reazione del Livorno è veemente. Valiani al 43° segna il gol del pareggio, dopo la respinta del portiere ospite su tiro di Moiorino. All'84° il sorpasso degli amaranto diventa realtà. Corner battuto da Murilo palla a Valiani che mette in mezzo un pallone che trova Ponce sul secondo palo, il sudamericano spinge di petto e mette in rete. Adesso domenica andiamo a giocarcela a Pisa. Per il momento i nerazzurri sono sempre a otti punti dalla capolista e domani sera giocheranno in posticipo a Piacenza contro la Pro. Poi che vinca il più forte. Infine da segnalare un bel gesto da parte dei tifosi ospiti dell'Olbia che con uno striscione hanno omaggiato le vittime dell'alluvione avvenuta a Livorno. Alla fine della gara il Club Manager Igor Protti si è portato sotto la Curva degli ospiti per ringraziarli. Un altro bel gesto!!!



Il tabellino di Livorno-Olbia 2-1



Livorno: Mazzoni, Morelli (74′ Pedrelli), Gonnelli, Gasbarro, Franco, Luci, Giandonato(65′ Montini), Doumbia (54′ Mendes), Maiorino (54′ Pèrez), Valiani, Vantaggiato (74′ Ponce). A disp: Pulidori, Borghese, Hadziosmanovic, Marchi, Zhiokov, Baumgartner, Gemmi. All. Sottil



Olbia: Aresti, Pinna, Dametto, Leverbe (80′ Iotti), Cotali, Feola, Muroni, Piredda, Biancu (60′ Senesi), Ragatzu, Ogunseye. A disp: Van Der Wart Maarten, Idrissi, Manca, Pisano, Pennington, Arras, Marongiu,Vispo. All. Mereu



Arbitro: Schiurru di Nichelino (Biava – Dibenedetto)



Reti: 38′ Leverbe, 44′ Valiani, 83′ Ponce



Note: Angoli 5-3 Ammoniti: Biancu, Luci, Giandonato, Valiani, Montini Spettatori: 5.789




commenta
L'avversario di turno: l'Olbia di mister Mereu
mercoledý 15 novembre 2017 - 17:00
 


Oggi l'Olbia si trova al quarto posto in classifica a quota 23 punti, frutto di 7 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte. I numeri della squadra, relativo alle reti, è di 18 gol segnati a fronte di 16 subiti. L'Olbia è allenata dal confermato Bernardo Mereu. Nato ad Alghero il 27 ottobre 1960, non ha mai guidato squadre fuori dalla Sardegna. In 31 anni di carriera da allenatore, ha attraversato sei differenti livelli di campionati regionali e nazionali tra la Prima Categoria e la serie C1. Durante la sua carriera, ha ottenuto ben sette promozioni, con 9 squadre diverse. Ha iniziato ad allenare, nel 1975 all'età di 15 anni. Ha vissuto da ragazzo nel quartiere di Cagliari denominato La Palma Cagliari e con questa squadra è passato dalla Prima Categoria fino alla serie C2, con tre promozioni comprese tra il 1985 ed il 1989. Dal 1990 al 1992 ha allenato la Nuorese in Interregionale. Poi ha guidato, tra il 1992 ed il 1997, l'Atletico Elmas, dove ha fatto il doppio salto di categoria dalla Promozione all'Eccellenza, fino al Campionato Nazionale Dilettanti. Dal 1998 al 2002 la sua prima esperienza alla Villacidrese. Nel 1999 ha portato i sardi, per la prima volta nella loro storia, nel Campionato Nazionale Dilettanti e nel 2009, dopo 10 anni, li ha guidati tra i professionisti in Seconda Divisione di Lega Pro. Nell'ottobre 2002 è arrivato alla Torres al posto dell'esonerato Lamberto Leonardi. Nella prima stagione con la società sassarese conquista la salvezza ma nel dicembre del 2003 viene esonerato. Nel 2004/05 ha allenato il Tempio in Eccellenza. Quindi dal 2005 fino a gennaio 2006 ha ricoperto il ruolo di direttore generale della Torres in serie C1. Nella seconda parte della stagione 2005/06, ha guidato il Sant'Elena in Promozione, dove viene sostituito da Luciano Porru. A novembre del 2006 ritorna sulla panchina del Sant'Elena in Eccellenza fino alla fine della stagione, subentrando proprio a Luciano Porru. Dal 2007 al 2011 ha allenato per la seconda volta in carriera la Villacidrese. Nel dicembre 2011 è diventato l'allenatore del Progetto Sant'Elia in serie D dopo l'esonero di Rosario Affuso, portando la squadra fino alla salvezza. Durante l'estate 2012 si dimette ma nel gennaio 2013 ritorna a guidare il Progetto Sant'Elena in serie D, al posto del dimissionario tecnico Gigi Piras. Passano alcuni mesi e Mereu si dimette. Dal giugno 2013 diventa il nuovo allenatore della Nuorese in Eccellenza. Al primo anno vince il campionato. Nel 2014/15 arriva al 10° posto in classifica. Nel 2016 l'esperienza a Castiadas in serie D, culminata con la retrocessione in Eccellenza dopo la sconfitta nei playout. Il 6 settembre 2016 consegue a Coverciano, il patentino di Prima Categoria. Il 10 aprile 2017 è il nuovo allenatore dell'Olbia, al posto dell'esonerato Tiribocchi. Con i bianchi chiude la stagione al 15° posto, quindi, viene confermato per un altro anno. Sulla carta la squadra allenata da Bernardo Mereu, può vantare giovani interessanti. La compagine sarda utilizza un 4-3-1-2 molto offensivo ma nelle ultime due gare di campionato ha giocato con il 4-3-2-1 (albero di natale). La sua caratteristica principale è il palleggio e il fraseggio. Il bomber capocannoniere della squadra e del campionato è Ragatzu, autore di 9 reti, seguito dalla punta centrale Ogunseye a bersaglio 4 volte. La formazione tipo prevista per la sfida del "Picchi" vede tra i pali l'esperto Aresti. Difesa affidata ai centrali Dametto e Iotti, con gli esterni Pisano e il giovane Cotali. Nella zona centrale del campo dovrebbero agire Feola, Muroni, Murgia e il trequartista Piredda. In avanti il bomber Ragatzu affiancato dal nigeriano Ogunseye.




commenta
L'avversario di turno: l'Olbia di mister Mereu
mercoledý 15 novembre 2017 - 16:48
 


Oggi l'Olbia si trova al quarto posto in classifica a quota 23 punti, frutto di 7 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte. I numeri della squadra, relativo alle reti, è di 18 gol segnati a fronte di 16 subiti. L'Olbia è allenata dal confermato Bernardo Mereu. Nato ad Alghero il 27 ottobre 1960, non ha mai guidato squadre fuori dalla Sardegna. In 31 anni di carriera da allenatore, ha attraversato sei differenti livelli di campionati regionali e nazionali tra la Prima Categoria e la serie C1. Durante la sua carriera, ha ottenuto ben sette promozioni, con 9 squadre diverse. Ha iniziato ad allenare, nel 1975 all'età di 15 anni. Ha vissuto da ragazzo nel quartiere di Cagliari denominato La Palma Cagliari e con questa squadra è passato dalla Prima Categoria fino alla serie C2, con tre promozioni comprese tra il 1985 ed il 1989. Dal 1990 al 1992 ha allenato la Nuorese in Interregionale. Poi ha guidato, tra il 1992 ed il 1997, l'Atletico Elmas, dove ha fatto il doppio salto di categoria dalla Promozione all'Eccellenza, fino al Campionato Nazionale Dilettanti. Dal 1998 al 2002 la sua prima esperienza alla Villacidrese. Nel 1999 ha portato i sardi, per la prima volta nella loro storia, nel Campionato Nazionale Dilettanti e nel 2009, dopo 10 anni, li ha guidati tra i professionisti in Seconda Divisione di Lega Pro. Nell'ottobre 2002 è arrivato alla Torres al posto dell'esonerato Lamberto Leonardi. Nella prima stagione con la società sassarese conquista la salvezza ma nel dicembre del 2003 viene esonerato. Nel 2004/05 ha allenato il Tempio in Eccellenza. Quindi dal 2005 fino a gennaio 2006 ha ricoperto il ruolo di direttore generale della Torres in serie C1. Nella seconda parte della stagione 2005/06, ha guidato il Sant'Elena in Promozione, dove viene sostituito da Luciano Porru. A novembre del 2006 ritorna sulla panchina del Sant'Elena in Eccellenza fino alla fine della stagione, subentrando proprio a Luciano Porru. Dal 2007 al 2011 ha allenato per la seconda volta in carriera la Villacidrese. Nel dicembre 2011 è diventato l'allenatore del Progetto Sant'Elia in serie D dopo l'esonero di Rosario Affuso, portando la squadra fino alla salvezza. Durante l'estate 2012 si dimette ma nel gennaio 2013 ritorna a guidare il Progetto Sant'Elena in serie D, al posto del dimissionario tecnico Gigi Piras. Passano alcuni mesi e Mereu si dimette. Dal giugno 2013 diventa il nuovo allenatore della Nuorese in Eccellenza. Al primo anno vince il campionato. Nel 2014/15 arriva al 10° posto in classifica. Nel 2016 l'esperienza a Castiadas in serie D, culminata con la retrocessione in Eccellenza dopo la sconfitta nei playout. Il 6 settembre 2016 consegue a Coverciano, il patentino di Prima Categoria. Il 10 aprile 2017 è il nuovo allenatore dell'Olbia, al posto dell'esonerato Tiribocchi. Con i bianchi chiude la stagione al 15° posto, quindi, viene confermato per un altro anno. Sulla carta la squadra allenata da Bernardo Mereu, può vantare giovani interessanti. La compagine sarda utilizza un 4-3-1-2 molto offensivo ma nelle ultime due gare di campionato ha giocato con il 4-3-2-1 (albero di natale). La sua caratteristica principale è il palleggio e il fraseggio. Il bomber capocannoniere della squadra e del campionato è Ragatzu, autore di 9 reti, seguito dalla punta centrale Ogunseye a bersaglio 4 volte. La formazione tipo prevista per la sfida del "Picchi" vede tra i pali l'esperto Aresti. Difesa affidata ai centrali Dametto e Iotti, con gli esterni Pisano e il giovane Cotali. Nella zona centrale del campo dovrebbero agire Feola, Muroni, Murgia e il trequartista Piredda. In avanti il bomber Ragatzu affiancato dal nigeriano Ogunseye.




commenta
Monza-Livorno 1-1: Vantaggiato risponde a Cogliati, un punto d'oro
domenica 12 novembre 2017 - 21:34
 


Finisce in parità la partita tra Monza e Livorno. I lombardi vanno in vantaggio con una rete di Cogliati all'11' ma Vantaggiato al 78' porta i toscani in parità. Nel primo tempo gol del Monza: Cogliati, sugli sviluppi del corner segna di petto dopo una diviazione di Cori. Al 78' il gol del Livorno: segna Vantaggiato con un colpo di testa in tuffo, sul cross di Perez dalla sinistra. Con questo pareggio gli amaranto allungano a tredici la striscia di risultati utili: 10 vittorie e 3 pareggi. Il Livorno è ancora imbattutto. Ora sono 33 i punti dei labronici. Il prossimo impegno di campionato per domenica 19 novembre, alle ore 16,30, quando il Livorno riceverà la visita dell'Olbia.



IL TABELLINO DI MONZA – LIVORNO 1-1



Monza: Liverani, Riva, Galli (68’ Perini), Gasparri (64’ Giudici), Guidetti, Cori, D’Errico (89’ Origlio), Trainotti, Cogliati (68’ Ponsat), Caverzasi, Tentardini. A disposizione: Del Frate, Palazzo, Negro, Perini, Romanó, Adorni, Barzotti. Allenatore: Marco Zaffaroni



Livorno: Mazzoni, Franco, Gasbarro, Valiani (59’ Motini), Luci, Vantaggiato, Gemmi (45’ Giandonato), Morelli (63’ Pedrelli), Maiorino (45’ Mendes), Gonnelli (77’ Perez), Doumbia. A disposizione: Pulidori, Hadziosmanović, Borghese, Baumgarther, Ponce, Bardini, Zhikov. Allenatore: Andrea Sottil



Arbitro: Matteo MARCHETTI di Ostia



Marcatori: Cogliati (10’), Vantaggiato (77’)



Ammoniti: Tentardini (43’), Gemmi (59’), Giandonato (70’)



Angoli: 4 – 8 Recupero: 0 + 5 Spettatori: 1.900 circa




commenta
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Se il Livorno perde a Pisa campionato riaperto ?
Si
No
Non so'
SarÓ duello Livorno-Pisa per la b..
Risultati

Classifica aggiornata al 16/12/2017

Livorno 42
Robur Siena 33
Pisa 32
Viterbese 30
Olbia 24
Monza 24
Lucchese 24
Giana Erminio 23
Arezzo 23
Pistoiese 23
Carrarese 23
Piacenza 22
Arzachena 21
Pontedera 20
Pro Piacenza 18
Alessandria 18
Gavorrano 13
Cuneo 13
Prato 11

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro